Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché il mio futuro mi genera tanta ansia?

Inviata da Eva9 il 3 ott 2019

Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni neolaureata in medicina veterinaria.
Non ho preso con difficoltà la mia laurea, anzi gli studi mi hanno appassionato molto e, avendomi fatto conoscere tante strade, mi è particolarmente piaciuto il settore alimentare in cui ho poi svolto la tesi.
Ho iniziato ad avere difficoltà negli ultimi esami, perché i tirocini in clinica (non ambito della mia aspirazione lavorativa) non mi sono piaciuti e perché molti dei miei colleghi già laureati hanno iniziato a trovare scontro con la realtà lavorativa, che non è per niente facile.
Ascoltando le loro storie e sommandole con i tirocini che non mi hanno convinto del tutto, adesso che mi sono laureata ho perso motivazione e non so che fare.. sto cercando risposte chiedendo a specialisti veterinari del settore alimentare, ma pur avendo riposte positive lavorativamente parlando in questo campo, migliori di quello clinico, mi hanno detto che però ci vuole tempo per un impiego e quindi ho proprio perso la fiducia in qualsiasi cosa. Vedo nero e mi sembra che qualsiasi difficoltà sia più grande di me.
Tra poco c’è un test per entrare alla specializzazione, utile perché potrebbe darmi accesso ai concorsi per lavorare all’ASL, ma non riesco a trovare la voglia per studiare con attenzione. Ho difficoltà probabilmente data da questa sfiducia generalizzata nel mondo del lavoro, ho paura di impiegare altri 3 anni di studio per poi trovarmi in mano con un pugno di mosche a 29 anni.. e probabilmente dover partire con un qualcosa a 29 anni, da 0, dato che quelli precedenti sono tutti spesi in formazione. Inoltre farmi mantenere dai miei, seppur non abbiamo difficoltà economiche e nonostante abbia un lavoretto che qualcosina mi dà, mi pesa sempre più.
Non vedo la mia laurea come un valore aggiunto, ma solo come un qualcosa in cui ho solo impiegato molto tempo.. spesso mi viene da chiedermi perche non sia andata a lavorare subito dopo il diploma oppure perché non fare un semplice master adesso e provare ad entrare nel mondo del lavoro. Per quanto so che la specializzazione mi darebbe opportunità ambiziose in più.
E tutto questo mi genera un sacco di ansia.
Grazie per l’attenzione, Eva

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Eva,
innanzitutto lei non ha specificato la durata del corso di studi previsto per la laurea che ha conseguito dopo la scuola media superiore ma sembra che ci sia stato qualche anno di ritardo.
Ovviamente questo non è un grosso problema come non lo è terminare la formazione a 29 anni se sceglie di fare la specializzazione.
E' però normale che solo dopo la formazione si possa e si debba cercare l'inserimento lavorativo, la cui qualità è relativa al titolo di studio conseguito.
Pertanto non si capisce perchè lei dice che non vede la laurea o la specializzazione come un valore aggiunto dal momento che tutto dipende dalla qualità e dal tipo di lavoro che si intende fare.
Quanto alla sfiducia e all'ansia, esse sono legate alla sua personalità e dovrebbero trovare accoglimento e risoluzione in un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6580 Risposte

18427 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Eva,
come psicologo del lavoro le posso dire che il suo caso rientra a pieno nella gestione di una transizione che l’essere umano continuamente nella sua vita si trova a sperimentare, spesso piccole, anche impercettibili, alcune meno frequenti ma molto acute, come il passaggio dalla vita formativa a quella lavorativa.
La dinamica è complessa e non sempre di facile razionalizzazione. Spesso si manifesta con perdita di entusiasmo, timore, ansia ed anche frustrazione. Tutto ciò deriva anche da una serie di consapevolezze che raggiungiamo proprio al termine di un percorso (come quello formativo) e che determinano la presa di coscienza in relazione alla differenza inevitabile fra ciò che abbiamo in qualche modo e forma idealizzato durante gli studi e quello che invece è la realtà dei fatti.

Quello che consiglio sempre nei Workshop e nelle consulenze di sviluppo carriera e di orientamento professionale, è di iniziare, prima della fine del ciclo di studi, a creare i presupposti della professione, attraverso attività “coerenti” con gli studi svolti. Sicuramente potrà proseguire nelle specializzazioni ma proprio per non trovarsi scarica di esperienze lavorative “spendibili”, queste ultime devo in qualche forma, anche leggera, iniziare.

In conclusione, gentile Eva, l’aspetto motivazionale è molto importante in questa fase di transizione e un supporto in termini di sviluppo e riattivazione delle dinamiche motivazionali, unito ad un processo di orientamento professionale specifico per la sua realtà, le potrà essere di sicuro aiuto.

Spero di esserle stato di aiuto.

Un Cordiale Saluto
Dott. Fabio Romanelli
Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni

Dott. Fabio Romanelli Psicologo a Fiumicino

36 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte