Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Pentita di aver fatto tornare mio marito ma non riesco a lasciarlo di nuovo

Inviata da marta il 1 dic 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Salve,mi chiamo marta, ho 33 anni, sono sposata con mio marito da 13 anni e ho due figli di 12 e 10 anni. la mia è una storia lunghissima ma cercherò di essere più breve possibile, per non annoiare nessuno. ho conosciuto mio marito all'età di 14 anni, lui ne aveva 23, a 19 anni rimasi incinta e subito ci sposammo. premetto che nella mia casa paterna ho sempre sofferto... mamma alcolizzata, padre anziano,i miei fratelli che mi picchiavano di continuo, insomma, ho sempre saputo, che il mio matrimonio è stata la fuga ad una vita che non volevo più. all'inizio che ci siamo sposati mio marito molto premuroso, dolce e tutto il resto, con il passare del tempo ho scoperto cose che mi hanno sconvolta. si sentiva al telefono con mia sorella, gli mandava messaggi piccantissimi e oltre, proprio nel periodo in cui ero incinta del secondo figlio. perdonai mia sorella e mio marito, ma più passava il tempo ,più mio marito era freddo e pantofolaio in casa con me la sera. pochi mesi dopo mio marito iniziò a non venire più a pranzo da me, mi diceva che per questioni di orario non faceva in tempo a venire a casa, così andava a pranzo dalla mamma. insospettita di tutto, venni a sapere che mio marito, sotto al garage della mamma guardava film porno di nascosto nell'orario di pranzo. perdonai anche quello, perchè l'ho sempre vista una mancanza di rispetto x me. passano altri anni, scopro che mio marito prende giorni di festa per andare dalla mamma tenendomelo nascosto. dopo anni di litigi, lascio mio marito e per un anno e mezzo mi separo di fatto cercando di rimanere in buoni rapporti per amore dei nostri figli.poco tempo dopo, mio marito viene licenziato, rimane senza lavoro e averlo visto cadutoi così in basso, provavo profonda tenerezza per lui, sicchè lo feci ritorna a casa da me. visto la situazione disperata, mi trasferìì in un altra città, dove attualmente vivo da un anno. in primi partii io con i miei figli, mi appoggiò un amica, trovai lavoro per mio marito , la casa e mi feci raggiungere dopo 2 mesi. pochi mesi fa, rientrando in casa da fare la spesa con i bambini, beccammo mio marito che si masturbava in webcam con una ragazza conosciuta su facebook, i bambini videro tutto, e io e i miei figli ora proviamo schifo verso mio marito. non so più che fare, 13 anni di matrimonio e circa 6 di fidanzamento per me sono un fallimento totale, ma non ho più la forza di reagire. non so a chi rivolgermi, la mia famiglia mi ha voltato le spalle, mi sento sola e avvilita. cosa devo fare? voglio lasciarlo ma mi manca il coraggio. chiedo aiuto... grazie anticipatamente a tutti per l'attenzione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

sAPERE CIò CHE VUOI è GIà TANTISSIMO.
Vuoi lasciarlo, ma non hai il coraggio.
Che cosa ti spaventa esattamente? Minacce reali da parte di tuo marito o conseguenze emotive?
Nel primo caso, la prima cosa da fare è rivolgersi ad un avvocato.
Nel secondo caso puoi lavorare su te stessa.
Da come ti descrivi, sembri una persona molto capace, che trova lavoro anche per altri, cambia casa, cambia città e questo tutta da sola, anzi con due figli.
Il periodo che sei stata da sola come ti sei sentita?

Dott.ssa Guidoni Lucia Psicologo a Pistoia

24 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte