Perché non riesco ad avere fiducia nelle mie capacità?

Inviata da Giulia · 25 gen 2017 Autostima

Salve, mi chiamo Giulia e ho da sempre un problema. In passato sono sempre stata molto timida e riservata e questo mi ha provocato un senso di inadeguatezza nel rapporto con gli altri. Ora ho 29 anni e penso di aver quasi del tutto superato la mia timidezza. Ad esempio, non mi sento più nel panico quando qualcuno mi presenta nuove persone e riesco sempre ad entrare nei discorsi e a risultare interessante. C'è una cosa che però non mi so spiegare e che non è mai cambiata. Da un po' di mesi ho perso il mio lavoro di cameriera per la chiusura del locale dove lavoravo. Vorrei trovare un nuovo lavoro ma ogni volta che mi metto in testa di andare a portare il curriculum in un ristorante, c'è sempre qualcosa che mi frena e non riesco ad entrare. Arrivo quasi fino alla porta d'ingresso ma non riesco, c'è qualcosa che mi blocca. Mi ripeto che devo farlo e che mi servono i soldi ma è più forte di me. Non capisco perché ho questo blocco. Lo so che non si tratta di un problema grave però vorrei essere più intraprendente e fregarmene delle conseguenze. In questi mesi ho finito di dare i miei esami all'università e adesso devo preparare la tesi. Gli unici lavori che ho svolto, me li hanno trovati i miei amici tramite passaparola. Ma io vorrei essere padrona della mia vita e non rimandare sempre le cose importanti.
Grazie in anticipo per le risposte. Giulia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 GEN 2017

Gentile Giulia,
complimenti per la volontà e le capacità dimostrate nel portare avanti e completare i suoi studi e per i progressi fatti da sola nel superare timidezza ed ansia sociale.
Forse il blocco che ha nel cercare lavoro le deriva dalla inibizione di offrire un servizio senza che ci sia una domanda per cui dovrebbe proporsi laddove c'è una richiesta sulla base di informazioni precedenti.
E' anche possibile che lei abbia fatto il lavoro di cameriera per mantenersi agli studi ed ora l'inibizione le deriva dal desiderio inconscio di avere una prossima opportunità lavorativa più adeguata agli studi fatti.
In ogni caso, essendoci poche informazioni, sarebbe bene approfondire questa tematica con l'aiuto di uno psicoterapeuta dal vivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2017

Salve Giulia.
intanto la ringrazio per aver condiviso con noi le sue riflessioni
Da quanto riferisce ha già ottenuto risultati importanti nella sfera relazionale abbattendo quella timidezza e inadeguatezza che erano di intralcio per la realizzazione dei suoi obiettivi.
Ora mi pare di capire che ciò che genera l'attuale disagio è il suo non riuscire a proporsi per un lavoro. Quando, come diceva, arriva fuori la porta del negozio/stabile per proporsi come possibile candidata al lavoro, si blocca. Che emozione prova in quel momento? quali sono i suoi pensieri?
Potrebbeprovare a riflettere su queste domande avvalendosi anche di un professionista che la aiuti in questo suo percorso personale. Consiglio psicologo a orientamento cognitivo - comportamentale.
Spero di esserle stata in parte utile. In bocca al lupo per la tesi
Cordialmente
Dott.ssa Fabrizia Tudisco - Napoli

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

954 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2017

Cara Giulia,
Anch'io come i miei colleghi ti faccio i complimenti per i traguardi che stai raggiungendo.
Non dev'essere stato semplice portare avanti studio e lavoro, eppure ci sei riuscita!
Certo è che la laurea sancisce un passaggio e chissà che la fatica che stai incontrando nel portare il tuo curriculum in nuovi ristoranti, non sia il segno di qualcosa di diverso della mancanza di intraprendenza?!
Certo potrebbe essere che tu abbia bisogno di prenderti una pausa, di tirare un po' il fiato, ma se una parte di te stesse provando a dirti " sei sicura che è ancora questo il lavoro che vuoi fare?".
Chiaramente la mia è un ipotesi, ma potrebbe essere utile farti aiutare da uno psicologo per capire che momento è questo per te, quali sono i tuoi timori e quali le tue aspirazioni.
Un percorso che possa aiutarti a delineare un progetto di vita, così come te lo immagini e lo desideri.
Ti faccio i miei in bocca al lupo per tutto e se avrai voglia tienici informati!
Dott.ssa Patrizia Borrelli

Dott.ssa Patrizia Borrelli Psicologo a Milano

72 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2017

Buongiorno Giulia,
quello che tu scrivi riporta l'esistenza di una situazione di stallo, sembra tu stia vivendo un momento della tua vita in cui ti senti bloccata ed è comprensibile e molto sana la tua volontà di uscire da questo periodo.
Diversi elementi mi colpiscono dal tuo racconto e suscitano in me delle domande. Mi pare di capire che sei una studentessa lavoratrice, quasi al termine degli studi. Quali sono i tuoi reali progetti futuri? Questo lavoro di cameriera, certamente utile perché ti permette di guadagnare, ma quanto è affine alle tue inclinazioni? Lo fai volentieri? Che emozioni ti suscita?
Nell'ultima frase scrivi di non voler rimandare sempre le cose importanti, sarebbe interessante approfondire questo aspetto, di che tipo di importanza parli? Cosa senti di aver rimandato fino ad ora?
Mi sento di invitarti a cercare uno psicologo che possa aiutarti a rispondere alle tue domande e sostenerti in questa ricerca, per essere, come tu dici, padrona della tua vita.
Ti faccio i migliori auguri per la conclusione del percorso universitario.
Un caro saluto
Dott. ssa Valentina Olla Pes

Dott.ssa Valentina Olla Pes Psicologo a Marino

16 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2017

Salve Giulia,
Credo che per comprendere bene le sue difficoltà sarebbe opportuno conoscere vari aspetti della sua storia. Penso anche però che si trova in un momento molto particolare della sua vita in cui può essere comprensibile la paura di dover "spiccare il volo" e allo stesso tempo un desiderio di staccare un po'la spina. Credo che in questi anni si sia dovuta dar molto da fare tra esami e lavoro e magari tutti questa corsa le ha anche permesso di non sentire alcune parti di sé che ora stanno facendo capolino. Penso che potrebbe essere utile per lei cercare di riflettere da cosa possa nascere questa sua "timidezza" cercando anche altre chiavi di lettura e per questo un sostegno potrebbe essere molto utile... Buona giornata e congratulazioni per i traguardi che sta per raggiungere

Dott. Daniele Regini Psicologo a Albano Laziale

134 Risposte

77 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2017

Salve Giulia, prima di tutto complimenti per aver terminato gli esami ed in bocca al lupo per la tesi.
Il tuo desiderio di essere più autonoma in tutti gli aspetti della vita mi sembra legittimo e devo dire che, da quello che scrivi, sembri aver fatto dei passi avanti.
Se ora però ti rendi conto che hai avuto una piccola battuta di arresto, penso che un aiuto da parte di un collega possa esserti utile a risolvere la questione: il mio consiglio è dunque quello di rivolgerti ad uno psicologo della tua zona, te ne suggerirei uno ad orientamento cognitivo-comportamentale, che per il tuo caso credo sia l'approccio più indicato per ottenere dei risultati in tempi brevi.
Un saluto

Dott. Fabio Biviglia

Dott. Fabio Biviglia Psicologo a Foligno

8 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte