perchè sono così insicura

Inviata da zoe · 1 feb 2018 Autostima

Buongiorno.

Ho 29 anni, lui 32, ci siamo conosciuti all'università. Lui stava attraversando un periodo difficile, la morte di suo padre. Gli sono stata vicina prima da amica e poi come fidanzata. Siamo stati insieme quattro anni. Quattro anni intensi, difficili, per entrambi. Non è stato facile superare quel momento traumatico che lui stava affrontando, reagiva male a qualsiasi relazione avesse intorno, era diventato solitario, litigava in continuazione con tutti, ha troncato i rapporti con il suo amico più importante non pensando alle conseguenze che questo avrebbe provocato anche su di me. Ero molto legata anche io a questa persona. Ma nonostante tutto gli sono rimasta accanto, ho sempre cercato di capirlo, di giustificarlo, anche se spesso stavo male per questi suoi atteggiamenti. Mi faceva spesso sentire in colpa per delle mie presunte mancanze che in realtà facevano parte solo del mio modo di essere. Siamo andati avanti, sapevo quanto fosse una persona buona ma estremamente insicura e ho voluto continuare a provarci anche se cominciavo ad avere coscienza del fatto che non stavo bene in quella relazione. Siamo andati avanti, abbiamo affrontato insieme un'interruzione di gravidanza. Lui mi è stato molto vicino. E il mio legame con lui si è inevitabilmente rafforzato. Poi mi sono laureata, e ci siamo trasferiti ognuno nelle proprie città. Abbiamo vissuto due anni a distanza, ci vedevamo solo pochi giorni al mese,  non sentivo la necessità di stare con lui, a volte scappavo. Finché ho cominciato a provare attrazione e interesse per altre persone. L'ho lasciato in preda al panico e all'ansia di non amarlo più, in preda al senso di colpa per essermi infatuata di altre persone. Sono passati 5mesi ma a volte, il mio ex ragazzo mi manca. Sento il bisogno di sentirlo. Non è un bel periodo per me, sono in cerca di un lavoro che non trovo, vivo con i miei genitori ed ho sempre più la necessità di essere indipendente. Tutto questo mi da una forte ansia, credo di soffrire di attacchi di panico e mi sembra che questi momenti di difficoltà mi leghino a lui, mi sembra che solo lui possa darmi conforto. Ma allo stesso tempo non voglio tornare indietro. Razionalmente mi sembra di aver fatto la scelta giusta, eppure sono confusa. E non capisco perché.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 FEB 2018

Gentile Zoe,
la situazione che descrive avrebbe bisogno di essere meglio analizzata per poter ricavare diverse informazioni non presenti e che sarebbero fondamentali per poter avere una visione più nitida, tuttavia, mi permetto di lasciarle degli spunti di riflessione che mi auguro possano esserle utili: a quanto scrive, aver deciso di interrompere la storia con il suo compagno è stata una scelta più che corretta per la sua persona. In questo modo si è permessa di assecondare la sua naturale crescita andando incontro a quelle che erano le sue necessità ed esigenze. In questo periodo si trova ad affrontare una situazione complessa: essendo dovuta tornare in famiglia dopo gli studi ha inevitabilmente perso l’indipendenza che aveva iniziato a sperimentare durante il periodo di formazione lontana da casa; potrebbe essere che questa situazione inneschi in lei il ricordo di quel periodo, inevitabilmente legato al suo ex compagno, che in qualche modo rappresenta parte di quell’indipendenza che ora sente venire a mancare. Anche se è sicura della scelta che ha comportato la fine della vostra relazione, è quindi più che plausibile che l’esigenza di contattare il suo ex, oltre che per naturale nostalgia della persona, potrebbe essere legata ad una mancanza di ciò che quella relazione e quella persona rappresentavano nella sua vita. Per poter meglio comprendere la sua situazione e poter intervenire efficacemente sulle sue manifestazioni d’ansia e sugli attacchi di panico a cui fa riferimento, le consiglio di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta della sua zona. Una terapia cognitivo comportamentale potrebbe essere particolarmente indicata al suo caso.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1138 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2018

Cara Zoe, il momento che lei sta vivendo è indubbiamente difficile e può ccausare incertezza, ansia, instabilià...Io le consiglio di cercare di fare chiarezza contattando un professionista della sua zona.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

422 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte