Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perche mi sento fuori dalla realtà

Inviata da Gabriella il 24 mag 2012 Ansia

Da qualche mese soffro di ansia e attacchi di panico quando sono sola..ho paura di uscire da sola ..quando sono in mezzo alla gente..mi sento estranea..cosa mi sta succedendo...ero esattamente il contrario poco tempo fa...aiutatemi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Gabriella,
dalle poche righe che ha scritto è evidente come questo problema che si è manifestato da poco le stia già condizionando la vita a tal punto che quasi non si riconosce. Purtroppo questo è l'esito del Disturbo di Panico che è destinato anche a peggiorare se trascurato, se si lascia intercorrere tempo dal momento dell'esordio, pensando che magari potrà passare da solo. In realtà le remissioni spontanee sono davvero molto rare, mentre se trattato adeguatamente con una psicoterapia, la prognosi è estremamente positiva. L'approccio di prima scelata per questo tipo di problematica è quello cognitivo -comportamentale,se avesse bisogno di informazioni in merito rimango volentieri a disposizione. Cordiali saluti, Dott.ssa Francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

152 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

anche io mi sento così, ho 19 anni

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella,
dalle poche righe che ha scritto, viene percepito il suo vissuto di sofferenza relativo a questo cambiamento. Prima una persona attiva e dinamica ora pare che senza la presenza di un altra persona prova una forte angoscia che non le permette di poter vivere.
Sarebbe importante poter contattare un professionista nelle vicinanze di dove abita per poter pensare di intraprendere un percorso migliore per lei.
Tanti Saluti
Dott.ssa Elisabetta Bellagamba

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella,

quello che scrive non ci consente di darle consigli precisi, dato che il quadro è troppo "vago".
Se il suo stato d'ansia dovesse perdurare ed aggravarsi, sicuramente sarebbe utile rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto che potrebbe aiutarla a costruire un percorso terapeutico.
Buon proseguimento

Cordialmente

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

99 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella, rivolgiti al più presto ad uno psicologo o ad uno psicoterapeuta. Prendi un appuntamento per un primo colloquio gratuito, magari provane più di uno,sicuramente ce ne saranno nella tua zona geografica. Ti consiglierei un approccio cognitivo comportamentale, si è rivelato molto efficace per il disturbo di panico e le altre forme d'ansia, non è un pecorso lunghissimo e otterrai dei benefici già dalle primissime sedute. Attenta a non cadere nell'inganno dei farmaci, alleviano subito i sintomi, ti fanno sentire bene già da subito ma poi spesso non ne puoi fare a meno e vai incontro ad altri disagi, per questo,non correre subito dallo psichiatra. Solo dopo un'attenta diagnosi dello psicologo, insieme potete decidere se è il caso o meno di fare una visita psichiatrica ed eventualmente iniziare un trattamento farmacologico, DI BREVE DURATA!!! muoviti presto, il disturbo di panico a volte scompare così come è arrivato, magari è un periodo di forte stress o di tensione, spesso però tende a peggiorare e a insediarsi sempre di più impedentoti di svolgere una vita normale e soddisfacente, e questo non deve accadere. In bocca al lupo e buon benessere!!!
Dottor Vito Lupo.

Studio Genesis, Dott. Vito Lupo Psicologo a Battipaglia

14 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara signora Gabriella, come già suggerito dai colleghi ci deve essere stato un cambiamento nelle sue abitudini di vita...le consiglio di rivolgersi ad un psicologo psicoterapeuta per farsi aiutare a gestire al meglio questa fase della sua vita, anche se magari ha paura di ricevere alcune spiegazioni sul suo funzionamento personale (ma le sarà utile per stare meglio!).
Un caro saluto,
dott.ssa Giovanna Ferro - psicologa psicoterapeuta - Savona

Dott.ssa Giovanna Ferro Psicologo a Savona

78 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

situazione complessa tuttavia abbastanza facile uscirne e anche definitivamente dopo una accurata valutazione clinica (anche, se necessario, con test psicodiagnostici) al fine di caire le cause del suo malessere e fare , come si dice tecnicamente, una diagnosi del suo problema
dr paolo zucconi psicoterapeuta comportamentale e sessuologo a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1554 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora, i sintomi che le lei avverte sono indicatori di uno stato d'ansia che non possono essere sottovalutati, per cui sarebbe opportuno che lei contattasse uno psicologo col quale intraprendere un trattamento che possa aiutarla a riconoscere questi sintomi e così cercare di risolverli il prima possibile!
In bocca al lupo!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Gabriella,

sarebbe utile lavorare sui momenti in cui non si sentiva così e rafforzarli. Un lavoro terapeutico che valorizzi le sue risorse che ci sono le sarà senz'altro utile. Può capitare di vivere momenti di fragilità e debolezza personale in cui si fa fatica a riconoscere ciò che siamo capaci di fare. Ciò che viviamo dipende da come ci stiamo rappresentando l' evento; la paura non è un sentimento realistico quando non ci sono condizioni oggettive che la scatenano (esempio un incendio da cui scappiamo o una situazione di pericolo reale...). il nostro cervello non distingue tra paure reali e immagini che la nostra mente si crea, quindi reagisce e basta agli stimoli che li mandiamo. A tale proposito, un lavoro che educhi il suo cervello a immaginare situazioni positive e non negative la aiuterà sicuramente.

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

131 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gabriella,
parla di ansia, paura di stare da sola, ma soprattutto sembra quasi colta di sorpresa da questo suo star male, e ovviamente questa sorta di sorpresa aumenta lo stato d'ansia.
Credo sia importante per lei capire, dare un senso a questo momento che sta attraversando, ma anche trovare sollievo nell'essere aiutata ad affrontare le sue paure, e può fare questo attraverso una psicoterapia.
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

83 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Gabriella,

dalle sue parole emerge la possibilità di un disturbo d'ansia con attacchi di panico.
Il mio consiglio è quello di rivolgersi ad uno psicoterapeuta nella sua zona, che la possa accompagnare in un percorso che le permetta di mettere a fuoco quale sia il significato e la causa dell'attuale sintomatologia, prima che questa diventi significativamente invalidante nella sua quotidianità. Non esiti troppo a chiedere aiuto.
Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti, cordiali saluti. Dott.ssa Barbara Testa Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

Dott.ssa Barbara Testa Psicologo a Como

100 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Gabriella,
quello che emerge dai pochi dati che ci ha fornito è la conseguenza di un probabile cambiamento che può essere avvenuto nella sua vita o la conseguenza a eventi che possono averla turbata al punto di aver fatto "saltare" il suo equilibrio conosciuto. Ma queste sono solo ipotesi. Da qui possiamo solo orientarla. Si affidi con fiducia ad una terapia psicologica che potrà fornirle gli strumenti per superare questa sua fase. Inoltre, quello che le sta accadendo è senz'altro una buona opportunità per conoscersi a fondo. I colleghi prima di me le hanno dato tutte le indicazioni opportune per dirigersi verso la terapia giusta.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella,

può capitare che durante episodi di ansia/attacchi di panico, si verifichi la derealizzazione, cioè la sensazione di sentirsi fuori dalla realtà. E' importante che si rivolga ad uno psicoterapeuta che la aiuti a diventare consapevole delle sue difficoltà e a gestire l'ansia con un percorso specifico. Si può imparare a controllare queste reazioni ansiose.
Saluti,

dott.ssa Silvia Guglielmetti

Dott.ssa Silvia Guglielmetti Psicologo a Piacenza

19 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gabriella. Quelli che descrive, sia pure in modo sintetico, appaiono segnali di un disagio profondo, legato forse a difficoltà evolutive o a nodi complessuali di qualche tipo, che richiedono comunque di essere presi in considerazione. Le consiglio di rivolgersi a uno psicoanalista: un percorso di questo tipo potrebbe non solo sciogliere tali sintomi ma aprire la possibilità per lei di esprimere al meglio la sua personalità.
Dr. Daniele Rondanini - Dirigente Psicologo ASL - Psicoanalista - Roma

Dottor Rondanini Daniele Psicologo a Roma

22 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella, probabilmente (come tu stessa dici) stai avendo degli attacchi di panico, tuttavia per rispondere al tuo "perchè" sarebbe prima di tutto necessario conoscere i meccanismi di scompenso, ovvero analizzare cosa stava succedendo nella tua vita prima della comparsa del disturbo e come tu hai reagito agli stessi sintomi.
Andrebbero poi approfonditi altri aspetti che accenni: 1) la paura di uscire da sola, la paura di stare in mezzo alla gente: paure a cui non sottostano necessariamente le stesse minacce percepite.
2) "sentirmi estranea": estranea intesa come senso di irrealtà (e questo può essere un sintomo cognitivo legato all'ansia, sintomo che ti preoccupa incrementando l'ansia stessa)? oppure estranea intesa come "non sentirmi appartenente"?
Comunque non ti preoccupare eccessivamente, l'ansia e il panico si possono gestire con successo. Se noti che i tuoi personali tentativi nel superare il disagio continuano a fallire, non esitare ad iniziare una psicoterapia (io direi cognitivo-comportamentale) che ti aiuti a dare "un senso" a quello che ti sta accadendo (e qui mi riferisco al tuo perchè iniziale e ai meccanismi di scompenso) e ad acquisire/ potenziare le adeguate strategie per recuperare uno stato di benessere (soprattutto lavorando sui circoli viziosi presenti)
Ti saluto cordialmente.

Dott. Christian Spinelli Psicologo a Bari

7 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gabriella, il nostro modo di essere è dato dal nostro carattere rafforzato e stimolato da ciò che ci circonda. Evidentemente il suo vecchio o normale modo di essere poco si incastra con le situazioni che vive attualmente, non è più funzionale. I sintomi hanno proprio la finalità di comunicarci che qualcosa non va e direi che potrebbe essere un buon momento per approfondire ciò che sta accadendo con una psicoterapia. buon lavoro ein bocca al lupo! dott.ssa Simona Rosati

Simona Rosati Psicologo a Roma

39 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

cara gabriella,
ci ha fornito pochi indizi per offrirle un aiuto! Al contempo, però, credo che abbia un significato importante, per lei , focalizzarsi su ciò che le accade omettendo altre informazioni...
quanti anni ha? ricorda esserci stato un episodio particolare prima di qualche mese fa? ..................
Gabriella... resto a sua disposizione in questa fase online ma al più presto contatti uno psicoterapeuta e si dia l'opportunità di comprendere. ...e se volesse poi fornirci ulteriori dati sono ben accolti!

Dott.ssa Mariangela Guerra Psicologo a Matera

8 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gabriella, stai soffrendo del disturbo d'ansia con attacchi di panico. Dopo il primo e normale disorientamento, è meglio rivolgersi a qualche terapeuta che con opportuni colloqui e strategie mirate La possa aiutare a riprendere in mano la Sua vita. Tale disturbo è in aumento, ma sappia che esistono delle metodiche per debellare l'ansia e guarire del tutto. Le verrà voglia di controllarsi come un topino allertato o di evitare luoghi sconosciuti, ma queste strategie peggiorano lo stato d'ansia e la paura sottesa. Il terapeuta da cui andrà, le fornirà degli strumenti idonei a vincere la paura e a detendere l'ansia. Cordiali saluti Dr. Stefano Di Carlo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Gabriella,
Le ipotesi potrebbero essere tante...pochi sono gli elementi che ci scrive.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo, psicoterapeuta della sua zona..con il suo aiuto riuscirà a comprendere, prima, le origini del suo malessere e successivamente ritrovare la sua serenità.
Le faccio i miei migliori auguri. Rimango a disposizione per ogni suo chiarimento.
Dott.ssa Maria Lucia De Vito.
Lecce

De Vito Dott.ssa Maria Lucia- Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Tricase

39 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gabriella, l 'attacco di panico è un segnale, un messaggio del suo inconscio che le sta dicendo qualcosa e come tale va ascoltato e accolto. Non cerchi di "fare da sola", ma si conceda di iniziare un percorso di terapia che le permetta di capire cosa le sta succedendo senza aspettare che si cronicizzi. Un grande in bocca al lupo. Un percorso individuale di terapia o un gruppo terapeutico potrebbero aiutarla a non farsi "sovrastare"da questo "mostro"che è il panico.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il senso di estraneità rietra nei sintomi dell'attacco di panico...sono sintomi dissociativi che possono spaventare, ma che in realtà sono molto comuni...anche tra le persone che non hanno il suo problema, per fare un es. tutti abbiamo esperienze simili poco prima di addormentarci.

Dr. Fabio Boccaletti Psicologo a Mantova

6 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gabriella, è più che plausibile il suo stato di timore ad una situazione per lei piuttosto nuova e a cui non era preparata; il consiglio che posso darle è di rivolgersi ad uno Psicologo/Psicoterapeuta nella sua zona cui riportare le sue difficoltà: insieme potrete intraprendere un cammino di comprensione del suo stato di malessere e lavorare attivamente utilizzando le strategie più idonee per migliorare la sua condizione psico-fisica. Resto a disposizioni per ulteriori chiarimenti, Dott.ssa Irene Olivi (Seravezza, forte dei Marmi-Lucca).

Irene Olivi Psicologo a Seravezza

50 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77850

Risposte