Penso di soffrire di depressione

Inviata da Clara · 30 ott 2019 Depressione

Buongiorno dottori, vorrei raccontarmi un mio problema.
Dalla fine della relazione di 3 anni, ho cambiato modo di vedere le cose e le inziai a vedere tutte negative. Ma nonostante ciò, pensavo fosse normale,dopo che lui si è rifatto una vita, me la rifeci anche io. Sono fidanzata da 7 mesi. Ma non sono felice.
Quando esco(sia con il fidanzato, che con gli amici, o parenti) sono felice, spenseriata, la vita è bella e qua e là, ma appena finisce un evento, un qualcosa, e arriva l'ora di andare a casa(anche di amiche) divento triste e passo la nottata a piangere. Sono due anni, che esco solo per non piangere. Ma sono stanca di tornare a casa e stare così. Ormai è tutti i giorni così.
Che mi è successol?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 OTT 2019

Gentile Clara,
è successo che lei non ha ancora elaborato il lutto per la perdita della precedente relazione e per questo può giovarsi di un percorso di psicoterapia che le suggerisco di intraprendere.
Cordiali saluti.
Dr.Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2019

Salve Clara,
deve essere molto difficile vivere così, con una tristezza di fondo sempre presente, trovando negativo il luogo che dovrebbe accoglierci, coccolarci e sostenerci come la propria casa... capisco che sia stanca ed ha ragione!
spesso la perdita di una relazione importante si porta dietro degli strascichi rilevanti per il sé, non si perde solo la persona, infatti, ma tutto un mondo di assunti e di visioni, del proprio futuro, del proprio ruolo... credo che questo sia stato l'evento scatenante ma che nella sua storia di vita, in quello che ha vissuto, e in quello che aveva investito nella relazione, possa trovare una spiegazione a quello che le sta succedendo, ma questo è possibile solo con un compagno di squadra, uno psicologo che lavorando insieme a lei la aiuti a superare questo momento, ad elaborarlo... le consiglio di fare una ricerca in zona e trovare quello più adatto a lei.
Chiedere aiuto è il primo passo e il più difficile, ma lei lo sta già facendo, se lo riconosca e tenga duro!
Buona fortuna e buon percorso!

Dott.ssa Giulia Fruzzetti Psicologo a Livorno

8 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2019

Buongiorno Clara,

a volte capita, pur essendo passato del tempo, di non metabolizzare e elaborare la fine di una relazione.
Le consiglio, al fine di stare meglio, di intraprendere un percorso psicologico
In bocca al lupo
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1667 Risposte

1177 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2019

Gentile Clara, per comprendere cosa Le è successo è necessario esaminare la sintomatologia alla luce della Sua storia di vita e dai modi di emozionarsi e di pro-gettarsi che da essa si evincono. La tonalità emotiva di tristezza e mancanza di felicità è solitamente associata a una riduzione/perdita degli orizzonti di attesa e della progettualità, che comporta un ritiro su di sé e una tendenza all'inazione e/o alla rabbia/tristezza. E' possibile, quindi, che qualcosa sia accaduto in questo senso dopo la fine della relazione precedente (o nel corso della Sua vita, non necessariamente ad essa associata). Per poterLe rispondere quindi è fondamentale un percorso volto a comprendere CHI Lei è, e COME si emoziona e si muove nel mondo, e come si Pro-getta e si pro-gettava all'epoca dell'esordio delle difficoltà. Solo così la risposta sarà sensata, declinata nella specificità della Sua persona, e pertanto, utile alla risoluzione del problema. Si rivolga a un collega della Sua zona: con un lavoro psicoterapeutico tornerà ad essere felice e a riprogettarsi nel futuro con fiducia. In bocca al lupo! cordialmente, DMP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

957 Risposte

963 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2019

Buonasera Clara, è bene che prenda in mano la situazione. Le consiglio di rivolgersi ad un professionista per andava a fondo di questa questione. Lavorando sul suo vissuto potrà capire meglio da dove arrivi questa sua depressione. Al di là della separazione con il suo ex fidanzato, è nella sua storia che potrà trovare risposte, potrà rielaborare alcune questioni e ritrovare la sua serenità.
Rimango a disposizione.

Cordiali Saluti
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

535 Risposte

239 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2019

Gentile Clara,
I disturbi depressivi così come i disturbi dell'umore sono molto frequenti, riguardano una persona ogni cinque soggetti. Per fortuna oggi sono trattabili attraverso una terapia integrata. D'altra parte lei ha subito una perdita, forse ci sono ancora emozioni inespresse da ascoltare e da accogliere. Le consiglierei di scegliere intanto una psicologa vicina al proprio ambito di residenza ed iniziare quantomeno un percorso. Queste problematiche non scompaiono da sole, è necessario l'aiuto di un professionista...
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa (Brescia e provincia)

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2755 Risposte

2238 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2019

Gentile Clara,
non scrive quale è stata la causa della fine della relazione, mi sembra che da lì sia iniziato un vissuto negativo generalizzato e che le è sembrato normale. Mi sembra che il suo investimento nelle nuova relazione sentimentale e nelle relazioni amicali se ha una connotazione di un evento lei è felice, ma quando sta con se stessa e il ritorno a casa piomba nella tristezza profonda. Proverei a chiedere un aiuto psicoterapeutico per conoscere meglio la sua dinamica emotiva, il suo bisogno di stimoli esterni che forse l'allontanano da un dolore e in particolare il suo pianto ormai costante.
Disponibile per approfondimenti.
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

477 Risposte

150 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2019

gentile Clara,
credo che lei sente che il nuovo ragazzo non è come quello di prima non per caratteristiche oggettive, ma perché la tristezza dovuta alla perdita del precedente ragazzo è ancora aperta e fa male tutte le volte che si ritrova in un contesto di relazione di coppia. tale ferita, sanguinanti ancora, non riesce ancora ad essere riparata, ricucita e rimarginata da una nuova relazione, perché il dolore è tanto, e proprio per questo motivo forse nasce quel sentimento di contentezza del nuovo ragazzo, come se mancasse qualcosa. d'altro canto, al ritorno a casa, tale tristezza, prima soffocata, torna a farsi sentire in modo preponderante, sotto forma di pianto. la tristezza in questo caso non è depressione ma è tristezza che indica che qualcosa di importante (nel suo caso la relazione) è stata persa. inoltre consiglio un percorso di psicoterapia per ricollocare emotivamente al giusto posto amici, familiari e nuovo ragazzo.
resto disponibile per ulteriori chiarimenti.
dottoressa Laura Lupi.
psicologa.

Dott.ssa Laura Lupi Psicologo a Firenze

49 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte