Penso di avere n Disturbo evitante di personalità

Inviata da NID · 8 set 2017 Disturbi della personalità

Sono un ragazzo di 18 anni, da qualche mese a questa parte (circa 8) ho iniziato ad "isolarmi" sopo problemi con i miei e delusioni con una ragazza.Inizialmente questa situazione mi ha fatto avvicinare molto ad i miei amici ma poi non so come ho iniziato a stare sempre in silenzio. Ci sono ma è come se non ci sono, sono sempre in giro,sto molto a contatto con gli altri ma parlo poco. Inizialmente era partita solo come "poca voglia di parlare" ma ora odio stare con gli altri perchè non so approcciarmi. In tutto questo c'è stato un cambiamento nel mio gruppo di amicizie c'è una ragazza con cui vorrei fare amicizia ma non riesco a trovare argomenti,a parlare e tutto ciò con una persona che è del mio gruppo...invece in generale ho proprio paura a parlare con chi non conosco per paura di essere giudicato, etichetizzato ecc...però cosi facendo sembro strano,mi considero strano io figuriamoci gli altri come possono vedermi. Non è che non voglio socializzare con gli altri o non voglio parlare con i miei amici ma ho paura a farlo perchè penso di dire la cosa sbagliata e così facendo quelle poche volte che parlo sono impacciato,balbetto e dico la cosa sbagliata! Eh a tutto questo c'è da dire che cambio statro d'animo velocemente e repentinamente anche senza un motivo apparante. Vi prego,ditemi che devo fare!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 SET 2017

Gentile NID,
fondamentalmente il suo è un problema di bassa autostima, problema che incide in modo rilevante su tutti gli aspetti della vita di una persona.
Per tale motivo è di fondamentale importanza che lei si faccia aiutare all'interno di un adeguato percorso di psicoterapia per cambiare in meglio la qualità della sua vita.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2017

Salve Nid
Capisco che sia preoccupato ma per capire cosa accade serve un percorso più accurato di diagnosi che esuli da ricerche in internet :)
Mi sembra di capire che lei provi un forte timore quando si deve esporre in situazioni sociali (es paura di dire una cosa sbagliata)
Cosa accadrebbe se dicesse qualcosa di sbagliato in presenza dei suoi amici?
Resto a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Napoli

503 Risposte

955 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 SET 2017

Ciao NID,
a prescindere dalle diagnosi, sembra emergere uno schema personale caratterizzato dall'aspettativa che gli altri giudicano o criticano, a maggior ragione se sbagli qualcosa. E' come se ti prefiguri nella tua mente che se parli, dirai o farai qualcosa di sbagliato, e quindi soggetto al giudizio altrui. Ciò ti fa sentire strano o diverso, il che fa crescere l'ansia. Purtroppo per provare a regolare l'ansia hai messo in atto l'evitamento, e ciò ti porta a mantenere il disagio nel lungo periodo. Quelle poche volte che parli, infatti, ti percepisci impacciato e dici qualcosa che secondo te è sbagliata. Ricordi come hanno reagito gli altri quando ti sentivi impacciato o hai detto qualcosa di sbagliato?
Dott. Geremia Napolitano

Dott. Geremia Napolitano Psicologo a Marigliano

21 Risposte

13 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 SET 2017

Caro Nid,
la sua tendenza ad isolarsi mi sembra soprattutto legata alla paura di essere giudicato negativamente, tipico dell'ansia sociale. Non mi sembra giusto però azzardare diagnosi tramite questo portale. Sarebbe interessante capire cosa significa per lei fare una brutta figura, cosa non le piace di questo. Tutti siamo soggetti a poter inciampare in una brutta figura ma quanto è difficile per te accettare il rischio?
Resto a sua disposizione
Dott.ssa Nadia Fasano, Napoli

Dott.ssa Nadia Fasano Psicologo a Vomero

94 Risposte

179 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 SET 2017

Buongiorno NID,
sta affrontando diverse difficoltà che assumono un ruolo imporante nella sua vita e che sono caratteizzanti dell'età che sta vivendo, l'adolescenza.
L'adolescenza è un periodo cartterizzato dal cambiamento, è l'età in cui si cresce lasciandosi alle spalle le sicurezze dell'infanzia per fare posto al futuro e al suo sè che diventerà adulto. È una fase di incertezza, di paure, di mettersi alla prova rispetto ai propri desideri e fantasie che in questi anni si possono concretizzare e realizzare. Da quello che scrive è in un momento in cui sta affrontando delusioni e difficoltà legate sia al rapporto coi suoi genitori sia coi suoi amici che con le ragazze. Non è poco ma è normale quello che sta vivendo, sentimenti di ritiro, sfiducia o insicuezza possono essere presenti e comprensibili.
È in un'età dove è ancora tutto in gioco, definibile e cambiabile, non si arrocchi su una diagnosi o definizione (data da chi poi?) che può solo metterle dei limiti senza aiutarla a poter capire come affrontare la delusione, normale ed evolutiva, o che le ponga dei limiti rispetto alla realizzazione di sè.
Se questa condizione le crea difficoltà che vede ora come insormontabile da solo può pensare di rivolgersi a un terapeuta nella sua zona.
Cordiali saluti
Dr.ssa Ambra Caselli (Brescia)

Dott.ssa Ambra Caselli Psicologo a Castegnato

119 Risposte

127 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 SET 2017

Salve NID,
la sua difficoltà è comune a tanti ragazzi della sua età, quindi non si disperi, nè si senta "l'unico sfigato" sulla faccia della Terra!
Le assicuro che le persone non stanno lì pronte a giudicare quello che diciamo o facciamo. E che sono fatte delle nostre stesse paure e vulnerabilità. Se provasse ad aprirsi, anche solo con una persona della sua cerchia, scoprirebbe che le sue insicurezze non sono solo sue, ma che anche degli altri. Quindi potrebbe sentirsi compreso in modo più profondo e avrebbe naturalmente tante cose da condividere.
La invito, con il rispetto e la fiducia che ho per i giovani, a fare questa esperienza. I veri cambiamenti cominciano da piccole, ma coraggiose, azioni. Non sminuisca se stesso e non rinunci senza aver provato. La gioventù è piena di risorse!
Se poi la difficoltà per lei rimane insormontabile le consiglio spassionatamente di rivolgersi a un collega per farsi sostenere passo passo.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Giovanna Susca - Bari e Barletta

Dott.ssa Giovanna Susca - Psicoterapia, Psicologia dello Sport Psicologo a Barletta

70 Risposte

96 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte