Perché non riesco a dormire fuori casa?

Inviata da Isa · 25 apr 2016 Nevrosi

Ho 23 anni, e fin da quando ho 10 anni, quando vado in vacanza o facevo delle gite scolastiche ai tempi della scuola, mi vengono degli attacchi d'ansia seguiti da vomito e pianto. A 10 anni la prima volta quando mi accadde ciò, né io e né le mie maestre capimmo cosa fosse, perché era la prima volta, ma ricordo che appena fece buio e mi guardai intorno iniziai a stare male e a vomitare. Purtroppo la situazione non è cambiata fino ad ora: vomito, pianto e una forte voglia di tornare a casa caratterizzano le mie vacanze, fino all'ultima pochi giorni fa in cui sono rientrata il giorno stesso perché non riuscivo a stare bene all'idea di dover passare due notti fuori casa. All'inizio davo la colpa agli hotel sporchi, la brutte camere che ci assegnavano per farci risparmiare, ma non sempre gli hotel erano brutti e sporchi, quindi questa scusa non reggeva più. Le altre volte ho portato a termine i miei viaggi perchè ero costretta a stare lì essendo con la scuola, ma quest'ultima volta, avendo la possibilità di ritornare,ho deciso di prendere il treno e tornare a casa,sentendomi molto sollevata. Non mi pento d'essere tornata, però penso che forse avrei potuto farmi un pò più di forza e rimanere,invece di trovare la strada più facile. Dopo questa esperienza ho deciso di non andare più da nessuna parte, perchè sono passati 10 anni e sono sempre ferma in un punto, e pensare che stavolta ero convinta di potercela fare. Ho 23 anni, sono giovane, e mi chiedo perché non io non possa essere come gli altri miei coetanei quando partono.
Attendo consigli,
Grazie anticipatamente,
Isa

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 APR 2016

Buongiorno Isa,
nei casi come il suo non vi è, in genere, una ragione universale. Il suo star male è indubbiamente sintomo di una qualche forma di disagio che merita sicuramente di essere approfondito. La prima considerazione che viene da fare è che le ragioni di tale disagio potrebbero essere riconducibili ai suoi 10 anni (o prima). Da un problema come questo si può "guarire" a patto di affrontarlo nel modo giusto. Credo che la sua storia ci parli di una persona forte che ha provato a risolvere questa cosa da sola e che purtroppo non ci è riuscita. Perchè non prova ad usare questa forza per chiedere un aiuto concreto? Un caro saluto,
Dott. Alessandro Acampora

Dott. Alessandro Acampora Psicologo a Cernusco sul Naviglio

8 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2016

Gentile Isa,
quando avevi 10 anni, era parzialmente comprensibile e scusabile che il tuo malessere non fosse stato riconosciuto e adeguatamente trattato ma adesso che di anni ne hai 23 mi sembra che sia finalmente arrivato, anche se con grande ritardo, il momento di affidarti ad un bravo psicoterapeuta per curare il tuo "disturbo di ansia con attacchi di panico (DAP)".
Ora che sai di avere di avere un problema e sai anche di che problema si tratta (perchè ti è appena stato detto), sei tu responsabile nel decidere se tenertelo o volerlo superare.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Nevrosi

Vedere più psicologi specializzati in Nevrosi

Altre domande su Nevrosi

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte