Possibile tradimento in famiglia, come reagire?

Inviata da Marco · 2 set 2015 Terapia familiare

sono un ragazzo di 20 anni e sul cellulare di mio padre ho trovato dei messaggi di escort uomini.
Quando gli ho chiesto spiegazioni mi ha risposto in modo evasivo negando il fatto e dicendomi di aver solo provato a mandare un messaggio, Il mio dubbio nasce dal fatto che non era uno solo.
Non so come affrontare la cosa, se parlarne con mia madre oppure tenermi tutto dentro perchè tanto non posso cambiare ciò che è successo ma ho paura delle conseguenze sia per me che per la famiglia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 SET 2015

Gentile Marco,
confusione e preoccupazione per la sua famiglia sono assolutamente legittimi ma forse coinvolgere direttamente ed immediatamente sua madre potrebbe essere disfunzionale. è innanzitutto bene che lei comprenda come sono andate e come stanno le cose e potrà farlo solo riaffrontando la questione con suo padre. Si conceda l'opportunità di dialogare con lui tranquillamente e senza giudizio e alla luce di ciò decida come muoversi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 SET 2015

Caro Marco,ti consiglio di dimenticare l'accaduto e di non sbirciare più nel cellulare di tuo padre. La sua vita privata non ti riguarda ne tanto meno devi farti carico del rapporto di coppia dei tuoi genitori.

cordiali saluti
dott. Alessandro Bertocchi (bo)

Dott. Alessandro Bertocchi Psicologo a Bentivoglio

93 Risposte

144 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2015

Buonasera Marco, credo che trovarsi in una situazione come la Sua, sia una delle peggiori per un figlio. Inoltre, Lei è stato anche molto coraggioso a parlarne direttamente con Suo padre. Quello che Le vorrei trasmettere è che si è preso un carico emotivo forse troppo elevato da gestire da solo. In relazione a questo, ma sua madre ne sa o immagina qualcosa o Lei pensa che sia all'oscuro di tutto?. Io, su questo, non ci conterei molto (anche se tutto è possibile), probabilmente, ma è solo una ipotesi, alcuni segnali ha voluto ignorarli per il buon funzionamento familiare o perché non ha avuto il Suo stesso coraggio (molto comprensibile). Ciò che Le consiglio è di parlare tutti quanti di questa faccenda e, se non chiarita, di intraprendere un percorso terapeutico di tipo familiare. questo perché, appena ho letto che Lei ne ha parlato con suo padre mi è arrivato subito un senso di "inversione di ruoli" (La prenda sempre come una mia ipotesi). Locuzione tecnica per dire che in quel momento relazionale, Lei fungeva da padre e Suo padre da figlio, ed infatti, si è un pochino, giustificato proprio come farebbe un figlio. Infine, credo che sia necessario (anche se magari Lei vorrebbe proteggerla, eventuale altra inversione di ruoli) rendere partecipe attiva anche Sua madre.
Cordiali saluti,
dott. Massimo Bedetti

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

712 Risposte

1046 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2015

Caro Marco,
le sue parole mi trasmettono spavento e angoscia.
Un figlio vorrebbe sempre avere conferma che i suoi siano dei perfetti genitori, perfetti uomini e perfette donne. E talvolta invece, questi umanamente ci deludono.
Accogliendo il suo sentire negativo, non credo esista una risposta giusta alla sua domanda.
Ma il valore che l'accaduto ha per lei potrebbe fare la differenza.
E' innegabilmente un peso molto grande da portare dentro a 20 anni, così come credo lo sia pensare che dal suo parlare possa dipendere tutto l'equilibrio familiare.
Forse è addirittura troppo.
Può pensare di parlarne con sua madre o meno, ma valuti innanzitutto la soluzione migliore per alleggerirsi.
A volte la condivisione mette in atto un confronto ed una vicinanza emotiva molto grande.
Spero trovi la via che le è più congeniale.
Le auguro una buona giornata
Dott.ssa Maura Grazioli
psicologa clinica dell'infanzia, adolescenza e famiglia

Dott.ssa Maura Grazioli Psicologo a San Giorgio a Cremano

6 Risposte

6 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2015

Buongiorno Marco
accolgo la sua confusione e sconcerto. Scoprire aspetti intimi delle persone vicine a noi, in particolar modo dei genitori, ha un forte impatto emotivo. Improvvisamente è come se ci trovassimo a fare i conti con una persona nuova, mai conosciuta, o meglio mai concepita al di fuori del ruolo paterno, in cui l'aspetto legato alla sessualità viene tendenzialmente annullato. Ora lei, caro Marco, si è trovato a fare i conti non solo con la vita sessuale di suo padre, ma con un presunto tradimento.
Probabilmente il suo andare ad indagare su aspetti intimi e privati di suo padre, nasce da una condizione di malessere che lei sta vivendo all'interno del suo contesto familiare. Ci sono stati episodi che l'hanno portata ad avere dei sospetti? Oppure è stata una casualità? Le riconosco il coraggio nell'aver chiesto a suo padre delle spiegazioni e la rabbia che prova sia per l'accaduto sia per il fatto che suo padre le abbia mentito. Anche l'aspetto della menzogna, immagino sia stato un elemento significativo del suo chiedere a delle figure esperte un parere.
Ritengo che ci siano tre aspetti fondamentali: uno strettamente legato alla vita di coppia dei suoi genitori, uno legato al rapporto tra lei e suo padre ed uno legato al rapporto tra lei e sua madre.
Rispetto a lei e suo padre le suggerisco di trovare uno spazio per confrontarsi con lui, non tanto sull'episodio in se, ma sull'impatto emotivo che ha avuto, compresa la bugia e la negazione. Lei ha 20 anni ed è abbastanza adulto per avere un confronto maturo e costruttivo. Non lasci che la rabbia e il giudizio possa interrompere la comunicazione tra di voi, anzi la utilizzi come aspetto nuovo per aprire un nuovo spazio di relazione. Provi ad essere il più sincero possibile, questo potrebbe aiutare suo padre a parlare dell'accaduto e a potergli fornire chiarimenti, che lei come figlio ha diritto di avere.Potrebbe consigliare a suo padre di farsi aiutare da qualche professionista per mettere chiarezza e comprendere cosa sta accadendo. Ovviamente è importante che sia suo padre a parlare con sua madre, queste questioni riguardano la coppia.
Un cordiale saluto
Dott.ssa Raffaella Celi

Dott.ssa Raffaella Celi Psicologo a Milano

10 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2015

Posso comprendere pienamente il suo disagio. Ad un figlio non può far piacere una situazione come questa. Non è solo una questione di imbarazzo, ma compromette l'immagine ideale che una persona si fa dei propri genitori. La questione riguarda comunque i suoi genitori come coppia e non lei direttamente. Darle un consiglio è difficile, ma forse non è opportuno che lei parli con sua madre se prima non va a fondo con suo padre e non chiarisce con lui il suo disagio di avere scoperto una cosa del genere. In questo momento la questione riguarda lei e suo padre. Non aggiungerei conflittualità ad altra conflittualità. Un saluto affettuoso.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 SET 2015

Gentile Marco,
forse non è stata proprio una cosa indovinata e corretta andare a spiare sul cellulare di suo padre, però dal momento che lo ha fatto ed ha chiesto spiegazioni per ciò che ha letto, avrebbe potuto ribattere che la sua risposta non era molto chiara e che lei gradirebbe possibilmente maggiore chiarezza.
Può darsi che suo padre nonostante il comprensibile imbarazzo dica di più ma può anche darsi che si rifugi nella negazione o mistificazione.
Credo che lei possa restituirgli anche il suo di imbarazzo per ritrovarsi come figlio in questo tipo di situazione.
Riguardo al fatto poi se informare o meno sua madre della faccenda è difficile darle un consiglio senza conoscere il carattere e la personalità di sua madre dando per scontato che lei non abbia già sospetti o addirittura consapevolezza su questa cosa.
Per quanto sia comprensibile il suo sconcerto e la sua confusione relativamente a questa faccenda, non deve dimenticare che sono pur sempre cose che riguardano i suoi genitori come coppia e non lei come figlio e forse potrebbe anche essere una scelta di opportunità quella di non intromettersi.
Cordiali saluti
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6942 Risposte

19279 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 SET 2015

Caro Marco,
è leggittima la sua confusione e altrettanto la sua preoccupazione per la sua famiglia. Ne riparli con suo padre, chiedendo chiarezza. Si ponga nei confronti di suo padre senza giudizio altrimenti rischierà di ricevere una verità distorta per autodifesa.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 SET 2015

Gentile Marco,
se la questione le sta a cuore e crede che il confronto con suo padre non sia stato sufficientemente chiaro può riprendere lei il discorso, manifestando tutto il suo disagio in merito alla mancata chiarezza.
I miei auguri di ogni bene.
Dott.ssa Fabiola Santicchio

Dott.ssa Fabiola Santicchio Psicologo a Potenza

18 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte