Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché sono ossessionata dal mio ex?

Inviata da Sofia il 10 nov 2014 Disturbo ossessivo compulsivo

buongiorno, sono stata fidanzata per due anni col mio migliore amico; l' ho considerato la mia anima gemella; era ed è la persona migliore che io abbia mai conosciuto; un ragazzo molto alla vecchia maniera, che mi ha sempre corteggiata e fatta sentire speciale e bella sia fuori che dentro; l' ho amato con tutto il mio cuore, da impazzire; mi è stato affianco in un periodo tremendo in cui ho perso la mia mamma e lui oltre a darmi le attenzioni da fidanzato ha saputo darmi quelle che mi son venute a mancare; tra noi si è creato un legame fortissimo, e nonostante la nostra giovane età (allora avevamo 18 anni) vivevamo in simbiosi. Purtroppo ad un certo punto io ho sentito un fortissimo bisogno di stare da sola e di dedicarmi più a me stessa (prima di lui avevo già avuto una relazione di due anni) così l' ho lasciato. Per mesi lui non ha mollato il colpo e ha cercato di riconquistarmi in tutti i modi, ci abbiamo anche riprovato ma per me era troppo presto; così in questo anno mi sono divertita e svagata, fin quando due mesi fa mi sono accorta che non posso stare senza di lui, è la mia sicurezza, la mia metà, il mio amore; purtroppo però la situazione ora è ribaltata ed è lui a volere i suoi spazi ma io non riesco ad accettare la cosa, ne sono ossessionata, vivo ogni giorno con l' ansia di non riaverlo più e non riesco proprio ad accettare la cosa perchè non può essere vero che il nostro legame si sia spezzato. Ora voglio fare come ha fatto lui, cercare di riconquistarlo e non mollare perchè credo ancora in noi, ma non posso andare avanti ad esserne così ossessionata e a ruotare le mie giornate intorno a lui facendomi venire forti ansie; la prego mi dia qualche consiglio, Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Sofia
di solito quando poi iniziano questi "tira e molla" io ti lascio e tu mi lasci ecc. L'Amore diventa quasi incalzante, prende tutto lo spazio mentale e lo mette in risonanza con emozioni molto forti.
Ho detto l'Amore, ma forse non è solo Amore, infatti l'amore è paziente e sa attendere, sa aspettare sa rispettare profondamente l'altro, anche il suo allontanarsi perché ferito , anche la sua voglia di non ritornare.
L'Amore non vuole tutto e non vuole per forza é silenzioso.
Qui vedo un certo senso del "possesso" (il "senso del possesso che fu pre-Alessandrino" come dice Battiato in una sua canzone).
Vedo senso del possesso, nostalgia di qualcosa di meraviglioso che si pensa non esserci più.
Spesso nei confronti delle relazioni occorre essere più calmi e soprattutto saper capire che una persona ferita non tornerà subito ad aprirsi.
Ha bisogno delle sue fughe .
Più che fare qualcosa io cercherei di mettermi in ascolto della mia interiorità per comprendere bene se davvero questo ragazzo è quello che voglio.
Se lei saprà aspettarlo e, casomai, ascoltare anche lui in profondità se lui vorrà dirle qualcosa...se vorrà rispondere a qualche sua domanda... Se saprà fare questo forse si aprirà una piccola via...magari percorribile...
Questo penso io.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6788 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sofia,
mi commuove sentire la tua esperienza intrisa di sentimenti così importanti che ti riconducono, dopo un 'fisiologico' momento di emancipazione a scoprire i valori di una relazione che secondo il principio di una inesorabile realtà, è diventata 'passato'.
Ritengo che tu abbia immediato bisogno di un sostegno psicologico per elaborare un lutto così pesante. Non è detto che col tempo anche il tuo ragazzo non possa provare quello che ora senti tu, ma per ora l'unica alternativa a tua disposizione e che seriamente dovrai prendere in considerazione è occuparti del tuo stato con una guida a fianco. Resto a tua disposizione comunque.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sofia, concordo con lei che non possa andare avanti con questo malessre, nell'attesa che la situazione cambi. Darle dei consigli paratici penso che alla fine non produrrebbe alcun risultato. Occorre che lei faccia chiarezza dentro di sè, cosa ha rappresentato questo ragazzo per lei, perchè ha sentito il bisogno di staccarsi da lui, per quale motivo solo nel momento in cui lui "ha mollato il colpo" ha sentito di non poterne fare a meno. Si rivolga ad un bravo psicoterapeuta, può aiutarla a chiarire questi aspetti.
Saluti
Maria Rita Milesi
Psicologa Psicoterapeuta a Bergamo e a Milano

Dr.ssa Maria Rita Milesi Psicologo a Bergamo

140 Risposte

187 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19950

domande

Risposte 79450

Risposte