Perdita memoria a vent'anni + pensieri suicidi

Inviata da Toto rima · 9 apr 2021

Salve, mi chiamo Paolo, ho vent'anni e da 3 mesi a questa parte sono entrato in un loop da cui non riesco ad uscire.
Tutto è iniziato quando a fine febbraio mi sono totalmente scoraggiato non riuscendo a studiare per il terzo esame universitario. Da lì ho messo in dubbio tutto: dall'università sono passato al mio futuro, non trovando soluzione sono passato a dubitare delle mie capacità, arrivando alla fallacita della mia memoria e da lì, alla mia persona. Mi era caduta l'immagine di me che mi ero fatto dalle superiori in poi, perdendo però anche una bella fetta di ricordi e informazioni.
Dalla fine dell'esperienza universitaria ho frequenti leggeri attacchi di ansia scatenati dal pensiero del mio futuro e della mia persona.
Da quel momento in poi mi sono affossato: è da tre mesi che sono a casa, non esco quasi mai, ho pensieri negativi (non ho memoria, sono stupido, sono ignorante, non ho futuro), mi faccio male sbattendo la testa sul muro o mordendomi la mano, non parlo praticamente mai: essendo praticamente a casa e non parlando quasi mai con i miei, non ho più utilizzato la parola tanto che wjsndo dovrei parlare con amici o parenti non so mai cosa dire, non mi vengono in mente frasi di senso compiuto, tanto che sto quasi perdendo gli amici!
Ho pensieri suicidi sapendo che non avrò un bel futuro lavorativamente parlando. Ho un io critico che martella continuamente e non mi lascia scampo.
Poi ho preso brutte abitudini: ho iniziato a fumare, a mangiare a sbaffo cibo spazzatura, a pensare continuamente che non ho memoria, a immaginarmi la mia morte buttando i da un ponte.
Ciò mi provoca un sacco di disagio: sono partito lasciando l'università e non sapendo cosa fare per il futuro, arrivando a perdere la memoria,non riuscendo a parlare correttamente con nessuno, arrivando ad odiare la mia vita in quanto non riesco a ricordare eventi passati, cose che mi dicono, esperienze passate, cose che leggo.
È come se avessi il. Cervello totalmente spento: passo un sacco di tempo a cercare possibili cause online ma non trovo nulla.
Scusate il. Papiro ma con ciò non sto vivendo, sto solo esistendo.
posso chiedervi qualche consiglio? Ho chiesto al mio dottore di base e mi ha fatto fare gli esami del sangue ma sono risultati totalmente perfetti.
Chiedo consiglio a voi, grazie dell'attenzione e del vostro tempo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 APR 2021

Gentile Paolo,
le cause dei disturbi che lei ha descritto sicuramente non sono su base organica ma psicologica e sono molteplici : il crollo dell'autostima a seguito della difficoltà universitaria, l'isolamento dovuto alla pandemia, la tendenza alla depressione e all'autolesionismo hanno preso il sopravvento facendola demoralizzare e perdere i pensieri positivi e l'ottimismo.
Urge un percorso di sostegno psicologico e analisi del suo malessere per riconquistare la serenità perduta.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7508 Risposte

21020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2021

Gentile Paolo, ho letto attentamente quanto scrive e il suo disagio crescente.
A vent'anni si sta in mezzo al processo di individuazione di chi si è, di chi si vuole diventare e di separazione dalle figure genitoriali per costruirsi appunto come individuo unico. Tutto questo inizia generalmente con l'adolescenza, non è un processo facile e può portare a tentare più strade per capire le proprie risorse, competenze e potenzialità.
Lei ha iniziato l'università e di fronte forse ad un primo scoglio (assolutamente normale in ogni percorso di studi!) ha dubitato di sé, di non riuscire e si è ritirato rinunciando.
Questo momento storico legato alla pandemia è davvero difficile, la chiusura relazionale, l'isolamento che ci viene imposto ci ha chiusi molto di più dentro casa e se c'era un disagio esso rischia di amplificarsi, se non si cerca ogni giorno di trovare il proprio benessere, anche con piccole cose.
Pensieri negativi su di sé, svalutanti, di fallimento sono comprensibili ma a mio avviso andrebbero indagati, contestualizzati e ridimensionati.
Lei dice di non saper più parlare, di avere perdite di memoria che non comprendo bene.
La memoria, ad esempio in ciò che si studia, è condizionata dalla nostra capacità di attenzione e concentrazione e se pensiamo di non valere niente, che tanto siamo degli incapaci, se abbiamo livelli alti di ansia sicuramente non riusciamo a memorizzare bene.
Rispetto a non saper parlare posso dirle che per iscritto ha dimostrato di riuscire ad esprimersi.
Ritengo che richiedere un aiuto psicologico da uno psicoterapeuta possa aiutarla a riprendere in mano la sua vita, a ritrovare delle prospettive perché è molto giovane e può assolutamente riuscire a stare meglio.
Se non ha al momento le risorse economiche per pagarsi una psicoterapia ne parli con i suoi genitori, che potrebbero aiutarla, oppure può rivolgersi al Consultorio Familiare pubblico territoriale.
Se invece volesse intraprendere un percorso privatamente, anche online, io sono disponibile.
Non si scoraggi, in bocca al lupo.
dott.ssa Raffaella Ramazzotti
psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale
istruttrice di interventi basati sulla Mindfulness

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

73 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 APR 2021

Buongiorno Paolo,
se i suoi esami vanno bene possiamo escludere origini prettamente fisiche e quindi dobbiamo andare ad analizzare ed indagare delle eventuali origini psicologiche. A questo proposito sarebbe utile avviare un percorso di aiuto psicologico per poter comprendere cosa accade dentro di lei e capire da dove nascono queste sue problematicità al fine di costruire una maggiore consapevolezza della propria vita e delle proprie esperienze.

Resto a disposizione.
Dr Giancarlo Gramaglia.

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

695 Risposte

330 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 APR 2021

Carissimo, mi scusi, ma la sua richiesta non è molto chiara. A parte il disagio psicologico che sta vivendo, per il quale le assicuro, si può fare qualcosa, senza bisogno di arrivare al suicidio, lei ha problemi di memoria e / o di linguaggio? Mi faccia capire bene. Questi ultimi quando si sono presentati? Ne ha parlato col n il suo medico curante? . Io resto a disposizione quando vuole anche on line.
Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

665 Risposte

314 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 APR 2021

Buongiorno Paolo,
ciò che è accaduto a livello mondiale ha portato a cambiamenti di vita che hanno influito negativamente sulle abitudini e la psiche di tutti noi.
Ho letto attentamente la tua tristezza e la tua disperazione.
Non ha senso fare diagnosi online, ma il tuo sentire parla di un mal di vivere che però si può risolvere.
Ti CONSIGLIO VIVAMENTE di iniziare un percorso PSICOTERAPEUTICO con un collega (anche online), di farti sostenere e aiutare a risollevarti da questa apatia.
Si può, ce la fai, ma devi decidere di essere ATTORE della tua vita, non passivo spettatore degli effetti della pandemia sul tuo umore.
Fidati, la rinascita è li, davanti a te..
Per qualsiasi esigenza sono disponibile, anche tramite colloquio online
Cinzia Moleri
Psicologia, Psicoterapeuta, Psiso-Oncologa
Naturopata esperta in tecniche di rilassamento

Dott.ssa Cinzia Moleri Psicologo a Sarnico

108 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29650

domande

Risposte 100800

Risposte