Probema con la sessualità

Inviata da Nico · 8 apr 2022 Problemi sessuali

Sono una ragazza di 18 anni e ho dei blocchi nell'ambito della sessualità. Sto assieme al mio fidanzato da 1 anno, lui è stato la mia prima volta. Per arrivare al rapporto fisico ci è voluto molto poiché avevo blocchi in continuazione. Ancora oggi li ho, non mi lascio andare. In famiglia la sessualità non è argomento parlato poiché mia sorella ha avuto un bambino a 16 anni, questo allinzio mi ha bloccato poiché avevo il terrore di avere un rapporto per paura che si rompesse il preservativo o qualcosa che andasse storto.
Al giorno d'oggi non riesco a godermi le cose, mi vergogno,mi blocco non sperimento cose nuove. Il mio fidanzato dice che non ci metto passione, come se mi sentisse assente e facessi i preliminari come se fosse un obbligo, senza qualcosa di mio. Detto ciò come potrei fare per migliorare questo mio rapporto distante con la sessualità?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 APR 2022

Cara Nico, ti consiglio di esplorare questo blocco con l'aiuto di un* psicoterapeuta per evitare che si intensifichi. Infatti, potrebbe essere riconducibile ad altri aspetti della tua vita, ancora magari latenti, data la tua giovane età. Un caro saluto

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Andria

303 Risposte

785 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Buonasera Nico, in famiglia la sessualità non è un argomento parlato (come dice lei) ma è stato un argomento vissuto, vissuto da sua sorella e da tutta la famiglia. Sua sorella ha avuto un bambino nell'età in cui si è ancora adolescenti, e credo che la gravidanza di sua sorella sia stata presa in carico da tutta la sua famiglia per ovvi motivi. La paura quindi che la stessa cosa sarebbe potuta succedere anche a lei e che tutta la famiglia potesse rivivere la stessa situazione , credo sia naturale l'abbia messa nella condizione di non sentirsi libera nel vivere i suoi primi approcci con la sessualità. Come fa a sperimentare cose nuove e a lasciarsi andare se, una delle conseguenze della gravidanza di sua sorella è stata che il sesso è rimasto un fantasma in famiglia? Qualcosa di cui si vivono le conseguenze senza però parlare di cosa queste conseguenze abbiano significato per sua sorella e per tutta la famiglia.
Io credo che per migliorare il suo rapporto con la sessualità sia importante dare un significato a ciò che avete vissuto, durante e dopo la gravidanza della sorella., a ciò che lei ha sentito. Come fa a metterci passione se poi può pensare che questa passione possa perdere il controllo e abbia come conseguenza la rottura del preservativo o un'eventuale gravidanza? Per lasciarsi andare in un rapporto intimo ci deve essere fiducia nell'altro ma anche in sè stessi. Le consiglio di provare a dare un significato profondo a ciò che ha vissuto in famiglia e ad indagare meglio altri aspetti di sè. Le auguro una buona serata. Dott.ssa Bisulli

Dott.ssa Fabiana Bisulli Psicologo a Trieste

17 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Gentile utente,
è chiaro che il blocco che sperimenta trova una matrice di significato all'interno della storia della sua famiglia d'origine.
E' molto importante quindi trovare uno spazio in cui poter elaborare ed esplorare tali vissuti di modo che non la tengano imprigionata in copioni e modalità che tenderanno a ripetersi, generando malessere e sofferenza.
Si dia questa possibilità, si svincoli da questi lacci e si goda la sua libertà.
Ne ha tutto il diritto.
Restiamo a sua disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.
Saluti,
Studio Associato Dott. Diego Ferrara, Dott.ssa Sonia Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

573 Risposte

298 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Buongiorno Nico, innanzitutto credo sia importante ricordare che la sessualità è una fonte di piacere. Non è un compito da assolvere o una tappa evolutiva da raggiungere. Ciò significa che in qualsiasi momento, durante un rapporto sessuale, voglia fermarsi è suo sacrosanto diritto, senza che lei debba sentirsi in colpa o in adeguata, e senza che qualcuno le possa recriminare alcunché o, peggio ancora, forzarla. Può anche capitare che lei voglia fare l'amore, ma non voler fare alcune pratiche sessuali. Anche questo è suo sacrosanto diritto. Specifico ciò in risposta al suo: "non sperimento cose nuove".
Bisogna tener conto che oggi i media, il cinema e soprattutto la pornografia, rimandano un'idea del sesso meccanica e genitale. Questa rappresentazione falsata della sessualità crea non pochi problemi e forte disagio soprattutto alle ragazze, visto che questa rappresentazione è tagliata sulla sessualità maschile. Tutto ciò per arrivare alla domanda: "Lei si sente davvero libera di fare ciò che vuole e di rifiutare ciò che non vuole? Si fida che il suo ragazzo la rispetti?".
Sgomberato il campo da questi dubbi, ritengo sia importante indagare il suo desiderio. Non solo nel senso di capire se lei ha desiderio sessuale, ma anche nel descrivere questo desiderio. Cosa le fa sentire il desiderio di fare l'amore? Cosa immagina quando sente tale desiderio? Quali circostanze lo favoriscono e quali pensieri, azioni o comportamenti, invece, glielo fanno diminuire improvvisamente?
Capisco che possano essere domande difficili da porsi, soprattutto, sulla base del fatto che ci ha raccontato che il tema della sessualità è un tabù in famiglia. L'intervento di un/una professionista può essere determinante anche in virtù della delicatezza con cui viene affrontato il tema e della riservatezza di uno spazio coperto da segreto professionale.
Sicuramente c'è anche da esplorare tutta l'area di pensieri ed emozioni che aleggiano nei silenzi sul tema della sessualità e della gravidanza di sua sorella. Il silenzio può essere più pesante di mille parole, soprattutto, se costellato di giudizi lanciati qua e là.
Infine, probabilmente necessita di acquisire anche qualche informazione in più riguardo alla sessualità: strumenti conoscitivi che le facciano sentire di poter controllare meglio la situazione e sperimentare minore ansia. E' ottimo il fatto che usiate il preservativo, soprattutto in chiave di prevenzione di malattie sessualmente trasmesse, tuttavia esistono anche altri sistemi contraccettivi che può controllare lei e che possono contribuire alla sua emancipazione sessuale. Ovvio che essi dovranno essere utilizzati sotto stretto controllo medico per la gestione di tutti gli effetti collaterali.

Dott. Lelio Bizzarri Psicologo a Roma

155 Risposte

90 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Buongiorno Nico,
molto probabilmente il tuo non lasciarsi andare non è limitato all'ambito puramente sessuale. Sei giovane e questa è la tua prima esperienza e relazione con un fidanzato. Non ci hai parlato di altri aspetti della tua vita che dovrebbero essere esplorati. Perciò quello che ti suggerisco è di sollecitare una consulenza per parlare della sua situazione e valutare assieme al terapeuta la miglior forma per essere aiutata.
Un saluto e una buona giornata.

Dr. Gilberto G. Villela Psicologo a Roma

387 Risposte

155 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Buonasera,
la ringrazio per aver condiviso questa sua esperienza. Le dico che i dati che lei riporta sono insufficienti per arrivare a valutazioni complete, ad ogni modo cercherò di essere di aiuto. Mi soffermerei sulla parola "blocco" che lei usa. Bloccarsi durante la sessualità può voler dire molte cose, sia un blocco fisico con impossibilità all'atto sessuale sia un blocco mentale con possibilità fisica ma impossibilità emotiva. In entrambi i casi potrebbe essere utile per lei un percorso con un sessuologo che l'aiuti ad esplorare questa parte di se stessa che la fa soffrire. Nella sessualità una componente importante è la sensazione di "lasciarsi andare", ma questo lasciarsi andare implica una libertà che forse in questo momento non riesce a vivere e a concedersi. Per questo le consiglierei un percorso sui segreti e sul non detto della sua famiglia, per evitare di cronicizzare una situazione che, in realtà, sente di voler migliorare.
Rimango a disposizione.

Cordiali saluti
Dott. Samuel Dell'Anno

Dott. Samuel Dell'Anno Psicologo a Colle di Val d'Elsa

6 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

La mia risposta potrebbe apparirti scontata e di parte. Ma in quanto psicosessuologo ti posso dire che le ragioni reali e profonde
che stanno alla base dei tuoi blocchi li puo risolvere parlandone con un esperto sessuologo. Se i blocchi sono profondi, è molto difficile che possano risolversi da soli o forzandosi a fare qualcosa che non ci piace solo per far contento il partnet. Magari fosse cosi semplice. Dietro i blocchi di cui parli potrebbero nascondersi sensazioni, emozioni, ricordi, convinzioni di cui potresti non avere piena consapevolezza. Rivolgiti ad un professionista della salute sessuale. Le possibilità di cura esistono e non è detto che necessitino sempre di percorsi lunghi e costosi. Sarebbe un vero peccato rinunciare ai piaceri della sesualità e dell'intimità per timore di farti aiutare. Se ha bubbi in merito, non esitare a contattarmi anche per un breve colloquio telefonico o su skype. Mi rendo conto quanto sia importante avere dei chiarimenti prima di fare il passo più importante: farsi aiutare seriamente da un professionista. In ogni caso ti auguro ogni bene.

Dott. Enrico Rizzo Psicologo a Palermo

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Buongiorno Nico,
Non mi è chiaro se non riesce a lasciarsi andare perché ha paura di restare incinta come capitò a sua sorella? O c'è altro?
Ad ogni modo, le consiglio di rivolgersi a uno/a psicologo/a per lavorare su questa difficoltà a lasciarsi andare e vivere la sua intimità con più naturalezza e tranquillità. A latere può rivolgersi a una/o ginecologa/o per essere informata sui vari metodi contraccettivi. Essendo maggiorenne ha liberamente accesso a entrambe le figure professionali.
Un caro saluto.
Dott.ssa Claudia Tedde

Dott.ssa Claudia Tedde Psicologo a Cagliari

80 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Cara Nico,
mi dispiace che stia affrontando queste difficoltà in un aspetto della vita così importante. La sessualità è un aspetto dove si riversano molte esperienze corporee e non che ne possono comprometterne la piena soddisfazione. Se non c'è un dialogo in famiglia e la sessualità è vista come un tabù, spesso si incontrano difficoltà a lasciarsi andare e a vivere i rapporti sessuali con difficoltà e chiusura. Aver iniziato da poco ad aver fatto l'amore non aiuta ad essere sereni e vivere bene i rapporti. Ci vuole del tempo per capire il nostro corpo e quello dell'altro ed è fondamentale sentirsi sicuri, accettati per potersi esprimere nella sessualità. consiglio di rallentare, si prenda il tempo necessario sperimentando solo quando si sente pronta, ogni pressione causa un blocco ulteriore invece di permettere il pieno godimento dell'esperienza. Le suggerisco anche di conoscere meglio il suo corpo attraverso la masturbazione in modo da avere il tempo e il modo di capire ciò che le piace e poterne parlare al suo ragazzo. Indagare la sua idea sulla sessualità la aiuterebbe a rimuovere i blocchi in modo più efficace e rapido modificando le convinzioni associate a quest'area della vita. Disponibile anche online.
un caro saluto.

dottor Marco Folla

Dott. Marco Folla Psicologo a Trieste

51 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Buongiorno Nico,
la sessualità è una dimensione importante della nostra persona e il lavoro di integrazione accettazione e valorizzazione che dovrebbe crescere al passo con l'età, può subire dei blocchi. I motivi possono essere vari.
Ti incoraggio a non fermarti a questa chatt, ma di aprirti uno spazio di dialogo con un terapeuta che ti possa aiutare a recuperare questa dimensione importante di te.
Ti auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1295 Risposte

719 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20300

psicologi

domande 34000

domande

Risposte 116050

Risposte