Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Penso di avere scelto il percorso universitario sbagliato

Inviata da Anna il 4 ott 2019 Orientamento scolastico

Buongiorno. Ho 19 anni e da circa 2 settimane ho iniziato un corso triennale in economia. Sono sempre stata sicura di voler fare l’università e per tutta la quinta liceo (linguistico) mi sono chiesta quale fosse il percorso giusto per me. Arrivata a maggio, non avevo ancora preso una concisione, cosa che mi procurava una marea di stress e ansia. Non volevo prendermi un anno di pausa, perché mettendoci di mio molto tempo per studiare, non volevo rischiare di magari iniziare dopo e finire anche fuori corsi, impiegando troppo tempo a concludere una triennale, e in più l’idea di buttare via un anno mi terrorizzava.
Per quanto possa suonare deprimente, non ho aspirazioni, sogni da realizzare, carriere a cui ambisco, non so che lavoro voglio fare o cosa voglio diventare, non c’è nessuna materia che mi abbia mai appassionato particolarmente . L’unico “appiglio”
che avevo erano gli Stati Uniti, avendo trascorso un anno scolastico lì come studente di scambio, dove ho avuto una bellissima esperienza, quindi l’unica possibile prospettiva futura che li veniva in mente era quella di trasferirmi lì un domani dopo l’università, e ho provato a pensare a sbocchi lavorativi possibili, e pensando in cosa potessi rivedermi, mi venivano in mente lavori dove potessi vendere prodotti all’estero, o comunque occuparmi di qualcosa che riguardasse gli scambi con l’estero.
Dopo la maturità stavo finendo il tempo per decidere, sono andata per esclusione: assolutamente escusa ingegneria, matematica e tutte le altre scienze pure, per non parlare di giurisprudenza o medicina. La lista diminuiva sempre di più fino ad arrivare a 2 facoltà rimaste, lingue e economia. Durante il liceo non ho odiato le materie che facevo, però non sopportavo materie come letteratura/storia in lingua, cosa che però è presente con diversi esami ogni anno in tutte le università di lingue, oltre a non interessarmi minimamente, queste materie non penso mi serviranno mai in un domani lavorativo (non voglio fare l’insegnante, per esempio). Quindi ho scelto economia, pur non avendola mai studiata, non sapendo neanche cosa fosse, ma pensavo che almeno potesse offrirmi molte opportunità diverse non avendo ancora deciso cosa volevo fare della mia vita, perché pensavo che almeno se proprio non sapevo cosa fare, economia mi avrebbe aperto molto porte per lavori diversi.
Arrivando al dunque, ho comprato i libri e sto frequentando le lezioni, ma oltre a non capirci niente, quello che leggo non mi interessa, è estremamente complicato e non ho mai pensato (questo è interessante, sono contenta di fare questa cosa).
Quindi ora sono in un momento di ansia che non mi lascia dormire e che mi fa sveglia con i brividi. Anche volendo cambiare il corso di studi non ho un piano B, non ho idea di cosa studiare e sono completamente nel pallone.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Anna, mi sembra che il tuo problema non sia tanto quello di scegliere il percorso di studi, quanto quello di conoscerti meglio e comprendere quali siano le tue aspirazioni, le tue passioni e i tuoi interessi.
Ti consiglio quindi di rivolgerti ad uno psicologo, per intraprendere un percorso personale che ti possa aiutare a scoprire meglio te stessa, magari anche attraverso la somministrazione di test attitudinali che ti possano aiutare nell'orientamento accademico.
Per quanto riguarda il percorso universitario che hai appena iniziato, 2 settimane sono un tempo un po' troppo breve per valutare se realmente ti potrebbe interessare oppure no, soprattutto dal momento che non hai attualmente un piano B.
Quindi, se fossi in te, farei così: prenditi del tempo. Prenditi del tempo per capire te stessa, facendoti aiutare in questo percorso da uno specialista. Prenditi del tempo per capire se la facoltà che hai scelto, seppur senza convinzione, può magari riservarti delle sorprese e rivelarsi interessante man mano che approfondisci la materia. Prova ad approcciarla con curiosità ed entusiasmo, mettendoci l'impegno necessario e pensando che, per il momento, è il tuo "dovere". Magari poi si rivelerà essere stata solo una breve parentesi nel tuo percorso di formazione, ma quanto meno ti sarà servita per conoscerti meglio e capire che anche questa non è la tua strada.
Nel frattempo, come ti dicevo, fai un percorso per imparare a conoscerti e a scoprirti meglio, ad ascoltare le tue aspirazioni, a mettere a frutto le tue potenzialità.

In bocca al lupo!
Dottoressa Silia Lafortezza (Buccinasco | Milano)

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Buccinasco

59 Risposte

162 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.ma Anna
qualsiasi sia ora la sua situazione, la cosa buona è la sua lucida capacità di analisi di ciò che non le piace e non la soddisfa. Il che è già un buon punto di partenza ! . Riprendendo i suoi pensieri ora però vediamo se è possibile trovare qualche elemento di ulteriore approfondimento. Lei scrive che non capisce nulla di ciò che trova nei libri e nelle lezioni. Quindi la domanda è : ha fatto qualcosa per cercare di capire ? ha cercato compagni con cui studiare ad esempio ? E' andata ad assistere a degli esami per capire cosa richiedono i professori ? Ha provato ad andare a fondo sul cos'è davvero un fatto economico al di là delle basi teoriche e delle formule necessarie ? intendo dire che l'economia è un fatto sociale non lontano dal pensiero filosofico che ovviamente come in ogni disciplina umana ha poi la sua teoria e le sue regole (spesso indigeribili per alcuni ma necessarie) . Prima cioè di chiudere la porta a questo percorso di studi provi a rifletterci .Poi vediamo la seconda ipotesi, le lingue. Lei scrive che nei percorsi di lingue ci sono materie che non le sono mai interessate e non le interessano. Benissimo ma questo accade in ogni percorso si scelga. Ci sono sempre un pò di esami che si fanno perchè devono essere fatti per arrivare alla laurea ... Anche a me è capitato e posso dire di avere una bella esperienza visto che di lauree ne ho due... E in entrambi i percorsi ci sono state materie che non mi trovavano in sintonia ma alla fine erano poche rispetto alla totalità e sopratutto agli obiettivi che mi interessavano . Oltre al fatto che in alcuni casi studiando e leggendo scoprivo che la mia posizione di pseudo rifiuto era dettata più da pregiudizio che non dal dato di realtà e ammetto che in alcuni casi mi sono innamorata di argomenti che mai avrei immaginato grazie anche a professori davvero bravi . Un conto è parlare di un titolo di una materia liceale altro è entrarci dentro e avvicinarcisi in un corso universitario. E in generale non vi è nulla che alla fine di un percorso possa dirsi essere stato inutile, la formazione di una persona e di una professionalità richiedono competenze multidisciplinari anche se poi focalizzate in ambiti precisi.
Detto ciò consideri che può capitare di scegliere una facoltà che poi si scopre non essere adatta e quindi un trasferimento di istituto non è nulla di tragico, lo si recupera . Quello che c'è da capire è se per lei la laurea è avere in mano un semplice titolo oppure se è un percorso per formarsi rispetto ad un futuro professionale. E se il suo futuro professionale lei lo vede all'estero ( bella l'esperienza dello scambio, bravissima !) cerchi anche di individuare quali sono le sue predisposizioni. Cosa le piace ? verso cosa si sente portata? ha degli hobbies ? potrebbero diventare un lavoro ? Provi a immaginarsi ... si vede dietro una scrivania? si vede in mezzo alle persone con una figura di servizio o aiuto agli altri ? si vede in movimento? in viaggio ?
Non abbia paura di "perdere tempo" ogni esperienza è un passaggio e il tempo ... " è relativo" .
Dott.ssa Patrizia Adamoli

Dott.ssa Patrizia Adamoli Psicologo a Cernusco Lombardone

9 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte