Perchè sono in ansia nei confronti della mia relazione?

Inviata da Caterina Martemucci. 8 lug 2019 1 Risposta  · Ansia

Buongiorno a tutti,
Vi scrivo perché ultimamente sono particolarmente tesa nei confronti del mio ragazzo. Vi spiego la situazione nei dettagli (scusatemi se sarò prolissa, ma ho bisogno di un aiuto per cercare di capire perché ho queste sensazioni).
Io e lui stiamo insieme da ormai quattro anni, di cui tre vissuti a distanza a causa degli studi, tuttavia non sono stati quattro anni facili, soprattutto gli ultimi due a causa di due rotture volute entrambe da lui in modo improvviso con motivazione “non ti amo più”. Una prima nel dicembre del 2017 e una seconda nel dicembre del 2018, dopo quest’ultima non ci siamo più parlati per tre mesi fino a quando a marzo lui si è fatto di nuovo vivo chiedendomi scusa e dicendomi che mi aveva lasciata perché doveva prima risolvere suoi problemi personali, riguardanti l’università in particolare modo, ai quali ora sembra aver dato un taglio, dicendomi di aver capito che io ero solo la sua valvola di sfogo e l’unica cosa che poteva controllare era la nostra relazione, perciò prendeva quella decisione. Da quando siamo ritornati insieme tutto è diverso, siamo molto più “uniti”, condividiamo molto di più, c’è un affetto profondo che prima non c’era, sento che anche lui è andato incontro ad un cambiamento non indifferente e percepisco tutti i suoi sforzi nella nostra relazione, viviamo con serenità e ci amiamo. Sento che siamo più in simbiosi, siamo entrati in contatto con le nostre rispettive famiglie (cosa che prima assolutamente non esisteva), ci aiutiamo a vicenda per ogni piccolo problema e c’è molto più dialogo di prima.
Il problema attuale, cioè la mia ansia e il mio sentirmi tesa nei suoi confronti, è iniziato Dopo essermi laureata, quando mi sono ritrasferita nella mia città natale in cui anche lui vive, dove resterò per i tre mesi estivi prima di riprendere gli studi magistrali. Purtroppo non so bene da cosa si scatenata la mia ansia, ma mi sono resa conto che è nata anche dal fatto che lui mi abbia detto che probabilmente studierà nella stessa città in cui anche io ho studiato finora. Questo anziché rallegrarmi, mi ha reso ansiosa a tal punto che non riesco a stare più bene con lui. Nella mia testa si affollano pensieri sul fatto che mi lascerà di nuovo, che questa estate qui nel mio paese ucciderà il nostro rapporto. Ho paura che si stanchi di me, ogni suo atteggiamento lo vedo come freddo anche se lui mi assicura che non è così, ma l’ansia è tale da nascondermi la realtà delle cose e io sono stanca di provare queste sensazioni perché so che poi si riversano sulla nostra relazione e ora che andava tutto bene ho paura di rovinare Tutto. Lui non fa altro che rassicurarmi, eppure io vedo freddezza nei suoi atteggiamenti ma probabilmente dipende solo da una mia percezione distorta. Ho paura che mi stia prendendo in giro, che da un momento all’ Altro possa darmi una notizia sgradevole anche se non ce ne sarebbe motivo. Cosa posso fare per stare meglio e non rischiare di uccidere la nostra relazione? Parlarne con lui è troppo asfissiante perché credo lo faccia sentire frustrato perché lui mi da tutto ciò che riesce e può darmi ma io mi sento ugualmente così.

capire

Miglior risposta

Buongiorno Caterina,

non dev’essere facile per lei vivere questo momento di vita carico di tanta tensione e preoccupazione.
Dal suo racconto emerge tutta la paura per il futuro del suo rapporto importante, ma allo stesso tempo anche un buon grado di consapevolezza delle sue emozioni e dei suoi pensieri.
Più volta parla di ansia e non a caso: l’ansia è quell’emozione che ci informa che abbiamo paura di qualcosa che potrà farci male e farci soffrire. Così la sua ansia le sta raccontando quanto per le faccia paura l’avvicinamento fisico con il suo ragazzo.
Nel passato, senza che lei avesse alcun controllo e sentore della cosa, lui l’ha lasciata e queste rotture devono aver procurato delle ferite dolorose. Una parte di lei, forse, ha il timore di avvicinarsi, in parte, perchè è una novità per il vostro rapporto, e tutte le cose nuove, che non sappiamo bene come gestire, spaventano. In parte, è possibile, che per lei la lontananza rappresenti un elemento di sicurezza, rispetto al dolore che ha provato le volte in cui è stata lasciata. Come se le desse maggiore sicurezza gestire il rapporto a distanza, così come ha imparato a gestirlo per 4 anni.
Naturalmente, queste sono possibili ipotesi. L’aspetto importante è che lei possa ascoltare il messaggio che questa sua ansia le sta portando: una parte di lei ha paura di farsi di nuovo male.

Potrebbe prendere in considerazione l’idea di fare qualche incontro di supporto psicologico per fare chiarezza ed ascoltare questa parte di lei molto preoccupata. Può decidere di contattare un terapeuta on line o della sua zona.
Se lo desidera, rimango a disposizione.
Le auguro di stare presto meglio e prendersi cura di questa sua ansia.
Serena Saccà

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Ansia per gli esami, scarsa autostima e confronto con gli altri

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Giugno 2018

Gelosia, ansia, come migliorare la mia relazione ?

2 Risposte, Ultima risposta il 16 Agosto 2017

Ansia improvvisa riguardo la mia relazione... Cosa devo fare?

2 Risposte, Ultima risposta il 08 Aprile 2018

Ansia in una relazione

5 Risposte, Ultima risposta il 17 Ottobre 2018

Ansia e incapacità di gestire una relazione in modo sano

4 Risposte, Ultima risposta il 26 Settembre 2017

Ansia per la relazione

1 Risposta, Ultima risposta il 18 Luglio 2018

Lasciato dalla ragazza perché la viveva con ansia e turbamento.

4 Risposte, Ultima risposta il 24 Giugno 2016

Ansia riguardo a una relazione, come dovrei procedere?

1 Risposta, Ultima risposta il 23 Gennaio 2019

Ansia e dubbi ricorrenti stanno rovinando la mia relazione

5 Risposte, Ultima risposta il 15 Settembre 2015

Ansia fortissima nella relazione

22 Risposte, Ultima risposta il 21 Febbraio 2015