Perchè inizio a piangere ??

Inviata da sara · 8 apr 2014 Attacchi di panico

Mi è capitato qualche volta nel corso della mia vita di aver sofferto di attacchi di panico. Ultimamente però mi succede più spesso. Lavoro in Francia come servizio civile e ci occupiamo della gestione di un mercato solidale dove si rivolge soprattutto la popolazione araba. E diciamo che al mercato non sono proprio gentili, anzi.. e mi ritrovo davanti 10 persone che mi parlano e mi chiedono cose..madame,madame.. troppe domande per la mia testa.. e il cervello è come se andasse in tilt, non riuscissi a respirare. e l'ultima volta ho avuto una crisi troppo forte , per il tipo di stress che avevo avuto a lavoro, ho iniziato a tremare , e sbattere i denti, mi faceva male il cuore... e piangevo forte. Non riesco a capire perchè panico cosi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 APR 2014

Buongiorno gentile Sara,
effettivamente se il suo equilibrio psicofisico è così alterato risulta difficile ristabilirsi senza un aiuto psicologico. La invito a considerare la crisi in cui si sta trovando come un'opportunità per occuparsi di se stessa, dei suoi bisogni e delle sue aspettative prima di prendere decisioni affrettate. Inizi con il consultare un medico che possa aiutarla dal punto di vista medico (integratori alimentari, per es.) e inoltre valuti l'opportunità di richiedere dei colloqui psicologici anche via skype se non trova psicologi psicoterapeuti che parlano italiano lì dove vive. Ma è importante che si faccia aiutare sul serio. Resto a sua disposizione se lo ritiene necessario.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Gentile Sara,
dietro ai suoi sintomi ed al suo disagio vi possono essere più motivazioni.
La sua domanda è lecita e merita l'attenzione di un professionista.
Le consiglio intanto un colloquio orientativo. Se in Francia, dove si trova ora non ha la possibilità di recarsi da un collega o lo preferisce può avvalersi di un professionista che effettui colloqui tramite internet sempre più usato.
Attualmente infatti ci stiamo rendendo conto dell'incredibile risorsa di internet (seppur con tutti i suoi limiti) ed anch'io offro questo servizio. Se vuole avere ulteriori informazioni mi contatti e sarà mia premura rispondere alle sue domande in tal proposito.
Cordiali saluti.Dott.ssa Frandi Claudia

Dott.ssa Frandi Claudia Psicologo a La Spezia

43 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Cara Sara,
queste reazioni così forte devono metterle molta paura, è comprensibile ed è giusto che sia così, perchè non passino nuovamente sotto banco.
Se ci sono reazioni così intense, significa che c'è qualcosa che non va. Il panico le sta comunicando qualcosa di sè, lei va in tilt, le fa male il cuore, la testa è confusa, trema.
Questo mi farebbe chiederle se è proprio sicura che quello sia il posto per lei! Perchè è lì?
Qual'è il suo obiettivo?
Le piace ciò che fa e come lo fa?
E ancora, come gestisce la domande eccessive, opprimenti e non gentili?
Come si sente ad essere pressata?
Forse il suo tremore, ci suggerisce che più che gestirle, lei ne è invasa!
Non so, sono solo riflessioni, spero le siano da stimolo. Sicuramente è importante che si fermi a riflettere su cosa vuole da sè e se sta andando in quella direzione. Nessuno meglio di lei, può sapere qual'è la strada!

Sabrina Costantini Psicologo a Pisa

116 Risposte

269 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Buongiorno Sara, per capire il suo disagio e il suo malessere penso che potrebbe esserle utile un percorso terapeutico con uno specialista. Inoltre ci sono anche corsi per apprendere delle tecniche per gestire l’ansia e le tensioni come il training autogeno, tecniche di rilassamento per esempio..le consiglio comunque di rivolgersi sempre a degli specialisti qualificati. Elena

Dott.ssa Elena Cristalli Psicologo a Milano

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Buongiorno Sara, per capire il suo disagio e il suo malessere penso che potrebbe esserle utile un percorso terapeutico con uno specialista. Inoltre, ci sono anche corsi per apprendere delle tecniche per gestire l’ansia e le tensioni come il training autogeno, tecniche di rilassamento per esempio..le consiglio comunque di rivolgersi sempre a degli specialisti qualificati. Saluti, Elena

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Gentile Sara,
difficile capire da qua come mai lei reagisce allo stress con il panico. Nell'ansia ci possono cause contingenti, quindi legate allo stress che lei prova al momento, e storiche, ovvero legate alla sua vita ed al modo di stare in relazione.
Forse sarebbe opportuno che si rivolgesse ad uno psicologo di persona, visto che il "fai da te" con questa tipologia di problemi tende a peggiorare la situazione.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

378 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Gentile Sara,
credo sia importante per lei consultare direttamente un Collega per una valutazione. Le reazioni che descrive sono indice di una tensione emotiva che meriterebbe un'intervento psicologico. Da questa postazione chiaramente non possiamo rispondere alla sua domanda.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

751 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Cara Sara,
dietro al panico e all’ansia possono nascondersi varie motivazioni personali, che andrebbero approfondite in sedute individuali. Comprendere il perché delle nostre reazioni, prevede lo scoprire cosa si stava attivando in noi mentre vivevamo una determinata situazione, cosa stavamo pensando, cosa ci stavamo dicendo nella nostra mente, come abbiamo valutato l’ambiente che ci circondava, le reazioni degli altri, le nostre sensazioni fisiche, ecc..
I tremori, i dolori al petto, la mancanza d’aria sono tutti sintomi che ben corrispondono allo stato ansioso. Il pianto è una reazione che si accompagna a diverse emozioni, quindi è meno specifico dell’ansia, potrebbe essere legato al panico o essere reazione ad un’altra emozione che al momento forse non ha riconosciuto. Quello che posso suggerirle è di contattare uno psicologo della sua zona, o qualcuno che possa aiutarla via skype o mail (se ora è all’estero, come mi pare di capire) per comprendere meglio quello che le sta succedendo.
Un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

251 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte