Persone possano avere delle esigenze che vadano fuori dal matrimonio

Inviata da Giudi · 30 ott 2013 Terapia di coppia

Buongiorno avrei bisogno di un consilio, sono sposata da quasi 10 anni e dopo la nascita dei figli il mio matrimoni è entrato in crisi perchè ho dedicato più attenzione ai figli che a mio marito. Poi si è verificato un tradimento diciamo virtuale di mio marito che per un'anno con una sua collega di lavoro. dopo aver scoperto il tutto abbiamo intrapreso anche un percorso di terapia di coppia per capire dove stavano i problemi. Io ben chiara la situazione ma non riesco più a fidarmi di lui. perchè a seguito di ciò che ho scoperto ho cercato di ripagarlo con la stessa moneta con un altro ragazzo tutto ciò dovuto dalla rabbia iniziale. comunque ho vissuto questo fatto come una cosa positiva perchè ci ha dato modo di risvegliare il nostro matrimonio,ci stiamo ritrovando come coppia. l'unico problema è che non riesco a lasciare andare quel ragazzo .... mi sento cambiata e mi sento "sprecata" con un rapporto a due. Cosa dovrei fare? è cambiata la mia idea sull'amore penso che le persone possano avere delle esigenze che vadano oltre la coppia....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 NOV 2013

I tradimenti, anche quelli subìti, mettono in luce spesso le esigenze di entrambe i coniugi.
L'amante assolve alla funzione di "terzo" e cioè di colui/colei che permette alla coppia di non affrontare le problematiche insite tra i partner, vuoi siano di comunicazione, di intimità etc.
Il tradimento tuttavia, costituisce una grave ferita dell'Io, (della nostra parte più intima e della nostra autostima), per questo soventemente ci sentiamo di dover "ripagare con la stessa moneta".
Il rischio, è che poi ci si affezioni troppo all'"oggetto transizionale", cioè il terzo che funge da collante.
Il fatto che lei non riesce a lasciarlo andare, può essere ricondotto in via del tutto ipotetica, al fatto che senza questo terzo, lei sarà costretta ad affrontare una fase che lei non ha affrontato e cioè la sofferenza per ciò che è accaduto, la delusione, il fallimento e la ferita narcisistica (della sua autostima di donna).
"Crescere" non è facile per nessuno, nè per lei, nè per suo marito e spesso un bambino, mette proprio in luce questi limiti.
Se lei avesse avuto chiara la situazione attraverso la terapia di coppia, ora non si troverebbe in questo punto di stallo.
Per questo se vi siete trovati bene, è il caso di ritornare oppure di affrontare lei un percorso, che la aiuti a comprendere l'origine dei suoi dubbi.
Il fatto che lei cerchi da noi un assoluzione rispetto al suo intrinseco senso di colpa, chiedendoci se E' LECITO AVERE ESIGENZE FUORI DALLA COPPIA, fa comprendere che lei stia cercando una via molto veloce di ADATTAMENTO più che di reale risoluzione del conflitto.
L'amore è differente dall'innamoramento ed è per questo che non può separare la coppia coniugale, dall'innamoramento con il suo amante.
Vi è una scissione interna, che alla lunga la porterà a separarsi sempre più dai suoi sentimenti reali e dalla sua integrità.
Non abbia timore di chiedere aiuto anche personalmente.
Ci sono molti terapisti di coppia o comunque specializzati nella relazioni affettive, tra noi professionisti qui sulla guidapsicologi.

Un grande in bocca al lupo
Saluti
D.ssa Michelini

D.ssa Silvia Michelini Psicologo a Roma

162 Risposte

147 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 NOV 2013

Cara Giudi,
comprendo come questa situazione possa essere difficile per lei. L'altro ragazzo è difficile da lasciare anche perché, immagino, rappresenti un appoggio, un supporto a fronte dei timori e della paura che prova nell'investire in un rapporto che in passato le ha causato sofferenza.
Dovrebbe chiarire se queste esigenze "che vanno al di là della coppia" non siano frutto di queste paure. Questa tematica e il problema di fiducia che è alla base del rapporto con suo marito, vanno approfonditi in un contesto terapeutico, magari che vi coinvolga entrambi.
Un cordiale saluto.
Dott.ssa Roberta Di Luca- Collaboratrice Es Psicologia

Es Psicologia Psicologo a Teramo

11 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Gentile Giudi,
la situazione sia di coppia sia sua individuale sembra dalle sue parole molto delicata, con un problema di fiducia reciproca alla base. Le suggerirei di rivolgersi al terapeuta che vi ha seguiti in passato e che conosce la situazione pregressa, in modo da affrontare con lui questo nuovo periodo di difficoltà sua personale in un primo momento ed eventualmente coinvolgere poi di nuovo suo marito. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

477 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Gentile sig. ra Giudi, che cosa intende: mi sento sprecata per un rapporto a due? Emozioni contrastanti possono essere naturali all'interno di una coppia che reciprocamente deve ritrovarsi. Entrambi avete vissuto emozioni ed esperienze con persone diverse, che hanno portato anche nuove visioni della coppia. Ma a questo punto porrei nuovamente delle domande alla Sua terapeuta per capire le Sue reali esigenze personali e successivamente anche quelle della coppia matrimoniale. Significativa è la frase in cui Lei accenna al fatto in cui si sente cambiata e diversa.
Cordialmente
dott.ssa Michela Morin

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2013

Buongiorno gentile Signora,
il consiglio è di rivolgersi al terapeuta che la conosce - e conosce la vostra situazione - per intraprendere dei colloqui individuali dove analizzare il suo conflitto relazionale. Se tutto è partito dal tradimento virtuale di suo marito è pur vero che lei stessa ha trovato un altro compagno reale e dunque la problematica della fiducia reciproca è attiva nonostante il vostro desiderio di rivivervi come coppia nel matrimonio.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2839 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2013

Gentile Giudi, leggendo la sua lettera mi sembra di cogliere diversi aspetti poco coerenti tra loro come ad esempio il fatto che lei riporta riguardo al ritrovarsi come coppia. Lei è suo marito state rilanciando la vostra coppia ma allo stesso tempo dice di non riuscire a fidarsi di lui, in seguito al tradimento. Penso che perché una coppia ci sia dovrebbe esserci la fiducia nell'altro e la fiducia che l'altro possa venire incontro a quelli che sono i nostri bisogni. Forse potrebbe riflettere con il terapeuta già conosciuto, alla luce di questo, sul motivo per cui vuole recuperare con suo marito ma allo stesso tempo avere un altro uomo, su cosa trova di bello in suo marito e nel suo amante.
Cordialmente.
Dott.ssa Giovanna Stecca

Dott.ssa Giovanna Stecca, Psicologa Psicologo a San Donà di Piave

14 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2013

Buongiorno Giudi
ho letto con attenzione la tua lettera e mi pare che, in fondo, tu non voglia rinunciare a nessuno di questi due uomini. Dici che con tuo marito vi state ritrovando come coppia ma evidentemente per te non è sufficiente. Non mi è chiaro quale sia il motivo di questa tua insoddisfazione nei confronti della vita matrimoniale. Forse dovresti capire bene a che punto è il tuo matrimonio e se è ancora ciò che tu vuoi. Il fatto che tu ti senta sprecata per un rapporto esclusivo a due con l'uomo che hai sposato e con il quale hai due figli, dice molte cose del tuo cambiamento.
Forse parlandone con un terapeuta potresti gestire meglio questo tuo cambiamento, senza dimenticare le tue responsabilità verso te stessa ma anche versola tua famiglia.
Un caro saluto
Dott.ssa Simona Loi Zedda

Simona Loi Zedda Psicoterapeuta Psicologo a Cagliari

21 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2013

Gentile signora Giudi,
l'afferenza alla psicoterapeuta in occasione della crisi matrimoniale potrebbe essere utile anche ora se è stata utile allora: si tratta di ricontattarla. IL PROBLEMA NON è SE LE PERSONE POSSONO AVERE "ESIGENZE" ma sono i suoi tormenti in relazione ad un impegno spontaneamenbte assunto da lei forse 2per fargliela pagare..." e la gestione della attuale situazione di coppia
dr Paolo Zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine (friuli vnezia giulia)

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1587 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2013

Gentile Utente,
sarebbe il caso di discutere di queste sue perplessità all'interno della terapia che avete intrapreso. Il tradimento talvolta è un segnale per indicare che c'è qualcosa che non va nella coppia e questo suo modo di reagire non fa altro che alimentare ulteriori incomprensioni. Se non riesce a fidarsi di suo marito non è detto che alimentando un'altra relazione le sue insicurezze possano venir meno.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

766 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte