Paura incontri ... help

Inviata da luca · 3 dic 2015 Fobie

Finita una storia, ho deciso - anche perché devo "osare vivere" come dice la Dott.ssa che mi segue- di conoscere qualcuno. Mi sono iscritto su qualche sito e ho ricevuto qualche offerta per "vederci".
Io non so come comportarmi...non sono mai uscito cosi: se non mi piace la persona cosa faccio? se non piaccio io? se si innamorano? se mi innamoro io? Non sono abituato... i miei ex conosciuti per caso e a parte uno che è stato un colpo di fulmine gli altri si mi piacevano ma il primo passo l'han fatto loro.
Mi stanno divorando ansia e paura e confusione :(

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 DIC 2015

Caro Luca,
è evidente che devi attrezzarti per combattere l'ansia e raggiungere un buon livello di autostima e certamente la tua terapeuta saprà come aiutarti relativamente a queste aree problematiche.
Il mio suggerimento è di non porti tante domande e non farti tante aspettative partendo dal presupposto che lo scopo principaledella tua iniziativa dovrebbe essere quello di fare delle conoscenze e delle amicizie per migliorare le tue competenze sociali e relazionali.
Solo in un secondo momento e senza alcuno stress, sarà semplice e automatico il passaggio ad una relazione che sia più dell'amicizia qualora vi sia attrazione e compatibilità caratteriale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8300 Risposte

22555 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2015

Carissimo Luca,
il consiglio della Sua terapeuta è un buon consiglio ma i tempi e le modalità può deciderle Lei.
In fin dei conti sta correndo un po' troppo, si lasci guidare dal momento, quello che accadrà lo potrà affrontare momento per momento, sia che scatti o meno la scintilla, da una parte o dall'altra. Le consiglio però di affrontare con la Sua terapeuta le ansie e le paure legate a questi possibili incontri, sarà un buono spunto di lavoro.

Un caro saluto
Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

444 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2015

Caro Luca,
sarebbe il caso che tu mi parlassi della tua storia precedente, tanto per non perdere il filo e soprattutto per concedermi di entrare nel vivo della tua attuale situazione. Altrimenti si tratterebbe di darti semplici consigli che dal nostro versante non devono essere dati. Come psicoterapeuta, io sono tenuta ad accompagnarti al punto di sentire tu stesso come procedere. Pertanto, pur suggerendoti di chiedere una consulenza a qualche mio/a Collega delle tue parti, rimango a disposizione.se ti va di trattare in modo più approfondito il tuo disagio.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

717 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 DIC 2015

Caro Luca
è chiaro che per "osare vivere" devi correre qualche rischio e i rischi sono tutti nelle domande che tu poni nella lettera.
A ben vedere però non sono rischi grossi ma semplici situazioni umane che si possono affrontare con una certa naturalezza.
Forse il "rischio" maggiore per te può essere quello di innamorarsi, però può essere anche il "bello" perché poi, se sarai ricambiato, non sarai più solo. Se, proprio dovesse succedere che ti innamori e l'altro non ti ricambierà allora soffrirai un poco. Resta il fatto che avrai fatto nuove e sperienze e avrai provato a relazionarti in una situazione inusuale per te e questo è sicuramente un bene.
Certo vivere in casa e rifiutare situazioni nuove e possibili conoscenze è uno "spreco di vita" e, sicuramente rischiare un pochino è molto meglio.
Quindi, ora che la tua scelta è fatta e hai deciso di "osare vivere" fai una cosa in più, aggiungi un pizzico di positività e un poco d'ironia; sdrammatizza, non stai andando alla guerra ma solo a conoscere persone come te, con cui fare due chiacchiere...lasciati un poco andare e cerca di essere te stesso.
Poi raccontaci come è andata èh...
Un caro saluto Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7801 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 DIC 2015

Buongiorno Luca,
a partire da quello che ci scrivi, mi pare di capire che tu ti trovi in un momento in cui, conclusasi una relazione importante, ti stia dando la possibilità di conoscere altre persone, anche seguendo il suggerimento della tua dottoressa che ti spinge a "osare a vivere". Ci parli di ansia, paura, preoccupazioni così come di una sorta di schema che fino ad oggi ha funzionato : ad eccezione del colpo di fulmine (ossia, mi pare di capire, una attrazione istantanea reciproca) sei sempre stato "scelto", rischiando poco in prima persona un eventuale rifiuto nel caso tu approcciassi chi consideri interessante o attraente.
In questo momento è ipotizzabile che le circostanze ti richiedano di metterti in gioco, ed uscire dall'automatismo dell'essere scelti per passare ad una assunzione di responsabilità (con i rischi connessi del rifiuto o del disinteresse) ingeneri in te una certa preoccupazione. Vorrei farti notare che questo è assolutamente normale ed anzi in queste circostanze hai la possibilità di mettere in discussione alcune tue reticenze a farti avanti (così come eventualmente declinare un interesse manifestato nei tuoi confronti qualora non lo ritenessi corrisposto) per poterti esprimere più genuinamente ed ottenere maggiori soddisfazioni personali e relazionali. In buona sostanza, mi pare di capire che la preoccupazione derivi dal fatto di poter compiere una scelta e assumersi sia gli oneri che gli onori che questa comporta, e probabilmente ciò riattiva alcune tue insicurezze che in precedenza erano celate dal fatto che qualcun altro scegliesse te e si facesse avanti. Per quanto sia difficile dare consigli, e rimanendo concorde con il suggerimento della tua terapeuta, può esserti utile fare un punto della situazione sugli elementi e le tematiche ricorrenti nella tua vita sociale o sentimentale, per meglio capire quale sia l'origine del tuo timore e disagio e poterti restituire una buona capacità di scegliere e muoverti con libertà nelle situazioni sociali.
Un saluto

Dott. Alberto Idone Psicologo a Torino

34 Risposte

109 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte