perchè non riesco ad avere relazioni di coppia?

Inviata da Rinogi · 7 apr 2014 Terapia di coppia

Sono un ragazzo di 24 anni, non sono mai stato fidanzato nella mia vita, le donne in generale mi hanno sempre dato un senso di oppressione, difatti le mie storie, moltissime, sono state brevi e non andavano oltre il sesso. Quest'estate passata 2013 ho conosciuto una ragazza, siamo usciti per due mesi, ci siamo presi e lasciati ma mai ufficialmente fidanzati. Con lei stavo bene, mi piaceva, ero geloso, sessualmente mi faceva impazzire come nessuna nella mia vita, decido di continuare la storia una volta tornati a casa. Dopo una settimana a telefono, non vedo l'ora di vederla, la voglio.. lei viene a dormire a casa mia.. li comincia il mio incubo.. dopo fatto l'amore mi salgono mille pensieri e mi viene un attacco di panico, da un tratto all'altro la vedo brutta, non mi piace, ho paura di non amarla, mi opprime, e' un problema per me.. entro in depressione per 1 mese, non mangio, il mio pensiero e' quello che per me lei e' solo un impegno e che non la voglio.. tutto all'improvviso. Da li contatto uno psicologo che mi aiuta con il mio disagio. I miei sintomi sono oppressione, tristezza, angoscia, malumore, come se fosse morto un mio caro, come se stessi per morire.. non mi sembrava la reazione di uno che semplicemente non ama la propria ragazza e vuole lasciarla, mi sembrava molto di piu'. Sono passati quasi 10 mesi, 7 dei quali sono stati un incubo. Ora sto meglio ma continuo ad avere questo disagio Capita che quando stiamo insieme lei mi fa ridere tantissimo e allo stesso momento sono triste, capita che mi eccita tantissimo, facciamo l'amore ma io sono triste, capita che usciamo, ceniamo insieme, dormiamo.. e io ho solo un sentimento di angoscia. Dopo tutto questo tempo se penso di lasciarla da una parte sono sollevato dall'altra parte sto malissimo... un po' come il claustrofobico che non prende l'ascensore e si sente sollevato ma e' triste perche' sa di non poterlo prendere. Sto ancora andando dallo psicologo, ma vorrei sapere questo incubo quando finira'.. e' giusto dover stare una vita da solo per poter fuggire da questo problema? Forse semplicemente non amo questa ragazza e tutti questi disturbi sono provocati semplicemente dal fatto che essendo io una persona buona non voglio lasciarla per non farla soffrire? Aiutatemi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 APR 2014

Salve Rinogi,
capisco che stai vivendo una situazione molto conflittuale, ma provo a porre alcune ipotesi su cui potresti riflettere con il tuo terapeuta, se già non l'hai fatto.
Il panico è tipico di chi non ha scampo. Pensi veramente di non avere via di scampo? E' veramente tanto importante ciò a cui temi di rinunciare se ti leghi a quella ragazza?
"mi opprime": Ti senti tanto opresso da questa tua situazione, o sei tu che ti opprimi per darti un motivo per andartene?
"La vedo brutta" potrebbe essere un tentatvo di giustificazione per allontanarti.
La "paura di non amarla" potrebbe alimentare un senso di colpa, soprattutto per il fatto che ti definisci "buono". Ma gli altri come ti definiscono?
Secondo te, qual'è il legame che ti concede tutte le libertà e le giustificazioni?. Un rapporto di coppia non è così, ma spesso lo è il rapporto con la madre. Io non so come tu abbia vissuto in famiglia, ma spesso molti problemi di questo tipo nascono da lì. Parlane con il tuo psicologo e cerca di vivere più serenamente la tua relazione.
Giovanni Iustulin

Dr. Giovanni Iustulin Psicologo a Udine

59 Risposte

59 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Caro Rinogi
davvero penso che lei sia una "persona buona" come lei dice e che sia un ragazzo molto sensibile.
Penso che con questa ragazza abbia vissuto e stia vivendo ancora una relazione molto importante di quelle che non si dimenticano; credo sia un grande amore e mi sento di dirlo seppure lei dica di non sapere cosa davvero sia.
Certo la mia è una sensazione che mi viene trasmessa dal suo racconto ed è certo vero che l'importanza di questa storia solo lei può conoscerla davvero.
Bisognerebbe che il tutto fosse come "ripulito" da questi disturbanti sintomi che le "rubano" per così dire il bello dei momenti magici che lei vive con questa persona.
Sarebbe davvero importante per lei comprendere cosa sono e da dove nascono questi suoi sintomi; e pure comprendere la paura delle responsabilità e l'insicurezza della vita adulta che certo è presente in lei e un latente desiderio di restare bambino...nella casa dove vive e dove sente come traumatica invasione la presenza della sua ragazza (almeno la prima volta che avete dormito insieme in quella casa).
Comunque sia se lei volesse investire un poco di tempo per capire bene e un poco di denaro per approfondire l'indagine psicologica sarebbe, a mio parere, ben fatto.
Parlerei apertamente con la sua ragazza di questo suo disagio ed uscirei dall'ansia di una decisione immediata. Conceda a se stesso il tempo di fare un percorso e chieda a lla sua ragazza il tempo necessario.
Penso che la sua ragazza, se è matura, possa comprenderla.
Intanto però, nonostante tutto, continui a vivere i momenti belli della storia dove c'è intesa e eccitazione, risate e comprensione.
Non se li faccia sfuggire e quando capirà meglio queste sue reazioni di chiusura e di malessere valuti il da farsi... solo allora potrà vedere chiaro e decidere.
Un saluto pieno di stima.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologa e Psicoterapeuta in Ravenna.
Possibile contatto skype:silvana ceccucci

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2014

Gentile ragazzo,
difficile poter essere efficaci da qui. Lei sembra attribuire tutto il suo disagio alla relazione con questa ragazza, o comunque al fatto che riesce ad essere solo coinvolto ad "intermittenza". Forse dovrebbe cercare le cause del suo malessere anche in altri ambiti della sua vita.
Che cosa dice il suo psicologo?

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte