Pensieri ossessivi all'inizio della prima relazione.

Inviata da Antonio il 25 giu 2018 Terapia di coppia

Buonasera,
ho 24 anni e premetto di non aver avuto (fino ad ora) una potenziale relazione seria con una ragazza (tutte le mie pseudo-storie sono durate 2 settimane). Forse per bassa autostima, magari causata anche dall'ambiente scolastico in cui sono cresciuto, forse da altro, forse da entrambe le cose. Per fortuna, da quando ho cominciato la magistrale, ho cambiato marcia, ho cominciato a "lottare" per quella che era una cosa che desideravo fortemente: una relazione. Dopo un po' di esperienze non andate bene, fino a 5/6 mesi fa ci ho provato in tutti i modi con una ragazza. La cosa non è andata a buon fine. Durante le vacanze di Pasqua ho conosciuto una ragazza che a prima vista mi ha colpito (e viceversa) ma, frequentando l'università fuori dalle mie zone ed essendo andato via il giorno seguente, ho dovuto aspettare circa 3 settimane prima di poterla rivedere. Durante le 3 settimane, ahimé, ci si è "frequentati" con quello che la tecnologia offre. Quando l'ho rivista mi ha fatto subito un bell'effetto e per quei 5 giorni che sono stato dalle mie parti è stato tutto perfetto. Con lei ci stavo benissimo (e ci sto), mi piaceva in tutto quello che ho potuto conoscere di lei in quei giorni. Una volta andato via per studio, dopo 3 giorni, scatta qualcosa nel mio cervello. Un pensiero del tipo "ma è così che dovrei sentirmi? Ma è così che ci si sente? Ma io cosa provo per lei?". Da queste tre domande si è scatenato l'inferno nei giorni a venire. Pensieri su pensieri. Roba del tipo "ma quando scendo avrò ancora voglia di baciarla?", "ma se non sono geloso allora non la voglio?". Cercavo pure di "placare" il tutto, magari pensando a quei bei momenti passati assieme. Chiedere aiuto agli amici non è stato utile, anzi, ha peggiorato la situazione. Mi ponevo ancora domande del tipo "ma ho voglia di sentirla?", "ma mi manca?". La confusione più totale. Tutti questi pensieri sono giunti infine alla domanda "ma mi piace o no?". Ed infine pensavo "giustamente per me vale la regola delle due settimane". Una sensazione di qualcosa che non va che comprometteva pure lo studio quotidiano e non solo: qualcosa che mi faceva piangere, mi faceva stare male. Non so di preciso come descriverla. Finalmente, con la speranza che rivedendola avrei risolto tutti i miei dubbi, ritorno dalle mie parti. Inutile dire che con lei ci sto benissimo e che a volte mi fa sentire delle cose tipiche dell'innamoramento, perchè anche quando stavo con lei, quella sensazione permaneva e solo per 3/4 giorni sembrava essersi placata. Dopo essere ritornato dalle parti della mia università quella sensazione terribile sembra essersi placata. Tuttavia se all'inizio ero pieno di felicità ora mi sento un po' svuotato. Vorrei dei consigli sul da farsi, perchè questo non fa parte di me. Cerco da non so quanto una relazione e quando trovo la prima persona che mi vuole, con la quale tra l'altro ci ho provato io, mi succede tutta sta roba.

Cordiali Saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Antonio,
è possibile che questi dubbi e pensieri ricorrenti siano dovuti sia al fatto di non aver mai avuto una relazione duratura, sia alla sua ancor scarsa autostima.
Si conceda del tempo per aumentare la frequentazione la conoscenza con questa ragazza e ricordi che non esistono leggi universali che stabiliscano quali siano i comportamenti e i pensieri più corretti.
Se questi pensieri ricorrenti dovessero persistere può intraprendere un percorso psicologico per una migliore comprensione delle sue dinamiche relazionali e la conseguente attivazione di strategie che possano migliorare il suo benessere.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1088 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte