perchè non riesco a piangere?

Inviata da Francesca · 24 mar 2019

Buonasera a tutti
sono una ragazza di 22 anni e ho un "problema" che mi affligge: non riesco a piangere. Non sono un tipo che piange per ogni minima cosa, ma se accumulo tanta pressione o stress sono solita a sfogarmi piangendo. Non ho vissuto nessun evento traumatico, vivo la mia normalità con i miei soliti problemi più o meno pesanti ma sono mesi ormai che non so come buttare fuori tutto quello che ho dentro e continuo ad accumulare ansie e stress continuamente.
Spesso quando sento veramente di voler piangere e sfogarmi, è assurdo a dirlo, ma non ho mai tempo.. quando sento che sto per lasciarmi andare e piangere devo reprimere tutto perché sono spesso fuori casa, vuoi perché sono all'università o perché sono a lavoro, e quando rientro fino a tarda sera non riesco a ritagliarmi un po' di tempo per me vivendo ancora con i miei genitori.
Questa cosa però mi rende frustrata, tesa e nervosa.
Non so se può essere rilevante ma fino alla fine dell'estate scorsa ho sofferto di attacchi di panico fortissimi, che poi con una terapia da una psicologa si sono affievoliti e ho potuto iniziare una vita nuovamente tranquilla, solo che mi sembra che da quando non mi sfogo piangendo il mio stato di ansia generale sia nuovamente aumentato.
Anche adesso che sto scrivendo, dentro di me percepisco molto disagio e più ci penso e più aumenta, ma continua a non uscire niente di niente.
Non so proprio cosa fare, non funzionano i film strappalacrime, musiche tristi, ecc.
cosa dovrei fare?
vi ringrazio in anticipo!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 MAR 2019

Gentile Francesca,
Mi sembra importante che lei prenda consapevolezza del suo vissuto emotivo. Dalla sua descrizione sembra infatti che lei debba svolgere tutti i suoi compiti, e solo poi, a cose terminate, debba in qualche modo far defluire tensioni e stress, come se aprisse il tappo del rubinetto per far defluire l'acqua residua, qualcosa che non è realmente importante e va semplicemente fatto uscire.
Sembra che lei, inconsapevolmente, per qualche motivo non si permetta di sentire ed esprimere certe emozioni, che si vanno ad accumulare e si sommano allo stress quotidiano, portandola a questo forte disagio.
Le consiglio di riprendere la psicoterapia; così come ha avuto successo nel risolvere gli attacchi di panico, troverà certamente anche modo di dare il giusto spazio a sensazioni ed emozioni, e gestire lo stress nel modo migliore per lei.
Cordialmente,
Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

34 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2019

Gentile Francesca, la sua domanda mi lascia molto perplesso. Non voglio ironizzare , ma per lei era normale piangere "regolarmente", quasi una manutenzione della sua mente? Credo che la maggior parte dei miei Colleghi sarebbe d'accordo che non è normale. Se ha questo bisogno significa che nella sua vita ci sono troppe tensioni. Alcuni eventi drammatici fanno purtroppo parte della vita, ma non deve essere la regola. Se c'è questo forte disagio, mi sembra più utile imparare delle tecniche di controllo e gestione dello stress come la mindfulness. Per lasciare andare le tensioni corporee, inclusa la tristezza, potrebbero essere utili tecniche a mediazione corporea come la terapia bioenergetica. Non le sarà difficile trovare un/a terapista in zona. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

367 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte