Perchè ho paura di soffocare?

Inviata da dubbiosa · 11 mag 2015 Fobie

Salve
da un pò di tempo avverto timore nel mangiare per paura di soffocare, non ho quasi più appetito, i tre pasti principali sono diventitati un incubo. Ho paura che possa soffocare sia con i cibi liquidi che con i solidi, avverto davvero molta difficoltà nel mangiare, bocconi piccoli e molte volte lascio il cibo nel piatto. Non so perchè all'improvviso ho iniziato ad avvertire questa paura, ho una famiglia che mi vuole bene ed un compagno che amo e che mi ama.
Non so più cosa fare per uscire da questa situazione, la mia vita ne risente in modo negativo.
Attendo una vostra risposta
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 MAG 2015

Buongiorno,
le consiglio di tenere un diario per monitorare lo stato di ansia provato, imponendosi di mangiare quantità progressivamente crescenti. Questo le servirà per riprendere gradualmente il controllo sulle sue emozioni. Riguardo infine alla scoperta di quali siano le cause del suo sintomo, è ovvio che non è possibile dirlo senza avere prima informazioni più dettagliate su di lei tramite colloquio. Cordiali saluti.

Dott. Paolo Cervoni Psicologo a Roma

10 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2015

Gentile dubbiosa,
c'è stato qualche avvenimento o qualche lettura o notizia sull'argomento che può averle scatenato questa sintomatologia?
Al di là di questo è anche possibile che motivi diversi alla base di ansie e preoccupazioni, che restano inconsci, si siano canalizzati su questi sintomi.
Dovrebbe consultare uno psicologo psicoterapeuta per quello che è un disturbo d'ansia e la buona notizia è che in genere i disturbi d'ansia sono facilmente trattabili, anche dalle terapie brevi.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

743 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2015

Gent.ma
è comprensibile che questa situazione la influenzi negativamente e la paura di soffocare stia diventando un incubo.
E' consigliabile comprendere l'origine di questo disturbo parlandone con il medico di base per capire se ci siano delle cause organiche e, nel caso tutto sia nella norma, rivolgendosi ad un terapeuta.
Con i migliori auguri
Paola Pique'

Dott.ssa Paola Piquè Psicologo a Mestre

29 Risposte

18 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2015

Buonasera,
Una volta accertato che non sussistano impedimenti a carattere fisiologico-medico, puo' pensare a un counselling con uno psicologo mirato ad affrontare la sua paura di soffocare.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

227 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2015

Gentile Dubbiosa,
comprendo perfettamente come questa sua paura possa avere inciso negativamente sulla sua quotidianità e sulla sua qualità della vita.
Le consiglierei di consultare uno specialista in modo da affrontare questa situazione. Da un lato è fondamentale un intervento tempestivo volto a tamponare la situazione di "urgenza", un intervento che l'aiuti ad alleviare l'ansia che le arreca disagio e le dia la possibilità di riprendere ad alimentarsi in modo maggiormente sereno. Dall'altro è indispensabile un lavoro parallelo che consenta di interpretare e capire il significato che questo sintomo ha, che consenta di capire come è emerso e su quali sue caratteristiche fa leva.
Cordiali saluti

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1041 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2015

Buongiorno dubbiosa,
Posso comprendere quanto questa situazione possa compromettere la quotidianità, dal momento che l'alimentazione e i pasti costituiscono spesso momenti di socialità, riunione, e rappresentano anche la nostra fonte di sostentamento.
Le consiglierei di rivolgersi ad un terapeuta della sua zona, in modo da apprendere in primis delle modalità per placare la sua ansia, che con tutta probabilità le aumenta in maniera esponenziale la sensazione di deglutire a fatica o di sentire la gola chiusa, prorprio per la tensione ansiosa che si viene a creare in quei momenti. Parallelamente sarà anche utile comprendere o quanto meno ipotizzare da cosa sia originata tale paura. Alcune volte sono eventi casuali, altre volte sono riflessioni interne e vicissitudini di vita, che sono state esplorate e vissute solo a livello inconsapevole, e necessitano di essere portate alla coscienza.
L'approccio cognitivo comportamentale si rivela particolarmente efficace nel trattamento delle problematiche ansiose, offrendo risultati in tempi medio brevi.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

306 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 99050

Risposte