Perché non riesco ad avere amici?

Inviata da Erika1011 · 2 giu 2020 Crisi adolescenziali

Salve a tutti, mi chiamo Erika.

Fin da quand'ero piccola ho sempre avuto problemi a relazionarmi con i miei coetanei, i miei genitori si sono separati quando io avevo 3 anni e penso che questa situazione abbia influito anche sul mio modo di essere. Alle elementari non parlavo molto e non giocavo con gli altri bambini diciamo che ero un po' più matura di loro, ero anche molto permalosa.Alle medie lo ero molto di meno.Frequento il primo anno di liceo . Adesso sono cambiata totalmente dalle elementari e dalle medie , non sono più permalosa , sono gentile con le persone non le giudico , insicura e con una bassa autostima e temo vivamente il giudizio degli altri . All'inizio tutto bene mi stavo creando dei gruppi di amici fin quando non arriva la mia vecchia compagna di classe delle elementari ( le stavo molto antipatica alle elementari) inizialmente mi ha usata per integrarsi nella classe, sono stata molto gentile con lei, poi ha iniziato a parlare male di me e pian piano c'è stato un distacco ma minimo, da premettere che non riesco ad essere molto attiva quando poi le situazioni si complicano. All'inizio lo ero perché magari mi sentivo sicura , andavo d'accordo con tutti. Ma un'altra situazione ha peggiorato maggiormente il tutto. Ho iniziato a conoscere un ragazzo molto popolare nella scuola, dopo un po' ci siamo messi insieme ed io stavo iniziando ad entrare in quei gruppi di amici un po' più popolari, dopo un po' lascio questo ragazzo, ed il giorno dopo le persone hanno iniziato a non parlarmi più ad evitarmi come se avessi fatto una brutta cosa. Da quando ho lasciato questo ragazzo ha iniziato ad andarmi male tutto. Adesso vorrei capire come riuscire ad rintegrarmi e se il problema sono io. A causa di ciò ho sofferto molto ho iniziato a pensare di essere io lo sbaglio e sono diventata un autolesionista.Scusatemi per lo sfogo, magari tutto ciò che ho scritto potrà sembrarvi infantile e quindi non lo prenderete in considerazione ma lo mando lo stesso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 GIU 2020

Buongiorno Erika. Le questioni che causano sofferenza non sono mai banali o degne di essere ignorate, e ogni modo di sentire merita uno spazio per poter essere ascoltato. Nel Suo caso sembra emergere una difficoltà che si declina nel rapporto con l'Altro. Si chiede i motivi per i quali relazioni precedenti, affettive o amicali, non siano andate nella direzione sperata e si mette in discussione rispetto a una propria capacità. Rileva, inoltre, un impatto particolarmente significativo dei giudizi altrui sui Suoi modi di sentirsi e di mantenersi. Non sono domande banali: siamo sempre con l'Altro, e se non stiamo male per la relazionalità, per cosa dovremmo farlo? Credo che un primo passo sia ammettere la legittimità di poter dire di tali difficoltà, motivo per cui poter accedere a un momento nel tempo e nello spazio in cui Lei possa parlarne (uno spazio di consulenza psicologica) sarebbe significativo. Le permetterebbe inoltre di comprendere meglio cosa accade in quei momenti e in quelle relazioni che La mettono in scacco e come riposizionarsi rispetto ad esse. Valuterei la possibilità di intraprendere una psicoterapia, se ritiene possa essere per Lei un'opzione. Servono impegno e motivazione ma potrebbe valerne la pena. In bocca al lupo, resto a disposizione. Cordialità, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

1000 Risposte

1017 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27650

domande

Risposte 95350

Risposte