Paura psicosi

Inviata da Mohamed Elhadi Hammami · 2 gen 2019 Fobie

Buongiorno cari dottori, inizio con l'augurarvi buon anno e ringraziandovi per la vostra costante disponibilità. Vorrei porvi questo mio problema che ormai mi affligge dai primi di novembre. Fin dalla tenera età sono sempre stato ipocondriaco, ricordo un periodo in cui mi mettevo spesso la mano sul cuore per vedere se batteva, oppure controllavo sempre il mio battito di ciglio (non so per quale motivo), comunque sono sempre stato molto attento al mio corpo. Dopo aver temuto di essere affetto dalle più svariate malattie nel corso degli anni (tumori, sla, sm, imminente infarti etc.), ora sono arrivato alla paura di star sviluppando una psicosi. Le mie paure sono basate su più sintomi che ho letto: utilizzo cannabinoidi (per un anno e mezzo), la fascia di età, aver avuto problemi perinatale (opissia) con conseguente emiparesi destra, aver avuto un attacco epilettico (caso isolato). Il tutto cominciò a luglio quando dopo aver fumato hashish con un amico; il giorno seguente mi sono sentito male (tachicardia, senso di svenimento, tremori, nausea, insonnia e via dicendo) il tutto si protrasse per un mese e mezzo all incirca, sempre con alti e bassi. Dopo il periodo sopra citato ci fu un piccollissimo periodo di calma apparente (un paio di settimane), per poi tornare verso fine settembre.. Da quel giorno la notte mi sveglio di continuo, non ho problemi ad addormentarmi ma a mantenere il sonno. In una delle mie notti insonni lessi le svariate cause dei disturbi del sonno, tra queste trovai la SCHIZOFRENIA. Da quel giorno non mi do più pace, inizialmente davo moltissima attenzione a ciò che vedevo, ogni volta chiedevo conferma a chi stava con me per qualsiasi movimento strano che vedevo. Passata questa "fissa", ora do moltissima attenzione a ciò che sento, il tutto si è fatto più difficile, perché il campo visivo è quello che è, mentre l'udito è più vasto. Ogni rumore che sento mi allarmo, non sento voci, ma rumori, non so se è ansia, doc o schizofrenia. Ogni rumore che sento devo accertarmi la sua fonte, e se non riesco a trovarla vado nel pallone. Soprattutto di notte, dove mi ritrovo nel letto senza possibilità di muovermi a cercare da dove provenisse, perché ovviamente non voglio disturbare gli altri della famiglia che dormono. Nei momenti di ansia veramente forte sono arrivato anche a vomitare. Vorrei avere un parere, per quanto possibile da voi esperti. Ogni giorno, cerco rassicurazioni online o comunque consulti di gente con la mia stessa situazione, ed ho letto che potrebbe essere doc. Vorrei solamente ritrovare la mia pace, tornare a riposare senza alzarmi e far attenzione a tutti i rumori che mi circondano.

PS: Ne parlai ad agosto con il medico di base, ovviamente per i problemi citati all inizio del consulto, il medico mi rassicuro dicendo che si trattava di ansia e che dovessi tranquillizzarmi. Informandomi poi su internet lessi anche che nevrosi e psicosi si annullano, o si soffre di una o dell altra. Mi sono scordato anche di dire che ho spessissimo mani calde e asciutte, labbra secche, mi irrito molto facilmente, emicrania e dolori a collo e schiena. Per scongiurare problemi neurologici ho prenotato una visita. Mi sono scordato di dire che da allora non ho più fatto uso di cannabis e derivati.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 GEN 2019

Gentile M., mi sembra di averle già risposto. Lei ci chiede un parere che a mio modesto avviso implica elementi più medici che psicologici. Tuttavia io pratico anche la naturopatia a livello avanzato nell'intevento psicologico, perciò mi sento qualificato per risponderle. Il medico di base, per questi problemi, non mi sembra molto utile, con il dovuto rispetto. Sono professionisti preparati ad agire in un vastissimo campo di malattie, ma hanno difficoltà sulla sfera psicosomatica e funzionale, anche perché hanno poco tempo. Tornando a Lei, pongo l'ipotesi di un serio disturbo d'ansia con aspetti ipocondriaci. La sintomatologia fa inoltre supporre un lieve ipertiroidismo, che a sua volta esaspera molto gli aspetti ansiosi. Può rivolgersi sia ad uno psicoterapeuta che ad un medico olistico. Il primo le insegnerà tecniche di pensiero (mindfulness) e di respirazione per placare l'ansia, mentre il secondo potrebbe usare alcuni rimedi naturali e dietetici (ridurre farinacei ed aumentare le verdure) per ridurre l'ansia alla base e placare l'attività tiroidea. Lo spazio non mi consente di essere più preciso, se lo desidera sono a disposizione per un colloquio informativo telefonico. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

906 Risposte

378 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte