Perché devo fare da psicologa?

Inviata da Anonimo · 19 nov 2016 Crisi adolescenziali

Salve, mi chiamo Agata, in realtà no ma ho la costante paura che qualcuno venga a sapere quello che ho dentro. Tutti pensano sia una persona aperta e lo sono, ma a mio modo, su cose che non ritengono importanti. Tutta la quantità di angoscia che ho dentro non la riesco ad esprimere a nessuno, non mi fido, ma ora sono arrivata al punto di sentirmi scoppiare... Due volte ho pensato di "farla finita": una quando morì mio cugino (suicida),da lì cominciò tutto, fu un forte trauma per me. Da lì a poco litigai con la mia migliore amica, mi sentivo abbandonata e delusa da tutti. Putroppo vivo in un piccolo paese, tutti ci conosciamo bene, tutti sanno di tutti e le cattiverie delle persone hanno cominciato a fare effetto su di me. Tutto questo insieme di eventi mi portò a perdere eccessiva mente e velocemente peso, ormai di me c'era solo lo scheletro... Fu l'anno più brutto della mia vita, dato che a scuola, io che ero sempre andata abbastanza bene, non mi impegnavo più, avevo perso la voglia di tutto e tutti! Però quando capii che stavo crollando, da sola mi rialzai, capii che la mia vita valeva più di tutto... Ho messo poco alla volta peso, ho cercato di recuperare in ogni modo le amicizie anche perdendo la mia dignità, ho fatto tante cose per piacere, l'obiettivo era di essere socialmente indistruttibile è inattaccabile. Tutto il male ricevuto lo dovevo transformare in forza per diventare ciò che tutti avrebbero invidiato e voluto. Tutti pensano che io abbia una vita bene o male perfetta, ci sono riuscita: a scuola vado bene, ho tanti "amici" , mi sento bene con il mio corpo, ma quella me di quasi tre anni fa, sta ritornando a galla, sarà l'adolescenza, la paura di crescere, ma una cosa le persone non sanno, io non ho la vita perfetta perchè non mi fido fino in fondo di nessuno, non riesco ad innamorarmi per paura di essere delusa e ciò deriva probabilmente dal matrimonio dei miei genitori, per colpa loro non voglio sposarmi, dopo anni ai miei occhi il matrimonio, la famiglia sono diventati qualcosa di negativo...Ah se tutti sapessero! Altro che vita perfetta, tutti attorno a me o si parlano dietro o litigano o si attaccano o peggio ancora si tradiscono, loro si fidano di me e credo facciano bene (se c'è una cosa che ho imparato dall'immortalità altrui è che io ne ho una), ma io non mi fido di loro. So cosa si fanno, so che lo fanno a me, so che il mondo è così, ma purtroppo unito a tutto il resto mi uccide e lacera dentro. Sono qui non per chiedere aiuto (forse), ma per sfogarmi, per dire finalmente a qualcuno tutta la verità. Fino ad ora me la sono sempre cavata da sola, ma a volte essere soli è difficile, doloroso e insostenibile ad oggi. Penso di essere pazza a volte pensando a queste cose, che c'è chi sta peggio di me, che sono problemi risolvibili e inutili i miei. Ma per me ora questo è il mio incubo e molto probabilmente ne uscirò di nuovo da sola, ma mi sono scocciata di essere sola contro tutti. Mi sa che è meglio essere ignoranti, ciechi e sordi a questo mondo, l'unico vero modo per essere felici! Credetemi è dura fingere di essere sempre felice, ridere sempre e mostrare qualcosa che non si è così da essere modello. Mi ritengo forte, da sola faccio meglio, ma chissà che significa voler bene a qualcuno così tanto da non sentirsi più soli, avere quello che io sono per tutti. Non essere quello che di cui gli altri hanno bisogno, stanno come consumando quella che sono, un qualcosa per stare meglio. Piangere, piango da sola. Ridere, rido con tutti... Grazie per lo sfogo e spero che per chi legga questo trattato che capisca chi sono. Almeno qualcuno saprebbe. È difficile essere chi sono, sono diventata ciò che tutti vogliono e io non so a cosa aggraparmi, a volte mi manca il respiro per la pressione e le responsabilità, non dovrei essere lo psicologo di grandi e piccoli, amo fin troppo e questo mi sta uccidendo. La realtà è che sapere tutto fa male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 NOV 2016

Gentile Agata,
grazie per aver condiviso qui il tuo stato d'animo e il tuo sfogo. Della tua storia mi colpiscono molto sia la forza e caparbietá che hai tirato fuori per riuscire a risolvere i problemi da soli sia questo continuo sforzo che tu fai per apparire perfetta e fingere di avere una vita perfetta. Recitare questa parte alla lunga puó diventare molto stancante. A mio avviso certe volte conviene invece mostrarsi per quello che si è, anche con le proprie difficoltá e debolezze, senza voler apparire a tutti i costi perfetti. Certo, ci sará qualcuno che non apprezzerá queste veritá e che sparlerá. Ma gli amici restano comunque.
Riguardo al fidarsi degli altri, questo puó richiedere un po' di tempo: fidarsi ha anche a che fare con l'accettazione di se stessi e degli altri, pregi e difetti compresi. Ti suggerisco di lavorare su questa accettazione.
Infine tieni presente una cosa: è lodevole che tu voglia sempre risolvere i problemi da sola, ma se condivisi con qualcuno i problemi diventano un fardello piú facile da sostenere. La persona con cui condividerli puó essere una persona di tua fiducia oppure uno/a psicologo/a della tua zona.
Ti auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Sustinente (MN) e Padova

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2191 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte