Pratiche Bondage per eccitamento sessuale. Consigli riguardo al problema?

Inviata da Simone · 8 ago 2014 Problemi sessuali

Ho 18 anni e provo eccitazione sessuale per una pratica Bondage che è definitva tickling. Consiste nell'essere legato, impossibilitato nel movimento ed essere solleticato. Quando guardo invece porno, non ho alcun tipo di eccitazione. Io ho una ragazza e non abbiamo mai fatto sesso. Però credo sia ora, dato che stiamo insieme da 1 anno e mezzo. Io non ho alcuna intenzione essendo anche un tipo molto timido, di chiederle di attuare tale pratica. Sarebbe una cosa troppo umiliante, per me, per come sono fatto io. Ho letto su internet che potrebbero esserci varie soluzioni a questo problema. La prima è quella di assumere sostanze eccitanti e provare ad avere un rapporto normale, la seconda e quello di rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto in sessuologia, in grado di aggiungere ai gusti sessuali anche i normali preliminari sessuali, in modo da avere una vita sessuale più soddisfacente. Voi cosa mi consigliate in merito al mio problema? Premetto qui che non dispongo di mezzi economici elevatissimi per cui mi sarebbe impossibile, se i costi di tali sedute sono molto elevati, di rivolgermi ad uno specialista. Ho bisogno di aiuto, questo problema mi causa non pochi disagi, voglio risolverlo assolutamente.

Cordiali Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 AGO 2014

Gentile Simone
voglio dirti la mia: parto dal fatto che il sesso e l'erotismo umano hanno radici non solo nell'istinto riproduttivo biologico ma anche (se non soprattutto) nel valore di scambio affettivo all'interno di una relazione, su questi elementi poi si innestano storia personale, esperienze di vita, cultura di appartenenza, elementi estetici , sensibilità personale e soprattutto immaginario intimo...potrei aggiungere altro.
Questo per dire che il "normale" (che non vuol dire nulla in se) in questo settore è una categoria mentale men che meno utile.
Dopo questa piccola premessa passo a dirti che la prima e principale cosa che devi fare è Accettare te stesso a partire da ora e tutto quello che poi avverrà deve avvenire a partire da questa tua attuale condizione.
Pur non sapendo come questo tuo speciale "gusto erotico" sia nato e cresciuto, non di meno ti appartiene. Non te ne vergognare e non ricacciarlo, ciò sarebbe alquanto controproduttivo e deleterio.
Piuttosto il "lavoro" che dovrai fare sarà di espanderlo e completarlo con altre modalità di comunicazione e scambio erotico in modo tale che i tuoi gusti possano comporre nuovi "mosaici armonici" per dare e ricevere felicità e gioia in un sesso creativo che penso la tua partner presente ed eventuali futura possano gradire molto.
Credo che il Lavoro di una eventuale Psicoterapia possa essere di aiutarti in questo senso cioè nell'ampliare il tuo orizzonte sessuale erotico personale e ciò potrà anche giungere a comprendere il sesso "penetrativo" tanto caro ai più.
Ti parlo in questo modo essendo ben a conoscenza di tante sofferenze di tutti coloro che cercano una "naturalità "che non gli appartiene e che hanno finito per essere poi infelici non essendosi accettati.
Invece esistono felicità indubbie in coloro che accettano e promuovono il loro unico modo di essere sempre nel totale rispetto dei partners e nel dogma di non provocare malessere mai e mai forma alcuna di violenza ma solo complicità e amorevolissima condivisione.
Voglio anche dirti che l'accettazione di te stesso è premessa essenziale ad una tua capacità di dialogo esplicativo con la tua ragazza; solo se ti accetti inoltre sarai accettato.
Il mio punto di vista in merito non è unico e anzi mi attengo in particolare a due scritti che sono i miei principali riferimenti:
P.Brukner e A. Finkielkrautil nuovo disordine amoroso editrice garzanti
gloria g.brame w. d. brame e jon jacobs amore percorsi diversi
Sperling e Kupfer Editori
Il problema è che sono libri molto vecchi e forse non si trovano più... peccato sono bellissimi.
Detto questo occorre che tu ti faccia comunque aiutare da un Sessuologo e dovrai cercarne uno che ti convinca come approccio e con cui sentirti molto a tuo agio e con lui stabilire il Piano Terapeutico anche comprensivo di costi sostenibili per te!
Ancora una cosa: non deprimerti e ricorda sempre che il sesso è gioia!
Un caro saluto
Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7405 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Caro Simone,
lei ha 18 anni ed è quindi ancora un adolescente, penso avverta di essere alle soglie di un passaggio importante, ha una ragazza da un anno e mezzo, cioè è coinvolto in una relazione che per il momento però non ha ancora affrontato l’esperienza della sessualità condivisa.
Sente di avere la mente occupata da fantasie masturbatorie, fantasie cioè che non necessitano della presenza di un “altro” da sé” per raggiungere l’eccitazione e il soddisfacimento sessuale.
Probabilmente lei ha utilizzato troppo internet alla ricerca di questo, tenendo separati la relazione con la ragazza e questi aspetti di eccitazione masturbatoria e ora è necessaria una integrazione perché lei possa procedere lungo il cammino di un equilibrato sviluppo emotivo e della sessualità intesa come capacità di relazione profonda con un’altra persona.
Credo potrebbe rivolgersi ai servizi per gli adolescenti della sua città, perché, specie alla sua età, la sessualità non è un problema a sé stante ed è appunto necessaria piuttosto una sua integrazione nella personalità complessiva.
Dott.ssa Laura Garau psicoterapeuta psicoanalista a Livorno e Cecina

Dott.ssa Laura Garau specialista età evolutiva Psicologo a Livorno

16 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Ciao Simone,
Sarebbe importante capire se hai comunque avuto rapporti sessuali prima di questa relazione e come sono stati, comunque il fatto di avere fantasie sessuali anche molto estrose non è certo un problema, soprattutto se palandone con la partner possano essere condivisibili in qualche modo, magari cercando compromessi con lei. Diviene un problema se per te l'eccitamento fosse legato esclusivamente a questa pratica. Il fatto di non avere alternative naturalmente può limitare i tuoi rapporti in ogni senso. Parli poi di tempi relativi all'avere il primo rapporto. Ti ricordo che per questo non ci sono "tempi" da rispettare, ma solo incontro di desideri. Il momento giusto per avere un rapporto sessuale e' solo quello in cui entrambi se ne sente la voglia. Comunque, anche in questo caso, se il fatto di non aver avuto fino ad adesso un rapporto senti che dipende dall'essere vincolato a questa pratica, un percorso di psicoterapia ti sarebbe sicuramente di aiuto nell'affrontare e superare questo problema.
Un saluto
Dott.ssa Serena Mordini

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Buongiorno, non sono sessuologa, quindi per la specificità si riferisca ai colleghi specializzati che le hanno risposto. Come terapeuta di coppia considero il rapporto sessuale l'atto più intimo e profondo di scambio, comunione ed unione tra due persone che si amano. In quel momento prendono tutto dell'altro e danno tutto se stessi. Da una parte le chiedo se ha considerato di fare l'amore con la sua ragazza solo iniziando da questo, concentrandosi sul suo desiderio di lei, del suo corpo e di sentirvi profondamente. Può provare a concentrarsi sul piacere della ragazza e all'eccitazione che riesce a procurarle, mettendo in secondo piano se stesso. Poi mi chiedo come è possibile avere un rapporto intimo con un tale segreto... Se non c'è fiducia nell'amore e nel donarsi all'altro, è molto difficile... Un percorso psicologico individuale può aiutarla a chiarirsi. Le faccio i miei migliori auguri

Stefania Dr Turati Psicologo a Vigevano

21 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Salve Simone, effettivamente un autentico rapporto di coppia non dovrebbe necessitare di mezzi per aumentare l'eccitamento sessuale e questo significa che la piena maturità sessuale dovrebbe avvenire di pari passo con quella affettiva. Chiaramente nell'autoerotismo si rimane bloccati nell'utilizzo di fantasie di cui ci si è serviti, in un modo o nell'altro, nel percorso evolutivo, però il salto di qualità ci è concesso solo quando si entra nella 'dimensione coppia'. Il tuo livello di consapevolezza fa intendere che tu senti importante che ciò avvenga ed è molto probabile che la tua maturazione avvenga nel desiderare quello che desidera la persona che ami. L'abitudine si sa, non è mai una buona compagna, è come 'camminare col vento contro' ed anche peggio, però io credo che se tu ti rivolgi ad uno/a psicoterapeuta sessuologo/a di assoluta formazione psicodinamica, data la plasticità legata alla tua giovane età, potrai trovare la giusta soluzione. Rimango a disposizione per ulteriori ed eventuali comunicazioni.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

687 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Caro Simone, escluderei di risolvere la questione solo attraverso un consiglio on line. Quello che lei riconosce come un problema richiede ben altra attenzioni e cura, a mio avviso di tipo psicologico appunto. Infatti, escluderei almeno in questo momento, la cura farmacologica per evitare di entrare in un circolo vizioso che la renda dipendente dal farmaco. La ricerca del piacere dovrebbe essere un’esperienza da raggiungere in modo naturale e spontaneo. Vista la sua giovane età proverei altre forme di cura mirate più a capire i motivi del suo desiderio.
Un altro aspetto che la invito a valutare bene, riguarda la sua compagna, che credo non debba essere tenuta allo scuro dei suoi gusti sessuali e/o delle sue difficoltà. Una vita di coppia costruita sulla menzogna non genera benessere ma solo sofferenza reciproca. La sua fidanzata potrebbe comprendere o essere sua alleata e comunque dovrebbe lasciarla libera di scegliere cosa è giusto fare per lei nel caso in cui scoprisse incompatibilità con i suoi gusti sessuali appunto.
Infine, per quanto riguarda l'aspetto economico, rischi di essere un buon alibi per non agire, dunque, se lei vuole veramente fare qualcosa si metta nelle condizioni di avere il denaro necessario a curarsi, ad esempio trovandosi anche un piccolo lavoro o chiedendo sostegno ai suoi genitori (non ha detto se vive in famiglia) ai quali può trovare il modo di dire che ha un disagio da risolvere. Rimanere isolato in questa condizione non le apporta alcun beneficio, provi dunque a consultare un terapeuta della sua città ed esponga il problema.
Spero di esserle stato d'aiuto,
Dott. Dario Grugoli
Pinerolo

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

141 Risposte

128 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Egregio signor Simone,
da quanto scrive non la vedo proprio facile. Una valutazione clinica sessuologica specifica potrà darle l'idea dei tempi, dei costi e anche a valutazione conclusa della percentuale di curabilità se non guaribilità del suo disturbo sessuale la cui diagnosi non è possibile farla o azzardarla on line ma solo di persona.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1594 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte