Perchè una mamma sta in classe con sua figlia?

Inviata da sonia. 16 mag 2015 6 Risposte  · Psicologia infantile

Buongiorno, sono una mamma di due bambini di 10 e 13 anni, inoltre sono una rappresentante di classe e di Istituto, vorrei informazioni riguardanti una mamma di seconda elementare che sua figlia non vuole andare a scuola, fa i capricci. Se la bambina piange o la lascia a casa (è rimasta a casa ottobre, novembre e dicembre) o la porta alle 9,00 (la scuola comincia alle 8,05) oppure il più delle volte sta in classe con la bambina , il dirigente scolastico è a conoscenza ma cerca di agevolare la mamma. Volevo sapere c'è una legge che vieta questa cosa? Le mamme della classe non ne possono più, c'è una distrazione dei bambini, e oltre tutto le maestre non lavorano bene. La ringrazio e attendo notizie

scuola , mamma

Miglior risposta

Buongiorno Sonia,
le confermo che una mamma non può stare in classe, perchè si tratta di un elemento di disturbo in un gruppo che non contempla assolutamente la presenza di un genitore.
Le suggerisco pertanto di parlarne con il dirigente scolastico, che dovrà invitare la signora a prendere contatti con un terapeuta e a richiedere, eventualmente, la presenza di un insegnante di sostegno, come previsto dalla normativa.
Cordiali saluti
Dott.ssa Loredana Aiello

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sonia, confermo che la mamma della bimba non può stare in classe. Inoltre non potrebbero essere consentiti mesi di assenza e entrate e uscite ripetute a discrezione di singoli bisogni delle famiglie o degli alunni. Sarebbe utile l'intervento di uno psicologo scolastico, che ogni scuola dovrebbe avere, almeno in attività libero professionale. Lo psicologo dovrebbe poter lavorare sia con i genitori della bimba che con gli insegnanti ed essere in contatto col dirigente rispetto alle situazioni come questa. Si possono prevedere anche alcuni colloqui con la bimba con autorizzazione scritta dei genitori.
Io lavoro come psicologa per istituti comprensivi della mia Regione e in linea di massima questa é la direzione di lavoro.
Spero di esserle stata di aiuto.
Saluti.
D.ssa Barbara Paolinelli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2015

Logo Dott.ssa Barbara Paolinelli Dott.ssa Barbara Paolinelli

42 Risposte

33 voti positivi

Buongiorno Sonia,
la presenza di una mamma in classe va ad ostacolare l'obiettivo di crescita e distacco del bambino e a confermarlo c'è la normativa.
Quello che le suggerisco di fare, in qualità di rappresentante di classe e di istituto è di parlare nuovamente con il dirigente scolastico che dovrà, insieme alle maestre aiutare la signora a rivolgersi ad un terapeuta familiare che aiuti la mamma ad elaborare il distacco dalla figlia per il bene di una sana evoluzione del loro rapporto.
Cordiali saluti
Dott.ssa Virginia Verbicaro

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2015

Logo Dott.ssa Virginia Verbicaro Dott.ssa Virginia Verbicaro

4 Risposte

1 voto positivo

Gentile Sonia,
la presenza di genitori nella classe non è prevista e non dovrebbe essere consentita. Approfondire la questione con insegnanti e dirigente scolastico è assolutamente indispensabile sia per la classe che inevitabilmente è condizionata dalla presenza di un elemento distrattore che per la bambina in questione che in questo modo non affronta e nè risolve le sue problematiche. Insieme ed eventualmente con la consulenza di un professionista potrete identificare la soluzione migliore per tutte le parti chiamate in causa
Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2015

Logo Dott.ssa Stefania Valagussa Dott.ssa Stefania Valagussa

251 Risposte

1028 voti positivi

Salve,
per quanto riguarda la mia esperienza, questo non è il giusto metodo per aiutare la bambina e gli 'operatori', compreso il preside, dovrebbero saperlo. Se anche le attività scolastiche ne vengono condizionate, a maggior ragione la cosa dovrebbe essere segnalata attraverso gli organi competenti: - Riunione insegnanti con i genitori - Collegio docenti (presente il preside) e richiesta del parere degli operatori socio-sanitari in servizio nel plesso scolastico. Personalmente sono negativamente incuriosita da come la soluzione di una problematica nel contesto scolastico venga affidata ad una madre che avrebbe bisogno di una consulenza psicologica per poter svolgere degnamente il proprio ruolo. Spero di essere stata sufficientemente chiara e comunque resto a disposizione per ulteriori comunicazioni.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2015

Logo Dott.ssa Carla Panno Dott.ssa Carla Panno

1057 Risposte

608 voti positivi

Gentile Sonia,

confermo ulteriormente quanto detto dalla collega, la dott.ssa Loredana Aiello, la mamma non può stare in classe, perchè elemento di disturbo del gruppo classe.
Il dirigente scolastico dovrebbe prendere provvedimenti in merito e la mamma dovrebbe cercare di capire perchè non riesce a lasciare la figlia sola in classe.

Saluti

Dott.ssa Monica Salvadore

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2015

Logo Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta

369 Risposte

834 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Perché mia figlia chiama tutti mamma?

2 Risposte, Ultima risposta il 19 Aprile 2018

Come fare con mio figlio che disturba in classe?

8 Risposte, Ultima risposta il 24 Novembre 2014

Mia figlia di 6 anni parla tropo e disturba in classe

6 Risposte, Ultima risposta il 10 Novembre 2016

Problemi con genitori dei compagni di classe di mia figlia

4 Risposte, Ultima risposta il 30 Giugno 2014

Perchè cerca sempre la mamma

3 Risposte, Ultima risposta il 20 Dicembre 2016

Perché bimba di 16 mesi preferisce la zia alla mamma?

3 Risposte, Ultima risposta il 11 Gennaio 2017

Perché un bambino di 4 anni che rifiuta la mamma?

2 Risposte, Ultima risposta il 28 Novembre 2014

Se le mamme dei compagni di classe ti ignorano, cosa si può fare?

2 Risposte, Ultima risposta il 30 Giugno 2016