Potrebbe essere philofobia? come uscirne?

Inviata da Angelo il 8 lug 2019

Salve,
Da anni mi trovo a convivere con quella che io credo possa essere un meccanismo di difesa, forse si tratta di philofobia.
Sono un ragazzo di 28 anni, ed è da quando avevo circa 16anni (da quando mi lasciai con la mia ultima fidanzatina) che penso di soffrire di questa ipotetica fobia.
I modi/tempi in cui si manifesta sono sempre gli stessi:

Come nasce?
Prima conosco una ragazza, una collega, una ragazza che vedo spesso in posto X, quasi sempre queste ragazze le conosco solo di vista, oppure pochissimo/niente.
La maggior parte delle volte non le conosco affatto.
Poi nel giro di qualche giorno, inizio a stare male

Cosa provo?
Incomincio ad idealizzare la ragazza, sento che l'ansia aumenta sempre di più quando sono a casa o fuori.
Inizio a farmi film mentali, rimuginio.
Ed inizio ad entrare in una specie di stato depressivo,mi sento spento, e sento di essere in balia di un dolore interiore che non riesco a controllare, che mi impedisce di vivere serenamente la vita quotidiana anche quando sono con amici.
Quasi sempre va a finire che rinuncio a provarci con la ragazza, oppure se decido di farlo (raramente, e pensando di non essere in grado di attrarla) vengo rifiutato, quindi altro dolore.

Fatto strano, sembra che quando mi trovo davanti alla ragazza X, le mie ansie spariscono, e quando invece esco di casa e vedo altre belle ragazze, mi dimentico completamente della ragazza di turno e torno a sentirmi meglio.
Inoltre sono cosciente che a livello razionale tutto ciò è assurdo, e che non posso provare un reale interesse per qualcuna che non conosco.
Ho pensato che questo possa essere dovuto al fatto che durante l'anno, conosco pochissime, se non nessuna ragazza (non frequento l'università/associazioni sportive), perciò tendo a fissarmi sulla prima ragazza carina a portata di mano.

ho deciso di farmi forza, voglio liberarmi di questi blocchi, infatti pratico attività fisica, leggo libri con esercizi sul miglioramento personale e sembrerebbe che la situazione sia migliorata.
Ma quando si presenta una nuova ragazza, ho di nuovo a che fare con questo malessere

Perciò mi chiedo, sono soltanto io, oppure succede anche agli altri ragazzi di stare così male?
Tutto ciò che ho scritto, ha un nome?
cioè è riconducibile alla philofobia,dipendenza affettiva o ad altro?
come si potrebbe migliorare?
immagino anche affrontando la situazione andando a conoscere la ragazza di turno nonostante la paura del rifiuto mi blocchi.



Grazie in anticipo per la risposta

Ps.
Sono già stato in cura con una psicoterapeuta per qualche anno, ma non so per certo fino a quanto sia migliorato.
Da diversi anni purtroppo per motivi economici ho interrotto la terapia e attualmente non posso permettermela.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte