Perchè sento mio figlio di due anni distaccato?

Inviata da Sara · 20 ago 2013 Psicologia infantile

Salve a tutti.
Vivo un momento molto difficile perchè non sono piu' scura di portare avanti la relazione con il compagno con cui ho avuto un figlio. Il bambino è arrivato nel momento in cui,dopo 3 lunghi anni, ero arrivata alla conclusione che il mio compagno non mi dava l'amore di cui avevo bisogno e non mi capiva. Avevo finalmente compreso che si trattava piu' di una dipendenza(da parte mia) che di un sano rapporto di coppia, dove l'affetto e l'amore sono reciproci. Non penso sia casuale che sia rimasta legata in un altro modo a questa persona. Ma oltre a dover meditare su questo, ho un altro grosso problema. Amo molto mio figlio ma non riesco a godere di un nostro rapporto esclusivo, perchè il compagno è molto prepotente e cerca sempre di monopolizzare l'attenzione del bambino, accontentandolo sempre, imitando cosa faccio io con lui e facendomi fare sempre la parte di quella severa. Io cerco di educare mio figlio, ma cosi', oltre ad essere sola, vedo che il bambino risponde in modo molto positivo al padre, sembra piu' attaccato a lui, che a me. Questo mi fa soffrire molto. Mi sembra che con gli uomini in genere ripeto questo schema. Quelli importanti della mia vita non mi amano come vorrei...
Oltre ad una psicoterapia, da dove posso cominciare a riflettere?
Grazie
Sara

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 AGO 2013

Salve Sara,
innanzitutto sottolineo la sua ottima capacità riflessiva che si evince dalle righe che ha scritto: una risorsa molto importante che le sarà di aiuto se intraprenderà una psicoterapia, da cui credo potrebbe trarre beneficio.
Un punto chiave credo sia "mi sembra che con gli uomini in genere ripeto questo schema. quelli importanti della mia vita non mi amano come vorrei". Probabilmente ci sono degli aspetti emotivi non elaborati che hanno caratterizzato le sue relazioni in infanzia e che in un certo senso ripete nelle relazioni sentimentali. Ora è mamma e si pone anche un altro quesito: il rapporto con suo figlio, che sente "distaccato".
Credo che una riflessione sulla sua storia - con un professionista che la supporti - potrebbe aiutarla a volersi più bene, a instaurare un "sano rapporto di coppia, dove l'affetto e l'amore sono reciproci" e vivere con maggior serenità il rapporto con il suo bambino.
I migliori auguri.
Dott.ssa Annalisa De Filippo, Psicologa Psicoterapeuta - Sesto San giovanni (Milano)

Dott.ssa Annalisa De Filippo - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Sesto San Giovanni

58 Risposte

378 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2013

Buongiorno gentile Signora,
non commetta l'errore di pensare di non essere amata da suo bambino e non lo paragoni ai suoi patner. Suo figlio avrà sempre una relazione speciale ed unica con Lei se però lei stessa non metterà in dubbio questo. Il dubbio si trasforma in diffidenza e a livello non verbale questo si evidenzia in comportamenti di difesa che i bambini percepiscono come rifiuto, quindi cerchi di relazionarsi con suo figlio autenticamente. Se non riesce a percepire la differenza tra un adulto e un bambino, la sua difficoltà relazionale merita un ascolto significativo che solo in un percorso psicologico si può ottenere per guarire.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2013

Buongiorno Sara
mi sembra che questo momento sia olto difficile sia per lei che per suo figlio. le consiglio di rivolgersi ad una psicologa della sua zona esperta in terapia familiare per rapportarvi con vostro figlio in modo meno competitivo.

cordiali saluti
dott.ssa Manuela Vecera

Dott.ssa Manuela Vecera Psicologo a Torino

131 Risposte

142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2013

Cara sara, bisognerebbe comprendere l'origine delle modalità relazionali approfondendo il rapporto con i suoi genitori nell'infanzia. Intanto lr indico un libro che le può essere utile per riflettere sul rapporto madre bambino: "predisporre percorsi di gioco". Casa editrice Kimerik.
Cordialmente, dr. Cisternino

Anonimo-128762 Psicologo a Torino

481 Risposte

680 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2013

Gentile Sara,
ha già indicato lei stessa alcuni aspetti importanti su cui riflettere e questo fa pensare che lei sia pronta ad affrontare una psicoterapia; in particolare, data la sua capacità introspettiva, le consiglio un approccio psicoanalitico in modo da poter capire da dove originano questi suoi atteggiamenti verso gli altri ma anche verso se stessa. Il conflitto di coppia è purtroppo percepito in maniera molto forte dai bambini fin dai primi mesi di vita e questo può influire sul rapporto che instaurano con ciascuno dei genitori. E' importante che lei possa trovare un supporto per far sì che non debba più sentire a rischio il rapporto tra lei e suo figlio. Se lo desidera rimango a sua disposizione.
Un cordiale saluto,
dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

468 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2013

Correttissimo, lavorare sull'autostima, grazie...

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2013

Cara Sara,
la terapia la aiuterebbe di torvare la risposta giusta alla sua domanda, nel corso di cui lei potrebbe vedere i confliti dentro di lei sotto un altro aspetto.
le consiglio di alzare un po la testa come donna sopratutto, cioè rinforzi la sua autostima e faccia il possibile di farsi valere.
Buona fortuna

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte