Perchè mi sono affezionata così tanto alla mia insegnante ?

Inviata da Manuela · 16 giu 2015 Dipendenza affettiva

salve, sono una ragazza di 18 anni..
Non ho mai amato lo studio.. Neanche alle elementari..così in prima media iniziai un'anno un po' brutto.. Non studiavo mai e il mio comportamento non era adeguato. Verso la metà di settembre arrivò una nuova insegnante di storia e geografia, all'inizio non mi era molto simpatica infatti alla mia prima interrogazione con lei, dato il mio comportamento non tanto corretto, la mandai a quel paese perché mi rifiutavo di fare l'interrogazione.. Questa insegnante ha le mie stesse origini e veniamo entrambe dalla stessa città.. Così iniziai ad interessarmi di lei e lei pian pian cercò di aiutarmi, tanto che, grazie a lei iniziai a studiare.. L'hanno si stava concludendo abbastanza bene grazie a lei non sarei stata bocciata e soprattutto mi sentivo bene con lei.. Da quando arrivò io avevo voglia di andare a scuola lei mi trattava diversamente dai miei compagni non mi sgridava quasi mai e se lo faceva mi bastava uno sguardo per capire dove stavo sbagliando parlavamo molto e quando poteva si fermava con me a chiacchierare.. Infatti una volta in gita durante una spiegazione della guida lei mi trascinò via dicendomi che mi avrebbe rispiegato lei dopo quello che la guida stava dicendo e parlammo per un po'..
Finito l'anno tutti erano felice di uscire finalmente ma io non tanto, certo ero felice che sarebbero arrivate le vacanze ma come avrei fatto senza di lei ? Durante l'estate scrivevo delle pagine di diario su di lei ma spesso piangevo perché mi mancava molto.. E continuò così l'estate finché non arrivò un nuovo anno scolastico.. Io ero felicissima.. Speravo che lei avrebbe insegnante di nuovo nella nostra scuola.. Ma non fu così, mi sentivo malissimo e soprattutto mi mancava ancora di più.. Poi scoprii che insegnava nella scuola al paese vicino al mio e attraverso conoscenze le mandai una lettera dove le raccontavo che mi manca e che la sogno tutte le notti.
Mi dissero che si commosse alla lettera ed ero felicissima.. Un giorno la incontrai a scuola ma lei cercò di evitarmi così continuai a sfogarmi sul diario e scoprii il suo profilo Facebook dove trovai tutte le sue informazioni e praticamente l'avevo "stolkerizzata" scrissi tutto ciò sul mio diario..
E scrissi anche che io volevo essere al posto di suo figlio volevo essere sua figlia e volevo che lei mi portasse a vivere con la sua famiglia..
Dopo un po di tempo la incontrai ma lei non si azzardò neanche a salutarmi.. Così quando la rividi le lasciai il mio diario senza farmi vedere.. E da lì non mi parlò proprio più e ogni volta che la vedo mi guarda con odio.. Io piango giorno e notte e lei per me è l'esistenza della mia vita.. Cosa devo fare ? Perché non mi parla più ?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GIU 2015

Gent. Manuela
L'affezione che lei ha verso questa insegnante sembra motivata dal fatto che avete le stesse origini e dal legame particolarmente profondo che si era instaurato al punto tale che lei aveva iniziato ad avere interesse per lo studio.
Fra di voi, però , si è creato un legame troppo esclusivo a cui lei si è' aggrappata ma che poi è' sfuggito di mano a tutte e due.
L'insegnante ha interrotto il rapporto nel momento in cui si è accorta che era diventato ingestibile in quanto lei è arrivata a fantasticare di essere addirittura sua figlia.
Per quanto la riguarda la rottura del rapporto con questa persona è diventato ingestibile poiché l'allontanamento di questa insegnante la porta a fare richieste sempre maggiori e a non tollerarne la separazione.
Sarebbe il caso che lei si rivolgesse ad uno psicoterapeuta per affrontare i suoi problemi di comportamento
( cui lei fa un breve
accenno) e la conseguente gestione delle relazioni.
Con i migliori auguri
Paola Pique'


Dott.ssa Paola Piquè Psicologo a Mestre

29 Risposte

16 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2015

Buongiorno, è evidente come lei faccia fatica a staccarsi emotivamente da questa insegnante e trovare la giusta distanza, segno che vi sono difficoltà nelle azioni di separazione emotiva, le consiglio di non prendere sottogamba questa cosa e di fare un percorso psicoterapeutico per affrontarla, è importante che lei capisca cosa le succede veramente a livello inconscio.
Cordiali saluti, Dott. D. Malerba

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2015

Cara Manuela,
sicuramente l'atteggiamento gentile e disponibile di quest'insegnante ha fatto in modo che diventasse per te un nuovo punto di riferimento, quasi quel genitore che tu avresti voluto si comportasse come lei ha fatto all'inizio. Come spesso accade, però, proiettiamo sugli altri quei bisogni che da bambini non sono stati soddisfatti generando incomprensioni dopo un pò di tempo e, come in questo caso, l'altro si dimostra non disponibile a soddisfare le "esigenze" di cui abbiamo bisogno.
La cosa che credo sia importante fare per il momento è quella di lasciare le cose così come stanno con la tua insegnante, magari puoi prendere in considerazione l'idea di lavorare sui bisogni che sta esprimendo la tua parte bambina (specialmente quelli legati all'affettività e alla famiglia) e, col tempo, avere più probabilità di entrare nuovamente in contatto con la tua insegnante magari, in maniera più libera e consapevole.
Cari saluti,
Dr.ssa Ilaria Terrone

Dott.ssa Ilaria Terrone Psicologa Bari Psicologo a Bari

160 Risposte

231 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2015

Cara Manuela, probabilmente una carenza affettiva nella tua famiglia ha fatto si che ti affezionassi a questa maestra gentile e disponibile, tanto da desiderare di averla come madre; fin qui tutto bene. Hai forse esagerato a voler entrare così prepotentemente nella sua vita, diventando per lei più un problema che un affetto. Non a tutti piace essere tanto desiderati, amati, spiati, perché fa sentire oppressi; e questa è la brutta sensazione che la tua ex insegnante ora sta provando.

Prova a rendere meno ossessivo il tuo interessamento nei suoi riguardi, prova ad avvicinarla scusandoti e soprattutto prova a consultare uno psicologo per capire l'origine di questo tuo morboso attaccamento. Ti aiuterà a sentirti meglio e a capire molte più sfumature di questa relazione.

Un caro saluto.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte