Per il disturbo bipolare può essere utile l'ipnosi?

Inviata da figlia preoccupata · 12 mar 2012 Disturbo bipolare

Salve,
è da una serie di anni che mio papà alterna periodi di depressione e inattività a periodi in cui ce l'ha con il mondo intero, litiga con chiunque gli capiti di fronte, principalmente se non viene assecondato in ciò che chiede o dice. Premetto che abbiamo parlato con diversi psicologi, ha fatto delle cure con psicofarmaci, ma tutte le volte ci siamo visti costretti a interrompere le cure perchè gli provocavano allucinazioni, o difficoltà respiratorie o stati di "pazzia" e discorsi con persone che non c'erano. Adesso quando si trova nello stato di depressione cerchiamo, inutilmente, di farlo alzare dal letto con mia mamma, invogliandolo ad uscire o lavorare ma non ci riusciamo. Quando, invece, non dorme, l’unica cosa che facciamo è somministrare 10 e 15 gocce di en mattina e sera, e quindi è il periodo in cui inizia a non dormire, a parlare no stop, riprendere tutti gli episodi passati, bestemmiare, scrivere appunti ovunque, con sottolineature e segni di punteggiatura esagerati, cercare qualsiasi pretesto per uscire e litigare con chi non lo asseconda, e non riusciamo a fermarlo. Poi ci sono momenti che ragiona si mette a piangere e dice che vuole che dio lo chiami. Aggiungo che ha problemi di tiroide, è diabetico, portatore di anemia mediterranea, un portatore di defibrillatore, quindi abbiamo paura soprattutto per i problemi cardiaci che ha avuto e non riusciamo a farlo riguardare così. Tra l’altro, quando sta così si può dire che andiamo fuori di testa un po’ tutti e non riusciamo a rispondere e spiegargli le cose con calma, poi c’è da dire che non ci sente bene e se parliamo piano gli sembra che non rispondiamo e se gridiamo si arrabbia perché gridiamo e poi diventa come un bambino che fa i capricci e fa le cose apposta per farti innervosire, sappiamo che non è lui in certi momenti ma come possiamo aiutarlo senza farmaci? L’ipnosi può aiutarlo? Comunque i problemi hanno avuto 2 fattori scatenanti, il cancro che aveva avuto mia mamma, grazie a dio ne è uscita e poi il passaggio dell’azienda di famiglia (che aveva creato lui dal nulla) dalle sue mani a quelle di mio fratello, si è sentito in un certo senso messo da parte anche se così non è, eccetto che in questi periodi, in cui cerchiamo di evitare che parli con i clienti perché inizia a parlare e non si ferma passando da un argomento all’altro, e parlando male di altre persone. Mi scuso per aver scritto così tanto ma nonostante tutto ci sarebbe ancora altro da dire ma mi fermo qui. Spero che possiate indicarmi qualcuno a cui rivolgerci, noi abitiamo in un paese della sicilia ma siamo disposti a spostarci purchè ci sia la possibilità di risolvere il problema. Grazie e scusate.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 MAR 2012

I sintomi che Lei ha riportato, salvo una migliore valutazione, fanno pensare ad un disturbo bipolare; sfortunatamente l’origine di tale disturbo oggi non è ancora chiara, ma si ritiene che vi sia alla base una predisposizione genetica unita a fattori scatenanti di natura psicologica; nella storia che Lei ha riportato si evince anche la grande sofferenza che la sua famiglia sta vivendo, per questo motivo e in accordo con il fatto che i disturbi di natura Psicologica non possono essere considerati avulsi dal contesto in cui si manifestano, e che nel processo di Riabilitazione Psicologica il paziente ed i suoi familiari sono uniti da un vincolo terapeutico, le consiglierei di valutare oltre che un approccio terapeutico rivolto solo a suo Padre (che previa un’accurata valutazione potrebbe ricomprendere anche delle sedute di Ipnosi) altresì un intervento di sostegno che coinvolga l’intero nucleo familiare. Un approccio integrato con uno Psicologo ed un Medico è indispensabile per intervenire su tutti i livelli del disturbo. Spero di esserle stato utile e nel salutarla le faccio i miei migliori auguri.

Dr. Angelo Marco Zona Psicologo a Santa Maria Capua Vetere

5 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 APR 2012

si, la volontà di certo non gli manca, per esempio in questo periodo è perfetto, già da 15 giorni e non sta prendendo nulla. potreste indicarmi dove rivolgermi?

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2012

Gentile Signora, la Psicoterapia Ipnotica può essere vantaggiosamente affiancata alla farmacoterapia, per una progressiva riduzione dei farmaci, ma l'ampia gamma dei sintomi che suo Padre manifesta impone un approccio cauto e "dolce" onde evitare ulteriori scompensi. Vi è però da rimarcare che particolare di primaria importanza è la volontà e motivazione del soggetto stesso ad intraprendere un percorso psicoterapeutico ( e ciò è essenziale per quello ipnotico) perchè questo possa essere fruttuoso. Con i nostri più sinceri auguri

Sazanovitch e Vanni

Centro Di Psicoterapia Ipnotica Psicologo a Genova

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2012

vi ringrazio per le risposte, ci tengo a precisare che quando siamo stati a controllo, naturalmente, andavamo tutta la famiglia. Ora il problema che mi pongo: visto che non tollera nessun farmaco, e vi assicuro che abbiamo usato svariate tipologie e dosaggi e anche il più basso dosaggio non lo tollera, non è possibile utilizzare una terapia alternativa?

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2012

Buongiorno gentile utente,
suo padre necessita di essere seguito da uno Psichiatra principalmente per definire la diagnosi alla luce di questo momento particolare della sua vita e, conseguentemente, per monitorare l'assunzione di farmaci adatti alla sua condizione. L'interruzione delle cure farmacologiche deve essere comunque stabilita dallo Psichiatra. Le sconsiglio di affidarsi a delle ipotesi di cura senza prima aver trovato lo specialista Psichiatra che possa prendere in carico suo padre. Eventualmente, solo dopo aver stabilito la diagnosi esatta attuale e la strategia di cura, suo padre può iniziare una Psicoterapia con uno Psicologo Psicoterapeuta. Questi sono i passaggi. Può rivolgersi al suo Medico di base per richiedere una visita specialistica presso il Centro di Igene Mentale della vostra ASL di appartenenza. Per voi familiari sarebbe opportuno intraprendere un percorso di supporto psicologico per esternare il vostro disagio e capire come supportare vostro padre e magari aiutarlo e motivarlo ad intraprendere la cura che comunque non sarà di breve durata. Cordialmente Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2824 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2012

Gentile Signora, le situazione che descrive è davvero complessa e pesante sia per suo padre che per lei e il resto della famiglia. Per quella che è stata la mia esperienza professionale con l'ipnosi, non mi sentirei di consigliarla come una panacea per tutti i mali. D'altra parte non si può mai dire, ci sono sicuramente colleghi molto bravi in questo settore per cui se lo desiderate potete fare un tentativo in questo senso. Diversamente, visto che lei individua degli eventi stressanti precisi che sembrano aver fatto precipitare lo stato psicologico di suo padre, suggerirei di continuare a cercare sia uno psicoterapeuta che riesca a entrare in una relazione di fiducia con suo padre, così da farlo sentire sostenuto nei momenti down e sostenuto in quelli up, sia altri farmaci o dosaggi, ovviamente in accordo con i medici che lo seguono da un punto di vista organico. Conosco pazienti ritenuti ingestibili che con il farmaco giusto alle giuste dosi, hanno trovato dei miglioramenti notevoli.
Le faccio i miei migliori auguri!
Dott.ssa Antonella Caramia

Caramia Dott. Antonella Psicologo a Rimini

11 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85600

Risposte