Perché non riesco ad essere felice?

Inviata da adriana · 13 lug 2016 Autostima

Salve, sono una donna di 38 anni felicemente sposata da 17 anni e con quattro splendidi figli. Sono malata di sclerosi multipla da 18 anni ma fortunatamente procede tutto abbastanza bene! Circa 10 anni fa sono rimasta incinta quando il mio terzo figlio aveva appena un anno. Una gravidanza inaspettata, non cercata anche perché stavo uscendo da una brutta ricaduta della malattia, facevo interferone e cortisone; Mi ero sottoposto a rx e rmn ecc. Avevo paura che il bambino a causa del medicinale potesse avere malformazioni e poi io non ero pronta a sostenere un'altra gravidanza. E così ho deciso di interrompere la gravidanza. Mi sono subito pentita ma ormai non potevo più tornare indietro. Me la sono presa, e me la prendo ancora, con mio marito perché non ha avuto il coraggio di fermarmi. Ora a distanza di tanti anni sento ancora dolore, rabbia e vergogna. Ma il pensiero che più mi fa stare male è che io l'ho fatto perché non volevo ritornare ad essere grassa, dopo tutti i sacrifici fatti per perdere tutti quei chili. Il senso di colpa mi tormenta e penso che sia la mia giusta punizione. E poi c'è la fede...Dopo quel giorno orrendo non sono più stata la stessa: ho ripreso tutti i chili e la mia autostima è sotto i piedi. Non mi piaccio, mi sento depressa...se non fosse per mio marito che mi adora e miei figli non so cosa avrei fatto. Vorrei uscire da questa situazione e volermi più bene...aiutatemi! Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 LUG 2016

Adriana
sei una donna meravigliosa e stai già affrontando le difficoltà di una malattia e le responsabilità di una famiglia impegnativa.
Eppure tu riesci a fare tutto, sei interiormente sana ed integra.
Certo la vicenda di cui ci parli ti ha causato dolore e sofferenza.
Ora devi perdonarti e lasciare andare.
La cosa peggiore sarebbe permettere a questo dolore e a questi sensi di colpa di continuare a logorarti e a farti perdere gioia di vivere.
L'aiuto di un terapeuta può essere importante in quanto ti aiuterebbe a ritrovare e quilibrio e slancio vitale.
Tu però perdonati e lascia andare!!!
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7030 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 LUG 2016

Allora Adriana....lasciamo da parte la religione, e parliamone in modo scientifico e razionale.
Le questioni di fede sono di competenza della Chiesa.
La situazione era questa: c'era il serio rischio che un bambino nascesse deforme vivendo una vive infelice.
Hai scelto di non correre questo rischio.
A mio parere hai fatto benissimo, trovo crudele condannare una vita umana ad una sofferenza senza fine per non abortire, ma questo non conta.
Conta che tu hai preso la tua decisione, come donna, persona libera e cosciente.
Ogni scelta comporta un lato negativo, che nel questo caso è il dolore di una madre di aver impedito a suo figlio di nascere.
Terribile, ti capisco. Ma non esiste scelta in cui tutto sia guadagno.
In tutto questo, perché mai tuo marito avrebbe dovuto cercare di agire sulle tue decisioni? Ha dei diritti sul tuo corpo come credono i musulmani?
Il problema è che poi hai dimenticato il motivo reale medico dell'aborto ed hai cominciato a spiegartela nel modo in cui sei abituata dall'infanzia: "ho sbagliato perché sono incapace ed inadeguata ed egoista".
Ma questo è un tuo problema, che non c'entra né col bambino né con tuo marito.
È il risultato di una bambina cresciuta probabilmente con rimproveri, critiche e senza essersi sentita amata.
E allora ogni motivo è buono per sentirsi uno schifo, pure avere evitato ad un essere umano una vita infelice.
Aborto, marito.....non c'entrano niente, è stato solo il "click" per fa riemergere la tua bassa autostima.
Ti servirebbe una psicoterapia....se puoi, te la consiglio vivamente

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

420 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2016

Cara Adriana,
Ogni gravidanza porta con sé una serie di cambiamenti fisici, psichici e famigliari. Alla donna è richiesto un impegno, una flessibilità e una capacità di adattamento prima, durante e dopo la gravidanza non indifferenti. Lei è mamma di 4 bellissimi bambini questo vuol dire che nella sua vita si è adattata e ha superato 4 importanti cambiamenti nonostante la malattia che immagino già questa sia stata molto difficile da elaborare. Molto probabilmente gran parte di ciò che ha vissuto 10 anni fa non è stato completamente elaborato ed integrato nella sua storia di vita. Mi chiedo però quanto contano e pesano nel suo caso specifico giudizi morali completamente asettici e decontestualizzati rispetto alla situazione e al momento reale tanto delicato che stava vivendo lei in quei momenti, 10 anni fa? Da dove nasce relamente tutta questa sofferenza? E soprattutto perché ora sta provando tutto questo? Queste sono domande difficili alla quale può trovare risposta solo con l'aiuto di un professionista che può accompagnarla in un percorso di elaborazione, comprensione e accoglimento dell'evento.

Rimango a disposizione
Un caro saltuo

Dott.ssa Mara Di Paolo

Dott.ssa Mara Di Paolo Psicologo a Trento

89 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte