Problema con le relazioni sociali

Inviata da Camilla · 4 feb 2019 Crisi esistenziale

Ho 29 anni e alcuni problemi che mi porto dietro da tempo ma che, tuttavia, non mi hanno impedito di portare avanti la mia vita, laurearmi e svolgere con successo un lavoro.
Un problema in particolare, però, mi condiziona molto a livello interpersonale: anche se una persona è importante per me - l'amica con cui ho trascorso ogni giorno durante l'università, quella con cui ho legato nel mio ultimo periodo lavorativo (quasi "un'anima gemella") le amiche di una vita (quelle poche ma buone), ecc. - tendo a lasciarle andare e ad allontanarmi da loro.
Per fare un esempio, la prima che ho citato non la sento più, dopo aver rimandato troppo a lungo la risposta a un suo messaggio e non avendolo più fatto.
La seconda, uguale: da quando mi sono licenziata - senza alcun rancore o altro, anzi - ho lasciato passare troppo tempo e così non ho più sentito nessuno (anche le impiegate che volevano una mia firma per chiedere alcune pratiche) e nemmeno lei.
Eppure entrambe le penso sempre, minimo una volta al giorno, ma più passa il tempo più è difficile..
Anche con le amiche di una vita - che ormai mi conoscono e, in parte, mi accettano così - fatico a mantenere i contatti, e non capisco perché.
Tutte loro le penso spesso, minimo una volta al giorno, e sono le uniche persone oltre ai miei famigliari a cui voglio veramente bene, eppure non riesco a mantenere i contatti. Posticipo sempre ogni messaggio, risposta, chiamata, finché non è tropo tardi e, per questo, troppo difficile. So di essere sempre stata così, ogni volta che cambio qualcosa della mia vita lascio tutto indietro e non mi volto più. E più forte di me.
Perché mi comporto così??
Penso che in parte possa essere dovuto al fatto che, ognuna di queste persone, conosce a fondo una parte di me, quanto non sa nulla di un'altra - non indosso maschere, sono sempre me stessa, tuttavia ne mostro solo alcune sfaccettature; penso che questo possa in qualche modo avere un ruolo nella questione, tuttavia non riesco davvero a capirmi.
Qualche professionista riesce a spiegarmi meglio questo mio comportamento, magari ad "identificarlo", così che io possa averne una visione d'insieme (cause, conseguenze e connessioni) e capirmi di più e per cambiare?
Ringrazio anticipatamente

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 FEB 2019

Gentile Camilla, lei ci ha raccontato come si comporta, ma non sappiamo nulla della sua personalità o di come le sue amiche si siano comportate con lei. Pertanto direi che è una domanda quasi impossibile, nel senso che si potrebbero porre molte ipotesi, tutte valide. Una che noi psicologi usiamo molto è quella dell'ambivalenza, ovvero che, in realtà, abbia dei motivi di rancore verso queste amiche. In ogni caso, se per lei la questione è importante , le consiglio di intraprendere un pur breve percorso psicoterapeutico.

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1004 Risposte

418 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2019

Gentile Camilla,
ciò che scrive e la riguarda richiede una conoscenza approfondita e che non può essere risolta con una richiesta di spiegazioni, connessioni.
Mi sembra che c’è una stasi che la riguarda rispetto al non riuscire a dare continuità alle sue relazioni a cui si aggiunge un accettazione delle sue amiche. Il punto è che cosa la porta a questo? Il tema del cambiamento è un aspetto in latenza, come il suo non mostrarsi in pieno pur parlando di relazioni antiche. Proverei a pensare a muovermi da una dimensione individuale, ferma e chiedere l’aIiuto di un professionista per dare un significato a quel che la riguarda in una dimensione relazionale. L’aiuto psicologico aiuta a vedere, evidenziare aspetti di se che possano essere legati a paure, confitti. Il terapeuta a differenza dell’amico le mostra ciò che è un limita, non lo accetta e si lavora per affrontarlo.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia Milano

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

174 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2019

Buongiorno Camilla,

con così pochi elementi e senza conoscere né lei né la sua vita risulta difficile rispondere al suo quesito. Probabilmente questo, come lo definisce lei, problema ha origini arcaiche e andrebbero indagate. Ad esempio le succede solo nell'ambito amicale o anche amoroso/famigliare/lavorativo?Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole può scrivermi e farmi delle domande.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1185 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 98950

Risposte