Perché ho bisogno che l'altro soffra per sentirmi amata?

Inviata da Laura Bi · 29 giu 2022 Relazioni sociali

Salve a tutti.
HO BISOGNO di voi perché ho appena capito una cosa. È come se avessi compreso un mio meccanismo inconscio.

Lavoro moltissimo, probabilmente troppo. Sono una persona naturalmente ansiosa, mi metto molta pressione. Risultato: un'ulcera. Per non parlare di tanti altri inconvenienti. Il mio stato di stanchezza peggiora ogni giorno...

Sento amarezza, rabbia e risentimento vedendo gli altri ridere e godere senza di me. Mi sento sola. Mi dico che nessuno mi ama. Psicologicamente, innalzo muri intorno a me. Di tanto in tanto qualcuno cerca di attraversarli.

Poi piango, mi arrendo....mi sento ascoltata e sostenuta. Quando sento una persona cara che piange dicendo che è davvero dispiacuta per il fatto che tutto questo stia succedendo a me, mi sento meglio.

Mi rendo conto di vivere con molta rabbia, risentimento, rimuginazioni. Quando mi sento male per un motivo o per l'altro, ho bisogno di sentire che anche gli altri (coloro che dicono di amarmi) stanno soffrendo.

In caso contrario, mi sento sempre sola e non amata. Se a loro le cose vanno bene, mi sento amareggiata. Trovo molto difficile contenere la rabbia che cresce, cresce, cresce... come se volesse distruggere tutto. Me stessa, l'altro, la relazione...tutto.

Anche mio padre era così...È questa l'ultima immagine che ho di lui: isolato, amareggiato, convinto che non conta per nessuno e che nessuno lo amava! È come se volesse farmi pagare la sensazione che aveva di non essere abbastanza importante.

Oggi mi rendo conto che è un atteggiamento che ho anche io. Questo ha distrutto la mia vita di coppia, che vacilla pericolosamente. Voglio che lui si sacrifichi tutto il tempo per dimostrarmi che mi ama. Mi rendo conto che lo punisco. E vale qualsiasi mezzo finché non cede e mi accontenta.

Mi piacerebbe consocere la vostra opinione in merito. Perché questo meccanismo? Mi sento così profondamente egoista... Cosa si può fare per contrastare un tale meccanismo e ritrovare un rapporto più sano con se stessi e con gli altri?

Grazie in anticipo per il tempo che dedicherete a rispondere alla mia domanda. Cordiali saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20600

psicologi

domande 34650

domande

Risposte 118350

Risposte