Perché mi piace chi mi ha offeso e non mi importa di ciò che ha fatto?

Inviata da Alex · 31 ott 2022 Dipendenza affettiva

Chiedo il perché di chi mi piace nonostante mi abbia lasciato perdere!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 NOV 2022

C'è qualcosa di fortemente sociale in questo atteggiamento di appannaggio quasi esclusivamente femminile. C'è un'accettazione implicita del bambino vivace che in un momento d'ira scaraventa un giocattolo contro il muro. Da una bimba ci si aspetta che "faccia la brava" e possibilmente spinga un passeggino con un bambolotto, prepari la tavola mentre la mamma cucina e sogni un principe azzurro che dia senso alla sua vita rendendola madre dopo una magnifica cerimonia in chiesa. Insomma l'affetto per le bimbe non sembra sempre gratis, sembra piuttosto sia da conquistare con dimostrazioni di disponibilità e sottomissione. Non voglio aprire una tematica troppo ampia in poche righe che non basterebbero ad affrontarla, ma ipotizza che l'amore per te possa anche essere gratis, come in una buona amicizia dove non ti venga chiesto di dare prova di meritartela

Tiziana Viol Psicologo a Vittorio Veneto

609 Risposte

1968 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2022

Ciao Alex, deve chiedersi se questa persona le piace perché la lasciata perdere oppure per altri motivi.
Si ponga queste domande.
Cordiali saluti
Erica Raimondo

Dott.ssa Erica Raimondo Psicologo a Nocera Inferiore

12 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2022

Buongiorno Alex, nella sua lettera mancano molte informazioni, non è possibile darle uno spunto di riflessione senza conoscere niente di lei, della sua storia e delle sue relazioni. I nostri comportamenti sono il risultato della nostra storia di di vita e del modo in cui abbiamo cercato di adattarci e reagire.
Le suggerisco di affrontare la questione con un/a professionista che sappia aiutarla a mettere insieme i pezzi e capire cosa la spinge a orientarsi in un certo modo nelle relazioni. Un caro saluto, Luisa Fossati

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

524 Risposte

545 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Caro Alex,
La tua domanda può avere molteplici risposte, che non avendo ulteriori informazioni si presterebbero a interpretazioni personali. La situazione andrebbe certamente approfondita.
A ogni modo, la scelta del/della partner spesso non è casuale, ma influenzata dalle prime esperienze di relazione con i nostri familiari. Ossia, spesso e in modo involontario scegliamo chi possiede caratteristiche simli ai nostri modelli di riferimento, e noi stessi entrando in relazione con il/la partner ci comportiamo nel modo che abbiamo imparato in famiglia.
Resto a disposizione

Dott.ssa Denise Ferrazzi

Denise Ferrazzi Psicologo a Trento

8 Risposte

6 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Gentilissima/o Alex, innanzitutto grazie per la condivisione. Credo che non sia facile gestire e vivere la situazione che descrivi. Potrebbe aiutarti intraprendere un percorso di terapia, in modo da esplorare insieme ad uno specialista, ed elaborare, quelle che sono le cause delle difficoltà relazionali che riporti.
Resto a disposizione!
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

371 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Buonasera Alex, in un solo rigo si possono racchiudere tanti significati esistenziali, ma non sufficienti per potermi permettere di aiutarti. Mi piacerebbe poter comprendere insieme a te i meccanismi che ti trattengono in questo malessere e permetterti di uscirne.
Non esitare a contattarmi,

Dott.ssa Maria Giovanna Ginni

Dott.ssa Maria Giovanna Ginni Psicologo a Roma

73 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Buongiorno,
Non conoscendo la sua storia di vita non posso darle una risposta mirata, ma potrei ipotizzare che per lei l’offesa può essere una forma “d’amore”, quello che conosce.
Se l’altro ci offende c’è, magari vede questo.
Rifletterei sulla sostenibilità di questo e se c’è un nuovo modo per sentirsi con l’altro
Resto a disposizione

Un abbraccio

Dott.ssa Cecilia Autelli Psicologo a Pavia

184 Risposte

60 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Gentilissimo,
Queste dinamiche relazionali sono molto sottili e delicate, e di solito pongono le basi nelle prime esperienze relazionali che abbiamo avuto (con i nostri genitori, con la famiglia, con le prime relazioni d’amore). È Impossibile arrivare ad una risposta in modo standard, Il mio suggerimento è di affidarsi ad uno psicologo che possa aiutarla a capire le radici di questo suo comportamento. Se desidera, rimango a disposizione anche online.
Un caro saluto

Dott.ssa Cecilia Scuratti Psicologo a Ceriano Laghetto

29 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Buongiorno. Spesso chi ha avuto uno o entrambi i genitori svalutanti, tende a cercare partner con quello stesso atteggiamento. Così come il figlio piccolo ama il genitore sebbene possa essere distaccato e poco affettuoso, lo stesso tende a fare poi da adulto con il partner. Perciò questo aspetto andrebbe sviscerato in psicoterapia, in modo da rendere cosciente questa dinamica, decostruire certi schemi affettivi e costruirne dei nuovi più funzionali. Detto in parole povere, se adesso probabilmente nella scelta di un partner lei è poco attratto da persone premurose e affettuose, perché lontane dai suoi modelli di riferimento, dopo un lavoro con un terapeuta che diventa modello "genitoriale" di un nuovo tipo, lei comincerà a notare anche questo tipo di persone. Ovviamente, in parallelo a ciò, si lavorerà sul rafforzamento dell'Io e sull'autostima. Sarà automatico, dopo un lavoro di questo tipo, non accettare più un rapporto svalutante.

Massimiliano Irenze Psicologo a Torino

8 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2022

Salve Alex,
La sua domanda è semplice ma al contempo complessa. L'esperienza di sentirsi attratti da chi ci ignora o, nel peggiore dei casi, ci maltratta, non è così rara, anzi potremmo dire che si può avere un passaggio di vita in cui questo avviene e non se ne capisce la ragione. Ad un'attenta analisi, possiamo dire che se una persona prova interesse per un'altra che la disdegna e il suo interesse resta immutato, allora si tratta di considerare il processo di svalutazione in atto nel soggetto a livello psicologico. Il dialogo interno di chi si svaluta è spesso silenzioso, nel senso che il soggetto stesso non se ne accorge. Però un ascolto di sé potrebbe rivelare le frasi di squalifica con cui si rivolge a sé stesso inconsapevolmente. Può capitare quindi che questo dialogo interiore di tipo autosvalutante possa coincidere con la relazione di disconferma da parte di un'altra persona e in questo caso la persona prova la strana sensazione di essere attratta da chi la ignora. Per togliersi da questo circolo vizioso è necessario riscoprire il senso della propria preziosità, del sentirsi degno di essere amato dall'altra persona. Ognuno infatti ha diritto di essere amato e riconosciuto per la sua importanza e originalità.
Pietro Salemme

Dott. Pietro Salemme Psicologo a Roma

242 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124250

Risposte