Perché sono bloccata?

Inviata da Giulia · 6 giu 2016 Autorealizzazione e orientamento personale

Vi spiego il mio problema: ho ventisette anni, studio una facoltà abbastanza complicata (Chimica farmaceutica) che ho sempre avuto difficoltà a gestire, ma anche se a rilento ho sempre superato i miei limiti e proseguito gli studi.
A casa ho una situazione pesante, problemi economici gravi, che mi obbligano a lavorare (2-3 giorni a settimana) per mantenermi almeno nelle mie cose, un padre violento ed altre situazioni.
Inoltre, un anno e mezzo fa, si è conclusa una storia importante durata 5 anni e questo mi ha portato a sentirmi la causa della rottura (il mio ex ha sempre detto che mi ha lasciata a causa del mio carattere) e a provare un enorme senso di colpa..Nonostante io abbia cominciato circa due mesi dopo una nuova storia (con tante difficoltà perché non ero forse pronta al 100%) non mi sono mai più sentita felice e da circa un anno e mezzo sono bloccata. Non ho più fatto esami all'università, ed ogni giorno mi sveglio pensando di essere una fallita, incapace di riprendere in mano la sua vita.
Non so cosa mi stia accadendo , so solo che voglio uscire da questa situazione.
Grazie anticipatamente a chi mi risponderà...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 GIU 2016

Gentile Giulia,
lei descrive in modo lucido cosa le sta accadendo: una serie di situazioni complicate che si sono assommate, facendole perdere fiducia in se stessa.
Mi sento però di farle notare che precedentemente è sempre riuscita a fare tanto, pur in molte difficoltà. La percezione che a me arriva è quella di una persona che si è trovato a dover affrontare un carico affettivo-personale-familiare molto grosso. Se lei fosse un muratore e dovesse trasportare dei mattoni, rendendosi conto che tutti assieme pesano troppo, cosa farebbe? Molto probabilmente li porterebbe a destinazione uno o pochi per volta, non tutti assieme. Dovrebbe cercare di non pensare alla situazione come ad un monoblocco (che inevitabilmente deprimerebbe chiunque) ma scomponibile in parti più piccole.
Saluti
Dott.ssa R.Pranzo

Anonimo-146760 Psicologo a Torino

28 Risposte

16 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2016

Gentile Giulia,
la situazione familiare problematica in cui sei cresciuta, di certo non ti ha aiutato nella sfera affettivo-relazionale ma non serve farsi dei sensi di colpa anche quando sono indotti da altri.
Dovresti piuttosto puntare su quelli che sono i lati positivi della tua personalità come la perseveranza nello studio pur tra grandi difficoltà prima del blocco di quest'anno e mezzo e la vitalità che si intravede dietro l'attuale fase di calo e di scoraggiamento.
Per uscire da questo periodo negativo avresti bisogno di aiuto psicologico che puoi cercare anche presso il servizio pubblico della tua ASL se non puoi permetterti una psicoterapia privata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7458 Risposte

20924 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2016

Be'...con una storia infantile di questo tipo, in una famiglia in cui regna la violenza e le relazioni sane sono sconosciute, non ti appaia strano se ne inizi a provare i conseguenti sintomi, che in genere appaiono dopo i 20 anni. In quanto al fidanzato che ti ha lasciata dopo 5 anni, ho seri dubbi su chi avesse i problemi di carattere più gravi (è normale che tu ti vada a ricercare gente problematica, come chiunque abbia visto violenze in famiglia).
In quanto allo stato attuale, a me pare tu sia affetta da disturbo depressivo conseguente ad un disturbo di personalità (problema di carattere), quindi, mi rivolgerei sia ad uno psichiatra per le cure farmacologiche che ad uno psicoterapeuta, per cercare di "limare" i danni riportati nella tua infanzia.
Se non puoi permettertelo, ci sono i Centri di Salute Mentale (CSM), in cui ci sono sia psichiatri che psicologi. Non temere, non ci vanno solo quelli che credono di essere Napoleone, ma anche chi ha problemi di relazione come il tuo.
Il servizio pubblico non è il massimo in Italia ma....meglio che niente.
Coraggio

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

446 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte