Potrebbe essere agorafobia?

Inviata da Lucrezia Cuttitta · 19 set 2017 Fobie

Buongiorno mi chiamo Lucrezia sono una ragazza di 19 anni e vi scrivo in merito a un evento accaduto proprio oggi: stamane il mio fidanzato mi ha chiesto di andare a Milano. Non essendo pratica della zona (abito in periferia) non appena mi sono sentita rivolgere tale richiesta, mi è salita l'ansia, ho iniziato a piangere, a disperarmi, perchè l'idea di trovarmi da sola in mezzo alla folla in un luogo che non conosco dive non sono mai andata mi terrorizza: mi sono sentita soffocare, come se stando in mezzo a tutta quella folla mi sarei presto sentita soverchiata e schiacciata rischiando di scomparire
Potrebbe essere agorafobia? In caso contrario come sarebbe possibile definirlo? Grazie in anticipo per la disponibilità

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 SET 2017

Cara Lucrezia,
potrebbe trattarsi di agorafobia. Bisognerebbe però approfondire i motivi per cui sono scattate queste immagini catastrofiche. E' la prima volta che le capita?
Resto a sua disposizione
Dott.ssa Nadia Fasano

Dott.ssa Nadia Fasano Psicologo a Vomero

94 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 OTT 2021

Buongiorno.
Sono il dott. Massimiliano Castelvedere, di Brescia. Sono tra quei professionisti che ritengono che il cambiamento personale sia un processo lungo e complicato. Purtroppo non ci sono scorciatoie percorribili e i consigli che uno psicologo potrebbe dare in una chat lasciano il tempo che trovano: non esiste la “bacchetta magica”. Per inquadrare l’eventuale problematica di un paziente serve invece una consulenza approfondita (almeno 4 sedute). A seguire, se nella consulenza si evidenzia un problema significativo, per trattarlo e cercare di risolverlo è necessaria una vera e propria psicoterapia o una psicoanalisi..
Illudersi che si possa fare qualcosa scrivendo in una chat serve solo a perdere tempo e significa che non si è pronti a mettersi in discussione. Se lei è una persona veramente motivata a capirsi e a cambiare, le do la mia disponibilità per fissare un appuntamento (anche online).

Dott. Massimiliano Castelvedere Psicologo a Brescia

744 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 SET 2017

Gentile Lucrezia,
potrebbe considerarsi agorafobia, ma potrebbe essere solo un episodio di ansia di fronte ad una richiesta imprevista e che non si è sentita di affrontare.
Provi a pensare, a distanza di tempo, ad esempio domani, se la stessa richiesta le provoca la stessa reazione.
Rimango a sua disposizione
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1297 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 SET 2017

Gentile Lucrezia,
per formulare una diagnosi è necessario avere più informazioni a disposizione e inquadrarle all'interno della Sua persona. Ad esempio sarebbe utile sapere se è la prima volta che Le accade di provare queste sensazioni e se sono sempre state legate a situazioni simili ...
Per approfondire Le consiglio di rivolgersi ad uno specialista, che La aiuterà ad inquadrare la situazione, individuandone, ove possibile, le possibili cause e fornendoLe delle strategie per ritrovare il Suo benessere.
Restiamo a Sua disposizione per qualsiasi domanda.
Cordialmente.
Dott.ssa Cazzaniga Giovanna e Dott.ssa Passoni Flavia Dir. Centro Synesis Psicologia
Carnate (MB), Arcore (MB), Cagliari (CA)

Synesis Psicologia® Psicologo a Carnate

103 Risposte

31 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2017

Cara Lucrezia,
potrebbe trattarsi di agorafobia o, comunque, una sintomatologia tipica dei disturbi legati all'ansia. Tuttavia bisognrebbe analizzare meglio i motivi che l'hanno spinta ad avere questa reazione e questi sentimenti.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

430 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2017

Gentile Lucrezia,
Lei pensa immediatamente alla diagnosi, forse potrebbe essere agorafobia oppure altro.
Questa difficoltà in genere si riferisce a tutte le situazioni in cui la persona teme di sentirsi male negli spazi aperti o ancora quando lontana da casa. In questo caso l'abitazione viene vissuta come rifugio e luogo sicuro.
Lei è una persona autonoma? Si definisce indipendente?
Resto a disposizione
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2771 Risposte

2361 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2017

Gentile Lucrezia, potrebbe essere... dico potrebbe in quanto l'agorofobia fa riferimento alla paura degli spazi aperti e si contrappone alla ben più nota claustrofobia ( che fa riferimento agli spazi chiusi ). Nel suo caso potrebbe essere anche una fobia sociale ( che riguarda contesti esterni con presenza di persone ). Credo comunque che al dì di là di una precisa definizione del sintomo, sarebbe utile cercare di comprenderne le cause ad esso connesse e il motivo che tale situazione la fa sentire in questo modo. Le cause sono a mio avviso personali e vanno ricercate al significato che tale compito viene da lei attribuito. Un percorso di psicoterapia la potrebbe aiutare a fare maggiore chiarezza in merito.
Se ritiene utile sono disponibile anche in privato
Una buona giornata
Francesco T.

Dott. Francesco Tesser Psicologo a Roncade

57 Risposte

77 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20550

psicologi

domande 34600

domande

Risposte 118150

Risposte