Pensieri ossessivi sul ragazzo

Inviata da Maria Pia · 30 lug 2019 Disturbo ossessivo compulsivo

Buondì.
Ho 22 anni e sto insieme al mio ragazzo da 2 anni e mezzo. La nostra è sempre stata una relazione turbolenta in quanto i nostri caratteri tendono spesso a scontrarsi. Io figlia unica, nucleo famigliare ristretto ed esclusivo, poco aperto agli altri, rapporto coi miei abbastanza freddo. Lui ha una sorella e in generale una famiglia meravigliosa che ama più di sé stesso. Non a caso è diventato una persona espansiva ed aperta. Il mio modo d'essere, opposto al suo, nel tempo ha creato un'innumerevole quantità di crepe nel nostro rapporto perché il contatto fisico e le troppe attenzioni sono, per via di questi restroscena famigliari, molto molto importanti per me, e super sdoganati per lui. Ne consegue che divento gelosissima delle amiche e persino della sorella, con la quale lui ripropone le stesse identiche cose che fa con me, gli stessi gesti di affetto ed il fatto di sapere che ad oggi lei gli dà molta più serenità di me mi fa star molto male. So perfettamente di essere razionalmente nel torto marcio, ma la parte inconscia non fa che prevalere e dal paragone con gli altri esco sempre sconfitta. Nonostante mi dedichi un sacco di attenzioni dal vivo, quando siamo distanti è spesso assente o distaccato, quindi la mia fantasia vola, le mie paturnie si fanno più forti che mai e non vedo in cosa si distingua la mia figura di fidanzata da quella di sorella/amica, se non meramente dall'aspetto sessuale al quale, francamente, non do chissà quale importanza.
Penso emerga abbastanza chiaramente la mia disfunzionalità nel concepire rapporti differenti, ultimamente addirittura leggendo articoli sul rapporto indissolubile ed imparagonabile fraterno mi sento ancora più abbattuta e marginale nella sua esistenza, laddove lui ormai è diventato al centro del mio mondo. Il chiodo fisso che mi assilla è: tutte le cose che gli dico e che faccio con lui le faccio esclusivamente con lui, tutte le cose che invece dice e fa lui con me le fa anche con la sorella e la madre (es. farsi un pisolino abbracciati stretti, dirsi ti amo, farsi le carezze ecc).
In che modo posso allenare i miei pensieri ad essere meno morbosi e rovinarmi la vita?
Come faccio a concentrarmi più su me stessa?

Vi ringrazio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 LUG 2019

Gentile Maria Pia,
colgo la frustrazione nelle sue parole e, più che un apparente sentimento rivendicativo, si leggono senso di colpa e inadeguatezza.

Occorre precisare che ognuno di noi ripropone nel rapporto con gli altri (amici, conoscenti e fidanzati/e) le dinamiche relazionali apprese e vissute all'interno dell'ambiente familiare. Così lei sembra esprimere nei rapporti un bisogno di attenzioni ed esclusività, mentre il suo fidanzato ha delle modalità meno definite e con pochi confini.

E' importante però evidenziare che la differenza tra un rapporto di coppia e un rapporto familiare è data dal fatto che nel primo scorrono energie di natura sessuale e quindi basate sull'attrazione, sul desiderio e, in un'ultima analisi, eventualmente sui progetti futuri e condivisi.

Detto ciò, si coglie la sua sofferenza e dunque sarebbe utile che lei valutasse un percorso psicologico.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano
Psicologa, Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica - Asti

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

94 Risposte

158 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte