Perché masturbarsi quando si hanno rapporti soddisfacenti ?

Inviata da Yryna. 7 ott 2016 4 Risposte

Perché il mio fidanzato sente il bisogno costante di offrirsi piacere (masturbandosi guardando video porno) anche se abbiamo rapporti tutti i giorni? Succede anche dopo un'ora /due che lo abbiamo fatto. Lui ha 25 anni, io 32 ma siamo entrambi pieni di energia , non ci serve nemmeno tanto preludio. Gli ho spiegato che mi da fastidio quando si tocca e può venire da me se sente il bisogno di avere rapporto sessuale. Dove sto sbagliando?

Argomenti simili

4 Risposte

  • Miglior risposta

    Cara Yryna,
    il suo è un problema, se di problema si può parlare, abbastanza diffuso. Non dice da quanto tempo state insieme. Probabilmente il suo giovane ragazzo, ancora nella fase post adolescenziale, evidentemente aveva preso questa abitudine in mancanza di rapporti sessuali regolari. La masturbazione è un'abitudine, ho constatato attraverso racconti di pazienti, dura a morire. Cercare sollecitazioni attraverso video porno, sentire il desiderio sessuale e masturbarsi è pratica attinente, appunto, all'adolescenza. In genere una sessualità matura prevede sempre la masturbazione ma molto meno rispetto a quando non si ha un partner. Sono convinta che con il tempo questa abitudine andrà diminuendo, quando il suo ragazzo vedrà nel rapporto non solo una soddisfazione sessuale ma anche un rapporto a tutto tondo, fatto di confidenze, complicità e condivisione. Stia serena e non lo colpevolizzi. Ci vuole solo il tempo per una maturazione e una crescita. Auguri

    Dr. Annalisa Lo Monaco

    Pubblicato il 11 Ottobre 2016

    Logo Dott.ssa Annalisa Lo Monaco
    Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Roma

    526 Risposte

    643 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 12100 Psicologi a tua disposizione
    • 12750 Domande inviate
    • 60450 Risposte date
    • Gent.ma Yryna,
      il modo più efficace per gestire questo aspetto è trovare il modo di comunicare tra voi: quali sono i pensieri, le convinzioni e le emozioni che fanno scegliere al suo ragazzo di masturbarsi? E quali sono i pensieri, le convinzioni e le emozioni che le fanno provare fastidio quando lo fa? E se smettesse del tutto di masturbarsi, in cosa cambierebbe la vostra vita di coppia?
      Sembra che stia dando molte cose come implicite. Renderle esplicite vi consentirà di conoscervi meglio e di trovare un modo per vivere i desideri di entrambi in modo più soddisfacente e complice.
      Cordiali saluti
      Dr. Christian Giordano
      psicologo psicoterapeuta terapista sessuale

      Pubblicato il 11 Ottobre 2016

      Logo Dott. Christian Giordano

      50 Risposte

      23 Valutazioni positive

    • Gentile Yryna,
      a mio avviso non si tratta di sbagliare qualcosa ma di avere una buona qualità di relazione che inizia con un buon dialogo e con la capacità di confrontarsi col partner su qualsiasi tema.
      Quindi, anche su questo tema sessuale sarebbe preferibile che lei potesse parlare apertamente col suo fidanzato per sentire le sue motivazioni.
      In ogni caso, è inopportuno che lei si faccia dei sensi di colpa prima di poter valutare le risposte che riceverà da lui.
      Cordiali saluti.
      Dr. Gennaro Fiore
      medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

      Pubblicato il 10 Ottobre 2016

      Logo Dott. Gennaro Fiore

      4500 Risposte

      13033 Valutazioni positive

    • Buongiorno Yrina, immagino che lo avrà chiesto anche a lui, cosa le ha risposto? Le motivazioni possono essere le più svariate come un desiderio sessuale elevato, un piacere ulteriore attraverso la masturbazione, il timore di chiederle altri rapporti dopo poco tempo dal precedente (con, possibile, timore di rifiuto o di accettazione solo per far contento l'altro anche se non va troppo), etc. etc. Come vede si va da motivazioni ormonali a quelle più prettamente psico-relazionali. Per questo sarebbe utile sapere cosa le risponde il suo partner. Infine, il suo atteggiamento "critico" (dove ho sbagliato) è potenzialmente utile a patto che non sia auto-colpevolizzante ma solo valutativo e che anche il suo partner abbia un atteggiamento simile. Come sa bene, in una relazione, ognuno ci mette del suo (più o meno consapevolmente).
      Buona fortuna
      dott. Massimo Bedetti
      Psicologo/Psicoterapeuta
      Costruttivista-Postrazionalista Roma

      Pubblicato il 10 Ottobre 2016

      Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

      610 Risposte

      808 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande