Perche mi sento come se tutto fosse uguale?

Inviata da Yllka · 30 ago 2012 Attacchi di panico

Da diversi anni ormai mi sento molto male, soffro di angoscia e non riesco a rilassarmi. Tutti i giorni mi sembrano uguali, e non ho piu la goia di vivere. Mi sembra che non ci sia via di uscita da questo stato di crisi. Non riesco piu a gestire le mie relazioni e mi sento strana anche a me stessa e non più normale. Cosa devo fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 AGO 2012

Cara Yllka, non ci dice nulla di se stessa. Emerge una grande sofferenza e un grande bisogno di ritrovare un ordine nelle cose, di dare un senso alla sua vita e un peso alle cose. Le consiglierei di rivolgersi ad un collega nella città dove vive, molti di noi propongono dei primi colloqui gratuiti, per darsi modo di trovare quell aiuto quella pace che cerca.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

143 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2012

Grazie delle vostre risposte, cerchero' di seguire un percorso psicoterapeutico, anche se non mi sento pronta...Comunque siete stati molto gentili. Mi ha colpito in particolare l'espressione blocco emotivo usato da alcuni di voi..ed e' proprio che cosi mi sento...bloccata emotivamente mentre in superficie la mia vita va benissimo..ho un buon lavoro, pagato bene, sono sposata, pero; da almeno 2 anni e mezzo mi sento distanziata dalla mia vita e dal piacere di vivere. Inoltre mi preoccupo moltissimo e cosi mi faccio l'autodiagnosi da sola...guardando in internet i sintomi e pensando le piu svariate possibilità.

Un abbraccio a tutti.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2012

Buongiorno gentile Yllka,
con i limiti di un consulto on line le suggerisco di rivolgersi ad uno Psicologo Psicoterapeuta per una Consulenza Psicologica che accerti il suo stato di profonda sofferenza con se stessa e con gli altri. Non escluda la possibilità di un aiuto farmacologico, che sarà eventualmente prescritto dallo Psichiatra, se il suo stato permanente da diversi anni la mette in condizione di vivere un quotidiano disfunzionale.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2012

Come si descrive pare che la sua sia una esperienza di tipo depressiva, capita di sentirsi cosi, veda se nella sua zona ci sia una psicoterapeuta in grado di aiutarla.

Saluti Elton Kazanxhi

Dr.Elton Kazanxhi (Psicologo ) Psicologo a Jesi

15 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2012

Carissima
capita di non sentirsi più bene, soprattutto se poi ci si mette anche l'angoscia, veda di consultare qualcuno nella sua zona, uno psicoterapeuta sarebbe meglio...

Saluti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2012

Cara Yllka,
lo stato d'animo che mi descrive mi preoccupa molto, e posso immaginare quanto sia spaventata da questo suo sentirsi "strana". A volte ci sono degli eventi della vita che ci turbano, senza neanche accorgercene. Magari pensiamo che un dato episodio sia stato solo un momento triste della nostra vita, ma che lo abbiamo superato, ma poi nel corso della storia ci sentiamo stranamente tristi e senza saperne il motivo, semplicemente perchè non abbiamo affrontato del tutto la tristezza passata...
Questo potrebbe essere solo uno dei motivi della sua angoscia, ma certamente un professionista, meglio se psicoterapeuta, potrà aiutarla a capire meglio questo suo stato.
Un caro saluto
dr.ssa Valentina Valentini

Dott.ssa Valentina Valentini Psicologo a Sorrento

22 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2012

Gentile Yllka, da quello che descrive del suo stato è difficile capire di cosa si tratta, credo comunque si possa pensare a qualche problema sul versante depressivo. Mi pare che la sua sofferenza sia importante e per questo la invito a rivolgersi ad uno specialista psichiatra per un intervento nell'immediato e ad uno psicoterapeuta per un intervento più profondo e capire le motivazioni del suo malessere. Auguri

Alessandro Degasperi Psicologo a Trento

91 Risposte

56 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2012

Gentile Yllka

Da quello che dice si sente il dolore che prova e quella sensazione di immobilità emotiva che vive. Il fatto che stia scrivendo lo prendo come un moto vitale, come un desiderio di uscirne, sembra poco ma è fondamentale per prendere in mano quelle parti di noi che ci chiedono l'immobilità per paura di muovere qualcosa. Il riuscire a percepire dolore deve servirle per reagire e prendere in mano la sua vita e dargli quella dignità e valore che forse ha perso nel tempo.
Forse un percorso di psicoterapia potrebbe servirle per condividere con qualcuno ciò che sta vivendo e per "smuovere" ciò che per non soffrire è diventato rigido e apatico.

Cordialmente

Dott. Goffredo Bordese, Centro di Psicologia Clinica, Pavia

Dott. Goffredo Luigi Bordese Psicologo a Pavia

32 Risposte

269 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2012

Cara Yllka, forse stai attraversando un periodo depressivo, solitamente accade nei momenti di maggiore stress, dovuti a diverse cause. Forse è accaduto qualcosa nella tua vita, un cambiamento brusco, una perdita, o forse le cause non sono da ricercarsi in un evento solo ma in una serie di eventi spiacevoli che si sommano. Gli stati depressivi sono spesso transitori, eppure a volte può essere utile l'aiuto di un esperto, lo spazio di una psicoterapia è un luogo dove si reimpara a volersi bene e a guardare il mondo con maggiore fiducia. Il mio consiglio perciò è quello di rivolgerti a un terapeuta di zona che possa seguirti in questo periodo per te difficile. I miei migliori auguri.
Dott.ssa Ottarda Monica

Dott.ssa Monica Ottarda Psicologo a Napoli

8 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Salve Yllka dalle tue parole si può comprendere il momento faticoso e doloroso che stai attraversando, per altro situazione che si protrae già da tempo e immagino ti abbia ormai bruciato tutte le risorse. E' arrivato il momento di prenderti cura di te ad esempio facendoti aiutare da una terapeuta della cittÀ in cui vivi. Io penso che possa aiutarti a ritrovare il senso delle cose e a ristabilire le tue risorse. Appena inizierai a sentirti meglio riprenderai a guardare il mondo con altri occhi e ritroverai anche la capacità di colorarti la vita scegliendo le esperienze per te più gratificanti. Sono convinta che ci siano anche altri modi per far fronte a stati depressivi come il tuo ma io per formazione ed esperienza personale posso consigliarti solo questo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Gentile yllka, immagino che stia passando un periodo davvero difficile, l'idea che tutti i giorni siano uguali e che non ci sia una via d'uscita deve essere terribile. Da diversi anni a questa parte probabilmente ha smesso di creder in sè, nel cambiamento e forse anche nel mondo. Purtoppo questo accade quando viviamo uno stato di depressione e in maniere dal tutto involontaria entriamo in un circolo vizioso per il quale riduciamo gradualmente quelle attività che potrebbero darci piacere e così facendo diminuiamo la possibilità di provare emozioni piacevoli così che il nostro umore ne venga compromesso e nuovamente ci spinga al ritiro sociale. Il mio consiglio, cara yllka è quello di inziare da una semplice attività che in passato le dava piacere, anche se inizialmente sarà difficile trovare il benessere di un tempo, è necessario sforzarsi per usicre dal circolo vizioso di cui prima parlavo. Infine, mi sembra di capire, dalle sue poche parole, un senso di sfiducia in sè stessa, bene, si guardi alle spalle, quali sono stati i suoi successi?per cosa si è sentita bene in passato?
Spero che questi brevi consigli possano esserle d'aiuto.
Un abbraccio.
Dott.ssa Camilla Podavini

Dott.ssa Camilla Podavini Psicologo a Brescia

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Cara Illka,
dalle sue poche righe e in questa sede, non è facile comprendere a pieno la sua situazione, da quali vicissitudini, ambiente, vissuti, si sia sviluppato questo suo malessere.
La sua richiesta d'aiuto però è chiara e schietta.
Molto probabilmente c'è stato o c'è qualcosa che disturba il suo mondo interiore in profondità.
Quindi è buona occasione per prendersi cura di sè al più presto. Chieda consulenza ad un/a psicoterapeuta a lei vicino , per iniziare poi un percorso nel quale possa esprimere questa sua sofferenza e trovare insieme significati e modi per stare meglio.
Un grande augurio,
cordialmente

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

186 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Buon giorno Yllka;

è probabile che lei, in questo momento della sua vita, stia affrontando una fase in cui ha bisogno di ritrovare i giusti stimoli e ciò passa necessariamanete attravero un'attento lavoro di analisi all'interno del quale si possono riscoprire, quindi valorizzare, quelle risorse che al momento non vengono adeguatamente espresse e che potrebbe effettivamente mettere in campo, riequilibrando in questo modo il contatto con la realtà.

se desidera approfondire il tema mi contatti pure, buona giornata

Antonio Esposito Psicologo a Reggio Emilia

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Buongiorno Yllka,
la descrizione della situazione che vive è un pò vaga. E' utile che sia piu' precisa, eventualmente anche con sè stessa: Quando si desidera e si è motivati a cambiare la propria condizione attuale, è importante farlo, partendo da piccoli obiettivi concreti: Faccia una lista di cosa vuole modificare e cambiare della sua vita e poi, chieda se può aiuto ad un o psicoterapeuta, che l'aiuti nel percorso di raggiungimento degli obiettivi.
Cordiali saluti

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

133 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2012

Caro utente,
pone la domanda cosa devo fare? Dalla situazione che lei descrive, il suggerimento è di intraprendere un percorso, al fine di comprendere cosa si cela dietro a questo stato di angoscia prolungata nel tempo, da cosa è stata scatenata, e comprendere le sue risorse interne per farvi fronte.
Cara saluti
Dr. Elisabetta Bellagamba

Dr.ssa Elisabetta Bellagamba Psicologo a Castiglion Fiorentino

65 Risposte

45 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte