Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché piango spesso senza motivo o dopo che mi sono arrabbiata?

Inviata da Mary21 · 11 apr 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Non capisco perché spesso scoppio in lacrime senza motivo, la maggior parte delle volte accade quando sono da sola... Mia madre dice che é normale, che sono una tipa molto emotiva e sensibile... Potete darmi una risposta?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 APR 2017

Gentile Mary,
L'emotivita' potrebbe essere indice di diverse difficoltà come ad esempio una propria mancanza di autocontrollo, un momento di crisi o ancora una problematica dell'umore. Le poche informazioni non permettono di fare ipotesi. In quali contesti si arrabbia? Avviene solo con alcune persone? Vi è una reiterazione di eventi? Da quanto tempo è presente la difficoltà?
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2626 Risposte

2183 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2017

Cara Mary, purtroppo le informazioni che fornisci non sono sufficienti per darti una risposta esaustiva per quanto mi riguarda, ma ti pongo qualche domanda per direzionati ad un approfondimento: da quanto tempo sono iniziati gli episodi di pianto? cosa succede o a cosa pensi prima che si verifichino? Dopo come ti senti?
Probabilmente un incontro con uno psicologo ti aiuterà a fare maggior chiarezza.
Cordiali saluti. Dott. Elisa F. Chicchi.

Dott.ssa Elisa F. Chicchi Psicologo a Figline Valdarno

33 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 APR 2017

Salve,

Piangere dopo un momento di rabbia potrebbe significare che emotivamente esausta. Questo stato potrebbe essere meglio spiegato riflettendo su cosa sta attraversando nella sua vita, se ci sono delle difficoltà che non riesce a suerare o degli obiettivi o desideri che continuamente sono frustrati.
Spesso avviene che dopo una fase in cui sperimentiamo rabbia subito dopo scarichiamo la tensione accumulata nel pianto.
La inviterei a riflettere sul suo umore in generale e se nota che ci sono segnali di un umore fortemente altalenante o costantemente depresso, la inviterei a contattare qualche psicoterapeuta per approfondire perchè in questo momento si sente così fragile.

Distinti saluti,

Dott. Pietro De Trucco

Psicoterapeuta Dr. Pietro De Trucco Psicologo a Napoli

39 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2017

Gentile Mary,
il pianto è una reazione a molte diverse situazioni.
Sarebbe utile sapere qualcosa in più di lei, come per esempio l'età, contesto in cui si inserisce (familiare, amicale, di studio o lavoro...).
Un saluto,
dr.ssa Elisa Bonfanti
Milano

Dott.ssa Elisa Bonfanti Psicologo a Sesto San Giovanni

14 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2017

Cara Mery, il pianto è una modalità fisiologica di cui siamo stati "equipaggiati" per allentare la tensione dovuta a emozioni intense (di solito lo associamo alla tristezza ma non è l'unica, si piange di gioria, di rabbia, di vergogna ecc...). Non c'è una motivazione unica agli scoppi di pianto perchè si legano profondamente a dinamiche soggettive. Quello che però mi sento di dirti è che probabilmente il tuo sistema emotivo, attraverso il pianto, ti sta dicendo che c'è qualcosa che ti genera tensione che probabilmente non stai vedendo. Un percorso psicologico che ti aiuti a gettare luce su aspetti di te che forse non vedi potrebbe aiutarti ad acquisire maggiore consapevolezza di "dove sei" emotivamente. Un caro saluto - Luisa Fossati - Psicoterapeuta Firenze

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

365 Risposte

420 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2017

I bambini scaricano la propria impotenza o cercano di chiamare la mamma, proprio piangendo...
Potrebbe essere qualcosa di simile visto che le capita dopo la rabbia o quando è da sola.
Il sentimento sotteso a entrambe le situazioni (rabbia e solitudine) potrebbe essere la paura?
Un saluto

Dott. Carlo Paone Psicologo a Grazzanise

18 Risposte

59 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 APR 2017

bisognerebbe fare una diagnosi, con poche info non significa nulla

Dott. Luca Iovane - Psicologo Psicologo a Roma

16 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16350

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83600

Risposte