Perché non riesco ad essere coerente con le scelte che prendo?

Inviata da Serena il 28 apr 2016 Terapia di coppia

Sono impegnato da quasi tre anni in una storia che credevo mi avrebbe fatto felice. venivo da un periodo molto buio della mia vita, in cui mi ero innamorato di una ragazza molto molto più giovane di me e con cui avevo avuto una relazione che ho sempre considerato sbagliata per innumerevoli ragioni che non sto qui a descrivere. Ho molto sofferto nel seguire la razionalità, ma alla fine non vedendola mi sembrava di essermi messo l'anima in pace. Ho dunque intrapreso questa relazione con una mia coetanea, siamo andati a convivere dopo pochissimi mesi e per il primo anno le cose andavano ok. lei era ed è tutto ciò che i miei genitori ed i miei amici si aspettano da me, la nostra relazione è stata definita la relazione perfetta... mi dico, se solo sapessero cosa sento dentro! Lei non è mai riuscita a farmi felice quanto l'altra, non mi sono mai sentito altrettanto innamorato, spesso sento così tanto la mancanza dell'altra che mi chiudo nel bagno e piango, capita che durante l'atto sessuale io chiuda gli occhi ed immagini di avere l'altra con me. mi rendo conto che il quadro sia tragicomico, ma non riesco a passare all'azione... ormai questa convivenza ha messo in ballo troppe cose anche materiali ed economiche, inoltre sento un senso di colpa immenso verso una donna che mi ama più di se stessa. il problema è che l'altra pure mi ama e di questo ho la certezza per interposta persona. io so che mi ama come nessuna saprà mai fare di nuovo né mai ha fatto, perché mi ama di un amore che non ha fine e non ha ragione.... e questo è l'amore vero con cui io la ricambio. Le altre donne avevano sempre secondi fini, una volta ero intelligente, l'altra ero ricco, l'altra ero l'uomo perfetto... nessuna che mi abbia mai saputo amare oltre a questo, ma penso che loro non se ne siano mai rese conto. lei invece mi ama anche nei lati peggiori, li conosce... è un amore consapevole. Non so cosa fare, ho una grande confusione in me. Non credo di averla idealizzata che è quello che sempre mi viene detto... sono molto depresso. Confido nel vostro aiuto. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro utente,
ma come fa a dire che ricambia l'amore (presunto) della prima ragazza per lei con un amore altrettanto vero, senza fine nè ragione quando da più di 3 anni ha rotto la relazione considerandola sbagliata "per innumerevoli ragioni che non è il caso di dire" ??
Purtroppo, mi spiace dirle che il non riuscire ad essere coerente con le decisioni che si prendono condanna la persona a vivere conflitti interiori e quindi sofferenza.
Per uscire dalla sua confusione e depressione sarebbe il caso, con sollecitudine, di intraprendere una buona psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro
hai ben descritto l'eterno dilemma e si comprende che la tua rinuncia alla prima ragazza è stata fatta per "convenzioni sociali" e perché lei non era adatta al tuo ambiente o qualcosa di simile...forse anche per l'età.
Però quello con lei era "l'amore", ora quello che invece stai vivendo, e che risponde a tutti i canoni desiderati da altri, è una sorta di finzione: la tua anima non è lì e nemmeno tanto il tuo corpo.
I Greci hanno rappresentato il Dio dell'Amore Divino e del desiderio sessuale con Cupido che, getta a caso le sue freccette in giro (spesso rappresentato bendato); quindi non guarda a mettere insieme condizioni sociali, patrimoni, bellezza, e intelligenza e nemmeno età.
Questa "scelta" mitologica dice profonde verità e che cioè l'amore nasce così e scombina tutti "i piani" umani...eppure noi non lo seguiamo e abbiamo altre priorità.
La scelta razionale preserva le condizioni "ideali" sotto l'aspetto materiale, per la felicità occorre coraggio!
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6694 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte