Perché non riesco a ribellarmi?

Inviata da Inlove · 6 ott 2016 Violenza di genere

Salve,
mi chiamo Valentina e ho 23 anni.
Vivo in casa con mia madre, i miei si sono lasciati da 6 anni o poco più (mio padre tradiva mia madre..praticamente vivo con mia madre ma vi giuro scapperei subito se trovassi lavoro). Vivo in un quartiere disagiato per via del divorzio dei miei perché mio padre non mandava gli alimenti.
Mia madre....oddio lei non fa altro che buttarmi del fango addosso e dare la colpa a me e agli altri miei due fratelli del fatto che è finita ad abitare in questo quartiere, non lavora perché dice che ormai la dobbiamo mantenere noi, ma noi n ce la facciamo. Mi insulta con parolacce e accuse del tipo "io senza di voi potrei avere un compagno e invece perché ho voi non mi prende neasuno".

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 OTT 2016

Gentile Valentina,
non ci dice che età hanno i suoi fratelli e se vivono anch'essi con lei e con sua madre.
Se sua madre è abbastanza giovane ed in salute, prima di desiderare un compagno dovrebbe desiderare e cercare un lavoro anche per dare il buon esempio a voi figli.
Inoltre è evidente che parla a vanvera quando accusa voi figli per il fatto che non riesce a trovare un compagno essendo stata lei a mettervi al mondo.
Il consiglio è di aiutarla a ragionare senza alimentare gli scontri e, se possibile mantenere un contatto con suo padre ricordandogli che, anche da divorziato, ha dei doveri nei confronti della famiglia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7640 Risposte

21334 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2016

Cara Valentina,
In situazioni come la tua le dinamiche e le variabili spesso sono molte e complesse, ed evidentemente per dare dei giudizi od anche solo dei consigli, sarebbe più opportuno conoscerle tutte ed in maniera approfondita
Potendomi basare solo su ciò che ci scrivi, il consiglio che mi sento di darti è quello di non dare troppo peso alle parole di tua madre, una donna certamente ferita e probabilmente in cerca di riscatto; è il risentimento verso la sua condizione che parla, non il suo cuore di mamma che, ne sono certo, tieni moltissimo a te ed ai tuoi fratelli. Impegnati a trovare una tua strada,ad essere indipendente: non per tua madre, ma per te stessa.

Un saluto

Dott. Fabio Biviglia
Psicologo

Dott. Fabio Biviglia Psicologo a Foligno

8 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Violenza di genere

Vedere più psicologi specializzati in Violenza di genere

Altre domande su Violenza di genere

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30700

domande

Risposte 105250

Risposte