Perché non riesco a fidanzarmi?

Inviata da marta il 11 ago 2015 Relazioni sociali

Ciao,
mi chiamo Marta, ho 26 anni e non ho mai avuto un ragazzo. Sono abbastanza carina ma il mio problema è che appena qualche ragazzo si avvicina e mi fa capire di volere qualcosa di più di una semplice amicizia io scappo. Mi allontano subito anche se non è mia intenzione farlo. Quando conosco un ragazzo tendo a diventarci subito amica perché restando in questo ambito mi sembra di poter avere tutto sotto controllo, mi sento libera di parlargli e di confidarmi in tutto. I problemi iniziano se il rapporto di amicizia inizia a trasformarsi in altro. Anche se a me piacerebbe iniziare una relazione tendo a far capire tutto il contrario, come se avessi paura di una delusione. Cosa devo fare? Da cosa può dipendere ?
Anche in questi giorni c'è un ragazzo che mi ha palesemente detto che gli interesso e non vorrei rovinare tutto ma non so cosa fare.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marta,
le informazioni che fornisce non sono sufficienti per fare un'ipotesi ma emergono alcuni temi che potrebbero essere oggetto di riflessione e approfondimento: il tema del controllo, della gestione della novità e della delusione. Potrebbe esserle utile un percorso psicologico nel quale approfondire questi temi, riflettere sul ruolo che giocano nella sua vita e nelle sue relazioni. In questo spazio avrebbe anche modo di guardare al suo stile relazionare e capire cosa la frena dall'iniziare una relazione sentimentale.
Per quanto riguarda la frequentazione con il ragazzo che recentemente ha mostrato interesse nei suoi confronti provi a mettersi in gioco, a guardarsi nella relazione, viva e mostri curiosità nei confronti dei suoi vissuti, delle sue emozioni, dei suoi pensieri ed agiti, stia nel qui ed ora lasciando pensieri e riflessioni ad un secondo momento.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1029 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
se non ha mai avuto un ragazzo non avrà neanche mai avuto una delusione d'amore. Eppure lei stessa non esclude che possa esserci la paura di una delusione in questa ipotetica relazione d'amore.
E allora quali origini potrebbe avere siffatta paura? Nella relazione amicale invece si trova a suo agio e si sente più sicura e protetta da una possibile quanto temuta destabilizzazione.
Mi verrebbe quasi da ipotizzare che lei ha una struttura di personalità sul versante rigido e si sente minacciata da emozioni che non vuole vivere temendo che la facciano diventare debole.
Se la mia ipotesi diagnostica è corretta lei rischia di vivere una vita povera e deprivata dal punto di vista emotivo.
E se tutto questo non le piace (come mi pare di capire) e ne vorrebbe uscire, non le resta che chiedere l'aiuto della psicoterapia.
Nel frattempo, accetti la corte di quel ragazzo che anche a lei sembra interessare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Marta. Sarebbe importante capire quali sono state le tue esperienze passate con ragazzi e/o fidanzati o anche se hai avuto semplici flirt. C'è tutto un mondo da scoprire nel cominciare una relazione quindi bisognerebbe parlarne insieme in modo da capire come il tuo mondo interiore di donna reagisce a nuovi stimoli provenienti da ragazzi che ti fanno la corte.
Poco alla volta sarai più consapevole e sicura di quello che vuoi e di come ottenerlo.
Parliamone.

Francesco Perrelli PdM

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Marta,
la consapevolezza della sua difficoltà nell'instaurare una relazione amorosa traspare dalle sue stesse parole, "ho bisogno di tenere tutto sotto controllo" e "ho paura di essere delusa". E' probabile che le sue esperienze unitamente alle sue caratteristiche personali l'abbiano condotta a costruirti un illusorio benessere in cui non può esserci posto per il cambiamento, ossia la perdita di uno stato che non probabilmente non ci sarà più e richiede ogni volta un "riassestamento" di sè stessi. L' evitamento pertanto diventa il meccanismo di difesa privilegiato per facilitare il consolidarsi di questo stato di torpore in cui si crede di non soffrire. Per quel che riguarda l'origine di questo comportamento come le è stato comunicato dalle colleghe non ci sono dati sufficienti per farsi un idea obiettiva del suo stile di attaccamento, che andrebbe indagato in modo approfondito.
Entrare in contatto con le proprie emozioni e darvi un significato e non sfuggirle o soffocarle potrebbe esserle di aiuto a chiarire cosa la turba e come superarlo. Dia a se stessa l'opportunità di maturare attraverso un percorso psicologico scoprendo il valore di una relazione autentica.
Un caro saluto



Un caro saluto

Dott.ssa Angela Niro Psicologo a Foggia

57 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta, sono molto pochi gli elementi forniti per valutare; l'affiancamento ad uno psicologo le può permettere di approfondire meglio le dinamiche di fuga costante ed evidente, non appena qualcuno Le si avvicina per corteggiarla in un modo diverso da una stretta situazione amicale. Magari l'amicizia potrà essere un modo iniziale per approcciarsi, ma non sempre è funzionale per instaurare una relazione più importante. Mi pare che Lei stessa chieda di poter superare questa situazione di stasi, quindi appare sufficientemente motivata ad affrontare un percorso di valutazione e modifica di atteggiamenti più improntati sulla protezione di sè. Cordialmente Le faccio i miei migliori auguri per il superamento di questo momento.
Dott.ssa Michela Morin

Dott.ssa Michela Morin Psicologo a Piove di Sacco

9 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
da ciò che scrive lei ha sempre assunto questo tioi di atteggiamento. Consideri che, una volta che si è instaurata una determinata dinamica che la "salva" dal provare emozioni che probabilmente pensa siano ingestibili, questa aumenta le probabilità che la volta successiva si attivi quasi automaticamente tale dinamica rinforzando così le sue credenze e non dando modo a queste di essere disconfermate. In questo periodo ha un conosciuto un ragazzo che le interesserebbe continuare a conoscere, si chieda quale sia l'emozione dalla quale vuole fuggire e se può correre il rischio di provarla. Le consiglio comunque di intraprendere un percorso psicologico per far maggiore chiarezza sulle dinamiche da lei assunte.
Un caro saluto,
dott.ssa Elisa Lijoi

Dott.ssa Elisa Lijoi Psicologo a Perugia

10 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara marta. Di certo c'è in te una componente che teme la relazione perchè teme la delusione ... ma io credo che ci sia comunque un bisogno più profondo di libertà che stai ignorando ... credo proprio che un percorso psicologico potrebbe far luce sulle tue paure di delusione, di amare, ma in primis il tuo bisogno di libertà

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

305 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
in parte ha già fornito delle risposte: tende a "scappare", vuole sentirsi in zona di sicurezza con l'amicizia per "tenere sotto controllo" la relazione, e ha "paura di una delusione". Queste tendenze e relativi comportamenti hanno probabilmente radici antiche e per superare dovrebbe valutare di intraprendere un percorso di psicoterapeia psicodinamica per lavorarci su ed elaborare efficacemente.Con questo ragazzo che le interessa, non abbia fretta ed inizi la frequentazione ascoltandosi nel profondo e provando a lasciare spazio al suo desiderio di instaurare una relazione d'amore.

Resto a sua disposizione e le auguro una buona estate

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte