Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Paura inconscia di impegnarsi seriamente?

Inviata da Giuseppe Scavello il 8 giu 2017 Depressione

Salve gentili dottori,
È da ormai 10 anni che un problema mi tormenta. Soffro di depressione ricorrente(almeno credo di ciò si tratti) che si presenta solo in particolari situazioni e rientra al rientrare delle situazioni stesse.
Il primo episodio si verificò quando avevo 18 anni. Stavo con una ragazza e per me erano anche le prime esperienze sessuali...beh da un giorno all'altro, senza il minimo apparente sentore, inizio ad accusare sintomi che poi(facendo ricerche su internet) si sono rivelati propri della depressione: forte abbassamento del tono dell'umore, insonnia(sonno presto la sera e risvegli precoci al mattino), mancanza di appetito. Lasciai la mia ragazza dell'epoca ma i sintomi perdurarono per circa altri 3 mesi, poi si risolsero grazie alla vicinanza di amici e parenti.Non riuscii a trovare una spiegazione logica, tanto che col senno del poi pensai ad una depressione endogena.
Tutto filó liscio per circa 2 anni, poi conobbi un'altra ragazza con la quale intrapresi una relazione durata circa 8 mesi....poi, di nuovo dal nulla si ripresentarono i sintomi depressivi(questa volta però leggermente meno gravi) e troncai la relazione adducendo il fatto che sentivo di non amarla, che volevo divertirmi e mi convinsi anche che in fondo c'erano degli aspetti che di lei non mi piacevano. Il tutto fu comunque molto travagliato, crisi di pianto perché non sapevo se stessi facendo la cosa giusta....fatto sta che troncai una settimana dopo dal presentarsi dei sintomi depressivi, sintomi che rientrarono qualche giorno dopo aver chiuso la relazione. Ancora tutto relativamente bene per 2 anni e poi stesso identico copione: mi fidanzo, relazione che dura circa un anno...poi molto bruscamente ritornano i sintomi depressivi che mi inculcano il tarlo del dubbio(sarò depresso perché non mi piace abbastanza ma non voglio ammetterlo?). Questa volta la situazione perdura per un paio di mesi, io sempre depresso intanto....poi vado all'estero per studio e "trovo la forza di troncare"...ed ecco che, come per magia, i sintomi rientrano anche questa volta nel giro di qualche giorno dalla rottura. Ma veniamo ai giorni nostri...ho 27 anni e ho concluso la mia esperienza in Lettonia da poco....lì ho conosciuto una ragazza fantastica...siamo fidanzati da 6 mesi circa e devo ammettere che nessuna mi aveva mai entusiasmato prima quanto lei...tanta affinità sessuale, bella intesa caratteriale. I primi mesi di relazione spesso dicevo tra me e me che per la prima volta pensavo di poter creare qualcosa di veramente serio, si scherzava su come avremmo chiamato i nostri figli in futuro e sul luogo dove ci saremmo sposati(dico la verità, ero entusiasta).Lei pensa di trasferirsi nella mia città da Settembre e io sono particolarmente entusiasta...si pensa di prendere casa insieme ed io sono al settimo cielo.
Poi, 10 giorni prima del mio ritorno in Italia ecco che si ripresenta l'incubo...dal nulla, in un momento particolarmente felice della mia vita.Sintomi depressivi che si presentano da un giorno all'altro(come nei casi precedenti), io che inizio a pensare a cosa possa farmi stare così male, che sia la relazione?
Attualmente sono ancora in questa spiacevole situazione struggente e non riesco proprio a capire...che sia la depressione un meccanismo inconscio che mi spinge a tirarmi indietro ogni qualvolta una storia sta diventando seria?
Dico inconscio perché razionalmente io voglio una relazione seria, in particolare con la mia attuale ragazza che non ha difetti ai miei occhi.
Se si, c'è un modo di risolvere la paura di impegnarsi?
C'è da dire che tendenzialmente sono una persona ansiosa e ossessiva(ho sofferto anche di ipocondria e ansia da prestazione) che tende a vivere stati d'animo molto tumultuosi anche nei momenti di "benessere"....tra una fidanzata e l'altra ci sono state infatti altre ragazze che ho cercato di conquistare, e al loro rifiuto mi struggevo come non mai...avevo anche sintomi depressivi ma quando capivo che non era il momento di continuare perché l'interessamento non era ricambiato, mollavo la presa e ritornavo a stare bene.Tendenzialmente mi reputo un abile corteggiatore nelle prime fasi....non so se questo possa essere un indizio.
Ora Non voglio proprio mandare a rotoli la mia attuale relazione, è molto importante per me...vorrei solo capire cosa ci stia dietro a tutto ciò e se la depressione sia una rappresentazione della volontà dell'inconscio di non impegnarmi. E se avessi una personalità narcisista?
Grazie a chiunque voglia aiutarmi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Giuseppe,
Grazie per averci scritto.
In questa sede non è possibile fare un valutazione, nè una diagnosi sui sintomi che descrive, ma sarebbe indispensabile che fosse uno psicoterapeuta a farlo perché spesso la depressione può avere varie cause che vanno indagate con attenzione.

In alternativa potrebbe essere una reazione di ansia, che si manifesta come perdita di energie, e che si innesca quando le relazioni diventano più solide. E' un meccanismo comune e può nascondere tante paure che meriterebbero uno spazio di ascolto.
A volte può esserci la paura di fallire o di deludere gli altri, la paura di non essere all'altezza o la paura di perdere la propria libertà se si resta a lungo dentro una relazione.
Sono solo alcuni esempi, per ognuno è diverso, ma se vuole interrompere questo circolo vizioso può lavorarci un po' in psicoterapia e capire meglio che emozioni la bloccano quando intraprende una relazione più intima.

A disposizione per eventuali trattamenti o riferimenti di terapeuti nella sua città.

Buona giornata,
Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

167 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20700

domande

Risposte 80350

Risposte