Pazzia, paranoia ed enneagramma.

Inviata da Gaia · 24 ott 2018 Crisi adolescenziali

Salve, mi chiamo Gaia e ho 18 anni.
Premetto che prima o poi, andrò da uno psicologo. Non so quando ma lo farò.
Per il momento volevo sapere l'opinione da delle persone competenti in materia.
Precisando, ho lasciatoa scuola, non faccio niente a parte sistemare casa ogni tanto e uscire con un mio amico una o due volte alla settimana.
In questi ultimi giorni credo di essere ossessionata da un'argomento l'enneagramma, cosa che ho studiato per molti mesi, che usavo per capire gli altri e ora mi si sta ritorcendo contro. Il problema? Continuo a pensare a mille motivi validi per cui potrei essere uno di due di quei tipi, cerco di ricordare le situazioni, pensare, pensare.. È diventata una mia ossessione e non mi lascia tregua.
Tornando al motivo principale.. volevo sapere se fosse possibile che una persona (era la mia migliore amica a suo tempo, mi importava sempre della sua opinione e non riuscivo a stare senza di lei anche se mi faceva spesso arrabbiare). Che una persona possa diventare come me, possa assumere i miei atteggiamenti, i miei modi e rubarmi le parole di bocca.. il non essere in grado di dire la mia perché veniva espressa da lei anche se non sempre. Che le piacesse raccontare le situazioni brutte che mi accadevono fino alla fine distriggermi, portarmi via tutto quello che avevo, anche se infondo non avevo molto (parlo die pochi amici e basta) oppure che in realtà io abbia il meccanismo di difesa dell'introiezione quindi sarebbe inutile dire che avrei fatto tutto questo a caso e in realtà tutto questo sia frutto della mia fantasia..
Una delle cose che mi ha più stupita è che l'ultima volta che ho parlato insieme a lei le avevo chiesto se ero io che intorno a me avevo una barriera protettiva oppure erano gli altri ad escludermi e nel voler una sua risposta ha esattamente ripetuto le mie stesse parole e il complesso mi confonde.
Il problema è che non capisco più niente, continuo a pensare al mio passato e a motivazioni per cui io possa aver ragione ma allo stesso tempo potrebbero passarmi altre mille ragioni per cui io potrei essere in torto.
Sono molto confusa, piena di paranoie e non sapevo con chi parlarne.
Secondo voi quello che ho scritto potrebbe essere reale o solo frutto della mia immaginazione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 OTT 2018

ciao Gaia la confusione alla tau età è l'amica più comune, quindi nulla di preoccupante. Capire chi sei e trovarti è importante, tutto ciò che ti rende vulnerabile e che ha permesso a persone non davvero amiche di farti del male a livello relazionale ti porta a perdere le tue sicurezza. Tutto si può trasformare una volta compreso davvero chi sei per portarti a chi vuoi diventare. si può intraprendere una terapia on line e se possibile in basa alla distanza vedersi per delle sedute in modo da poter applicare anche tecniche come l'EMDR molto utili per sciogliere determinati vulnerabilità emotive e installare delle sicurezza come la fiducia nelle tue scelte, sentire il valore di te e rompere questo circolo poco virtuoso. e riprendere la scuola quando sarai pronta Rimango a disposizione per rispondere a ogni dubbio. Buona giornata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

212 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2018

Gentile Gaia, è evidente tu stia vivendo un momento di crisi e confusione. Sei molto giovane ed è importante che ti faccia aiutare da un esperto per provare a capirti meglio, senza alimentare ossessioni e pensieri che non ti portano da nessuna parte. Cerca una psicologa- psicoterapeuta nella tua zona. Se possibile con esperienza nell'età adolescenziale. Non sapendo dove vivi non posso darti indicazioni. Se lo desideri resto a disposizione con l'apposito modulo contatti.
Auguri per il tuo percorso!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 OTT 2018

Gentile Gaia,
il suo scritto propone un vissuto reale di un disagio individuale all’insegna dell’abbandono della scuola e della difficoltà nell’affermazione di se. I pensieri ossessivi, le paranoie, il continuo rimurginare sul passato credo siano la manifestazione di questo e l’altro (la sua amica) forse prende spazio e ciò produce rabbia. Credo che il suo proponimento di chiedere un aiuto psicologico abbia senso e non aspetterei a farlo al più presto.
Cordialmente
Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

172 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18100

psicologi

domande 28300

domande

Risposte 97300

Risposte