Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perchè ancora a volte mi prende la nostalgia?

Inviata da Micol il 2 feb 2015 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti.
Ho lasciato il mio compagno dopo 15 anni e un figlio. Lui ha quasi da subito instaurato un nuovo rapporto e ora, a un anno e mezzo dalla separazione, convive da quasi un anno e parla di matrimonio (Non ha mai voluto sposarmi). L'ho lasciato convinta anche se con rammarico perché mi sarebbe piaciuto che lui fosse innamorato di me, lo avevo sempre desiderato, ma non è stato così e alla fine ho smesso di amarlo anch'io. Ho fatto un percorso psicologico di 8 mesi che ho fortemente voluto per capire me stessa e sono davvero contenta del risultato. Non lo amo ma scopro che a volte mi manca e non so se è perché non ho un altro, perché provo ancora qualcosa o perché sarebbe facilissimo tornare indietro e accontentarsi di un rapporto con poche pretese. Poi lo immagino di nuovo con me e mi viene un senso di repulsione alimentato forse anche dal fatto che è passato da un mese all'altro da amare me ad essere perdutamente innamorato della prima capitata, confermandomi che di me non lo era di sicuro.. e comunque sono tantissime le cose che di lui non mi piacevano più, mi ha fatto male, psicologicamente, ed ho tuttora paura di lui. La mia domanda è: perché a volte mi assale ancora questa tristezza? il pensiero di dire ok torniamo indietro e non ne parlo più. Quando passa mi do della pazza perché ora sto davvero bene e ne sono consapevole in ogni momento. A volte sogno che torniamo insieme e mi sveglio di colpo per poi sentirmi sollevata quando realizzo che non è così. So di essere anche fortissima ed ho la certezza che queste sensazioni poi svaniscono lasciandomi sgomenta perché non hanno senso. Vorrei sapere se...sono normale...ecco.
Grazie a quanto avranno desiderio di rispondermi.
Saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Micol, non è facile per me darti delle risposte esaustive e del resto non credo che possano esserti utili perchè colgo dal tuo racconto quanto sei nel pieno di una elaborazione...attivata tanto dal percorso psicologico che hai avviato quanto dalla separazione. Buona parte di quello che stai vivendo (anche i sogni, le fantasie ad occhi aperti, questi pensieri intrusivi e disturbanti) è decisamente correlato con questa elaborazione che, tuo malgrado, va avanti anche senza la tua consapevole partecipazione. Ti dico questo anche per tranquillizzarti (sei normale!) ma anche per suggerirti di tornare dal tuo terapeuta. Non puoi che giovarne.

Psicologo Dott. Raffaele Farina Psicologo a Ostuni

21 Risposte

82 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Micol,
affrontare una separazione non è mai una cosa semplice, perché a questa sono legati moltissimi fattori, così come l'elaborazione del lutto legata a questa, da quanto mi sembra di capire non è stato tutto negativo nella vostra relazione, inoltre avete un figlio cosa non da poco, sicuramente non è semplice ricominciare dopo anni, perché devi fare un lavoro su te stessa non proprio indifferente, ed è normale che in questi momenti ti assalga la nostalgia per qualcosa che par te comunque costituiva una sicurezza e/o qualcosa che già conoscevi, adesso invece sei davanti ad un cambiamento che come tutti i cambiamenti non sai dove ti porterà. Ognuno di noi però ha risorse che non sa neanche di avere o che semplicemente per vari motivi non riesce ad utilizzare, per tale motivo ti consiglio di riprendere il tuo percorso di psicoterapia, per cercare di utilizzare al meglio queste risorse.
Un caro saluto
Dott.ssa Gabriella Scaduto

Dott.ssa Gabriella Scaduto Psicologo a Milano

4 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Micol,
è ancora troppo presto per poter affermare che ha sufficintemente elaborato la separazione anche se scelta da lei. Lo stato di sofferenza che sta vivendo purtoppo fa parte di questa elaborazione. Si dia tempo, non abbia fretta di avere le emozioni limpide e scevre da tentennamenti. Il suggerimento che sento utile è quello di farsi supportare da uno/a psicologo/a psicoterapeuta.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il tempo fisiologico per rielaborare una separazione e/o un lutto è normalmente di circa due anni. Credo che quello che lei vive sia perfettamente logico e direi anche auspicabile in quanto chiudere un legame in cui si è creduto e investito non è come liberarci di un oggetto che so è rotto e che dobbiamo e possiamo buttare. Può essere che abbia ancora bisogno di sostegno e ascolto, non si neghi questa necessità. Buone cose Dottssa Rosanna Tartarelli

Dott.ssa Rosanna Tartarelli Psicologo a Lucca

113 Risposte

79 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Micol, affrontare una separazione non è mai una cosa semplice, soprattutto se di mezzo c'è anche un bambino. Credo quindi che avere dei momenti di nostalgia sia del tutto normale in una situazione come la tua.

Tuttavia mi sembra di capire che la decisione di lasciare il tuo compagno sia stata molto sofferta e mi domando come mai abbia deciso di interrompere un percorso terapeutico che stava andando bene.

Nonostante tu sia molto convinta della decisione di lasciare il tuo compagno, mi sembra che una parte di te avrebbe ancora bisogno di uno spazio in cui poter portare la rabbia e le ferite, di un terapeuta che ti aiuti sia a capire quello che ti sta succedendo sia a inseguire quello che desideri e che, giustamente, senti di meritare.

Non conosco la tua età, ma a fronte degli anni che avrai vissuto, per fare alcune scelte e affrontare cambiamenti importanti nella vita, potrebbe servire un periodo di tempo più lungo di otto mesi.

Se continuerai a sentire la nostalgia di cui parli come invadente o ingombrante, ti consiglio di proseguire il percorso che hai interrotto o di iniziarne uno nuovo. Resto a disposizione. Un grosso in bocca al lupo e un caro saluto.
Dott. Massimo Perrini

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

134 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte