Perché mi sento stretta in tutte le relazioni?

Inviata da Laura · 8 mar 2018 Terapia di coppia

Buongiorno,
sono una ragazza di 22 anni. Vi scrivo per avere dei consigli su un pensiero che mi tormenta. Sin da quando avevo 15 anni sono stata ininterrottamente fidanzata, passando da un ragazzo all'altro senza mai avere un periodo da single. Il pattern delle mie relazioni è più o meno sempre lo stesso: mi fidanzo, sono entusiasta, penso di essere nella relazione perfetta, ma dopo circa un annetto comincio a sentirmi in trappola e mi viene voglia di uscire dalla relazione per interrompere l'abitudine e provare qualcosa di nuovo. Ho avuto 5 relazioni (compresa quella attuale, che dura da un anno e mezzo) e ogni volta sono stata io a lasciare. Attualmente sono fidanzata con quello che era il mio migliore amico e con cui credevo non sarei mai andata in crisi, ma come al solito sto cominciando a fare pensieri su altre persone e improvvisamento mi sento stretta. Questa cosa mi fa stare molto male perché lui è davvero una persona bella, gentile, con cui ho tantissimo in comune e ho condiviso tante esperienze, ed è un ragazzo che stimo moltissimo in tutto quello che fa. Per qualche motivo però, nonostante questo, io non riesco a togliermi quella curiosità di provare altro, di esplorare e fare un po' come voglio. Vorrei davvero riuscire a vivere una relazione in modo sereno, riuscire a pensare solo alla persona con cui sto ed essere felice così, ma c'è sempre una parte di me che si sente come se si stesse precludendo tante altre possibilità. Sono andata talmente in crisi per questa situazione che ormai anche solo la parola "relazione" mi mette ansia e mi viene una sensazione si soffocamento, se penso a un futuro matrimonio peggio ancora. Per come sono, non credo riuscirei mai a stare in una relazione così duratura con qualcuno, senza sentire mai attrazione per altri o quel desiderio di togliermi uno sfizio. Sono molto frustrata perché come al solito sono fidanzata ma c'è un ragazzo che mi attrae moltissimo fisicamente, e sono giunta alla conclusione che forse, se tutte le mie relazioni finiscono perché mi piacciono altri, non sono mai stata innamorata di nessuno e sono dipendente dall'adrenalina delle "prime volte". Alcuni dicono che è lecito sentirsi così a 22 anni e che alla mia età sia normale passare da un ragazzo all'altro, però non sono così convinta. Ormai non mi fido più di me stessa e non penso che in futuro mi fidanzerò ancora perché tanto finisce sempre allo stesso modo. Se l'innamoramento dura circa un anno, forse semplicemente non riesco ad andare oltre quella fase e vivere senza le farfalle nello stomaco? Spero possiate aiutarmi perché ormai passo le mio giornate con questo pensiero.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 MAR 2018

Gentile Laura,
effettivamente può esserti utile una lunga pausa di riflessione intraprendendo un percorso di psicoterapia per arrivare a comprendere le origini di questo tuo stile relazionale che alla fine si rivela sistematicamente disfunzionale ed egodistonico e che, inevitabilmente, se non corretto, continuerà ad essere per te fonte di problemi e frustrazioni.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7543 Risposte

21086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAR 2018

Salve Laura,
sentirsi “soffocare” all'interno di relazioni amorose è un'esperienza comune a molti. Questo non significa non essere innamorati della persona che si ha vicino, semplicemente si sperimentano emozioni ambivalenti in cui il bisogno di stare con l'altro si contrappone al bisogno di libertà. Probabilmente per lei l'idea di avere una relazione stabile, per quanto desiderata, è qualcosa che fa paura perchè rappresenta un impegno che potrebbe compromettere i suoi spazi, così da avere la sensazione di essere bloccata, o appunto sentirsi soffocare. Questo non ha nulla a che vedere con l'amore nei confronti dell'altra persona che può comunque continuare ad esserci.
Per conoscere meglio queste sue modalità relazionali e riuscire a vivere le sue relazioni in maniera meno costrittiva le consiglio di intraprendere un percorso psicologico in cui questi temi potranno essere affrontati con i giusti tempi e adeguate modalità.
Saluti,
Dott.ssa Francesca Aloisi, Psicologa ad orientamento cognitivo-costruttivista, Forlì.

Dott.ssa Francesca Aloisi Psicologo a Forlì

2 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2018

Buonasera Laura,
le relazioni adolescenziali possono essere soggette a repentini cambiamenti o interruzioni, legate sicuramente alla fase evolutiva.
Nel suo caso, tuttavia, sembra sia diventata un modalità costante e ripetitiva, che meriterebbe di essere approfondita nell'ambito di un percorso psicologico.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1260 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2018

Quindi abbiamo da una parte la ricerca del piacere in generale, dall'altra un fuggire dal dolore...

Un percorso potrà aiutarti a cnoscerti meglio e gestire anche in questa ottica le tue relazioni (come se i parter avessero una data di "scadenza" e fossero sostituibili come qualsiasi oggetto) oppure valutare se ti abbia necessità di vivere la coppia in modo diverso (forse sei poliamorosa?)
Però appunto occorre un periodo di solitudine e di percorso per conoscerti e imparare a gestire meglio tutto questo.
Devi poterti fidare di te stessa e lo puoi fare al di là fi tutto, solo con qualcuno che ti aiuti a essere maggiormente consapevole

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

242 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2018

Buongiorno Laura,
innanzitutto complimenti per la tua consapevolezza.
I motivi che ti portano ad avere necessità di vuvere semore con le farfalle nello stomaco possono essere diversi.
La psicoterapia può aiutarti a focalizzare meglio cosa vuoi realmente.
Sei sempre stata fidanzata perché vuoi procare qualcosa di nuovo ma questo ti annoia appena il tutto diventa stabile, di fatto.
Oltre no avere mai preso un periododi pausa per capire meglio i tuoi sentimenti (saltando forse la fase di lutto della chusura della relazioni

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

242 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte