Problema ad avere un orgasmo

Inviata da monica · 12 mar 2013 Anorgasmia

Buonasera, mi chiamo Monica, ho 33 anni.......Ho un compagno da 8 anni col quale ho avuto una figlia di 4...tutto andrebbe bene se io non avessi l'hanticap di non avere mai raggiunto l'orgasmo......Il mio compagno è stato il primo e l'unico uomo col quale ho rapporti......Provo piacere, ma non riesco a lasciarmi andare completamente....ho sempre la mente ben attenta a quello che succede....non riesco a lasciarmi trasportare dalle emozioni......Il mio compagno si lamenta ed è stanco, questo mi complica maggiormente le cose.............Confido in un vostro consiglio........Grazie............

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 LUG 2017

Gentile Monica,
sono tante le possibili cause di questo suo problema, ma l'importante è non sottovalutare la sua voglia di risolverlo e di passare dal "perchè" al "come" fare per stare meglio. Le consiglio di affrontare un percorso con un collega psicologo, grazie al quale sbloccherà i sensi di colpa e le paure che la bloccano per stare meglio.
Le auguro buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano
Psicologo a Roma

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa Psicologo a Milano

269 Risposte

321 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAR 2013

gentilissima lettrice, è bene che ne parliate insieme al suo partner della difficoltà presente nella vostra
intimità . sarebbe opportuno se riusciste insieme ad affrontare ciò in ambito specialistico con un esperto
in sessuologia clinica che potrà suggerirle/vi anche le tecniche sessuologiche attraverso home work da svolgere a casa.
mille auguri
patrizia pezzella, roma psicologa, psicoterapeuta, sessuologa

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2013

Gentile Monica,
innanzitutto sappia che la sua è una difficoltà ampiamente condivisa; gli elementi che si legano a questo sono molteplici e sono sia relazionali che soggettivi. Ma la mancanza di orgasmo è in senso assoluto o solo legata ai rapporti intimi col suo compagno? credo possa comprendere da sola che c'è una differenza sostanziale di fondo tra le due condizioni.
Non sarebbe male che lei si rivolgesse ad uno specialista, magari inizialmente in individuale, poi potrà valutare se estendere la partecipazione al suo compagno, sempre che lui sia d'accordo. Le consiglio di affrontare di petto la cosa, superando tutti gli inevitabili imbarazzi connessi, perché il tempo in questi casi non è amico.
Un caro saluto

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

162 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2013

Gentile Signora Monica,
se non ha mai avuto l'orgasmo in assoluto è più semplice se solo con il partner non raggiunge l'orgasmo è meno semplice. Comunque il problema del mancato orgasmo femminile è molto diffuso così come sono molto diffuse le terapie sessuologiche per raggiungerlo. Consigli a distanza per ottenere l'orgasmo laciano il tempo che trovano. Il sessuologo clinico è la figura professionale di pertinenza cui affidarsi per capire le cause, inqudrare il problema clinicamente e poi iniziare un percorso di terapia sessuologica mansionale allo scopo di arrivare al risultato e mantenerlo per sempre.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a Udine.

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2013

Salve Monica,
l'orgasmo è la sensazione più intensa e bella che l'organismo umano è in grado di produrre e sperimentare. Questa intensa sensazione compare nel momento di maggiore intimità con il proprio partner ed è (biologicamente) associata all'atto sessuale per promuovere la fecondazione e la riproduzione della specie.
L'orgasmo è l'emzione più intensa che lei ed il suo compagno potete sperimentare insieme, solo con la profonda unione della vostra intimità. Può succedere che essere poco disponibili a "lasciarsi andare" dimenticando quello che c'è attorno, specie quando con la coppia ci sono figli piccoli o anche quando l'esperienza sessuale con lo stesso partner tende ad essere tendenzialmente strutturata in modo continuativo, possa ridurre fortmente la possibilità di vivere a pieno il rapporto sessuale e raggiungere l'orgasmo.
Dovrebbe pian piano trovare "il coraggio" di lasciarsi andare togliendo la sua attenzione da ciò che succede attorno a lei e concentrarsi unicamente sulle sue sensazioni corporee. Si lasci andare, dopo tutto con lei c'è l'uomo con il quale ha scelto di vivere e che vuole fare questa esperienza con lei. Se la merita.
Saluti.
Dr. A. Montenero. RImini.

Dr Alessandro Montenero Psicologo a Rimini

69 Risposte

57 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2013

L'orgasmo è caratterizzato dall'assenza di controllo, proprio l'opposto alla difficoltà che incontra Lei ad abbandonarsi.
Il Suo compagno, è opportuno sia "attento" alle Sue esigenze, ma non può farsi carico della sua assenza di orgasmo e dolersene come fosse "colpa" sua: anche nella coppia più affiatata occorre distinguere tra la dimensione (e responsabilità) personale da quella della coppia, da quella del/la partner. Le suggerirei una consulenza individuale presso una psicologa psicoterapeuta sessuologa clinica. Potrà trovarne della Sua regione consultando l'apposito Albo.
Dott. Brunialti, Sessuologa Clinica, Rovereto Trento,

Dr.Brunialti, psicoterapeuta, sessuologa, psicologa europea Psicologo a Rovereto

214 Risposte

725 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2013

Gentile Sig.ra Monica,
capisco il suo disagio.
Mi sento di consigliarle, se anche suo marito è favorevole, di contattare un terapeuta che lavora con le coppie. In caso negativo, potrebbe rivolgersi individualmente.
Dalle sue parole mi sembra di capire che la sua difficoltà a lasciarsi andare pienamente durante l'intimità susciti in lei del dispiacere e in suo marito del fastidio.
Credo si tratti di una difficoltà relazionale piuttosto che sessuale.
Cordialmente,
Dr.ssa Manganoni M.

Dr.ssa Miriam Manganoni Psicologo a Cassola

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2013

Buonasera,
la risposta se l'e' fornita da sola: non riesce a lasciarsi andare! si chieda perche' magari ne parli del perche con il suo compagno in un momento tranquillo per entrambi.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

210 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Anorgasmia

Vedere più psicologi specializzati in Anorgasmia

Altre domande su Anorgasmia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte