Perchè' si torna nei posti di una storia d'amore?

Inviata da pierpaolo · 22 dic 2014 Terapia di coppia

Sono tornato nello stesso posto alla stessa ora. Tre anni dopo. Lo stesso barista, lo stesso tavolo. Lo stesso pavimento con le stesse scarpe. Ho toccato la stessa maniglia. Ero con lei. Sono solo. Eppure sono venuto sperando di incontrarla. Era l'aperitivo dopo la prima notte d'amore. Verrai? Ti sto aspettando amore. ...l'unico modo che mi resta per cercare di chiudere con questo mio modo di star male, e' ora cercare di credere che lei esista ma che sia una persona qualunque. Che sia tutto dovuto ad una strana malattia del mio cervello. che tra noi non ci sia mai stato amore. Mi alzo, pago il conto. Richiudo la porta. ...ma non e' cosi'. Lei e' il mio amore. Sto veramente male. Ho capito che sara' cosi'. Per sempre. Quando vivi e' per sempre. Il pensiero, le sensazioni, i sapori. I profumi. Per sempre. Non e' questione di scegliere. E' vivere. E questo, non si sceglie. Le mando un bacio nel vento. Arrivera'. Datemi consigli, ma se siete umani avrete capito che questo e' veramente un bel pasticcio irrisolvibile. Solo, accettabiile in quanto vita. Grazie roberto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 DIC 2014

Caro Roberto
quando finisce una storia d'amore e rimane tanta confusione e tanta tristezza dentro è inevitabile cercare stimoli che ci possano riportare a certe atmosfere e certe presenza ora divenute Assenze pesanti.
Il fatto di tornare nei posti in cui la storia è stata vissuta, il rileggere vecchie lettere, riascoltare canzoni e quanto altro inerente la "storia" rappresenta un "rituale di passaggio" anche utile ad una rielaborazione di pensieri ed emozioni però questo poi deve avere un termine.
Ad un certo punto occorre comprendere, comprendere a fondo, che si tratta di voler tenere in vita fantasmi, Fantasmi che, di fatto, si nutrono della nostra vita ma non ne apportano più nulla di realmente vitale.
Lei ha già chiaro dentro qual'è il rimedio al suo star male e al suo torturarsi, cioè credere che la sua lei sia una "persona normale".
Lei ha bisogno di ridimensionare la donna che tanto ha idealizzato ma che, di fatto, non ha piacere di vederla, di incontrarla, di rispondere alle sue telefonate e messaggi.
Per quanto dura possa essere lei ha bisogno di rendersi ben conto che questa "donna normale" (forse pure un poco pigra e banale) che nemmeno ritiene di doverle dare spiegazioni è uscita dalla sua vita e che niente ora le gioverà continuare a nutrire il romanticismo decadente del trascinarsi in quel solito bar, (ammetto però che è una bella situazione peraltro trattata in tante romantiche canzoni!).
Sarebbe bene e un segnale forte (sia da dare a se stesso che da dare alla sua ex) mettersi con un atteggiamento molto dignitoso a non cercarla più. Certo ancora il suo dolore resterebbe anche per abbastanza tempo; tuttavia la Dignità ritrovata le renderebbe il coraggio perso per questo triste epilogo della storia e ulteriormente disperso in questi atteggiamenti decadenti che non vanno coltivati.
Un augurio di cuore di ritrovare se stesso.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7077 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 DIC 2014

Gentilissima Dottoressa Sciubba, ho letto il suo articolo sulle storie sentimentali non chiuse. Ci sentiamo ogni tanto per messaggi, piu' raramente per voce perche' perche lei evita. Ci siamo visti pure un paio di volte per sua volonta' ma non eravamo soli. Ho provato a invitarla per vederci noi due soli, ma anche se non me lo dice apertamente, ho capito che non le fa piacere. Vorrei tnto vederla, magari solo noi due per una cena o un aperitivo, per stare un po con lei e chiederle quello che non ha voluto dirmi riguardo i motivi del suo allontanamento, ma non me ne da possibilita'. Se non la cerco si fa sentire con sms. Perche questo suo comportamento? Roberto

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 DIC 2014

Gentile Roberto,
la sua sofferenza sembra notevole, ma non dovrebbe esserci motivo di essere rassegnati. Se questa persona è viva e ancora nei suoi pensieri c'è un modo infallibile per riaprire la storia sentimentale o per chiuderla senza rimpianti.
Le consiglio di leggere l'articolo sulle storie sentimentali non chiuse che trova sul mio sito professionale e le auguro di uscire presto da questa situazione.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2014

Caro Roberto,
che dirti se non che sono profondamente colpita e coinvolta ?
Mi piacerebbe parlarne con te, se non di persona, per telefono.
E' stato un piacere 'incontrarti' comunque !

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

653 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25600

domande

Risposte 90200

Risposte