Paura e paranoie

Inviata da Ludovica · 1 mar 2017 Fobie

Buongiorno, e grazie per l’attenzione dedicata a questo post.
Sono una ragazza di 21 anni, e frequento il secondo anno d’università. È da due anni a questa parte che soffro di ansia, possiamo dire da dopo la maturità. Appena iniziato il primo anno conobbi un ragazzo molto introverso, con cui iniziai una relazione. Per qualche settimana tutto andò bene, finché non iniziai a farmi paranoie come “e se gli altri lo vedono brutto”, “e se non ha amici?”, “e se qualcuno lo prendesse in giro?”, “e se non mi piacesse abbastanza?”, arrivai al punto di non capire io stessa mentre lo guardavo se mi piacesse o no. Così qualche mese più tardi, dopo un periodo che mi presi per riflettere e che si risolse solamente in un accumulo di ansia, lo lasciai. Per un altro paio di settimane continuai a portare avanti la paura del “e se non ha amici? E se rimane solo?”, poi pian piano mi distaccai completamente e non ci pensai più. Da lì qualche settimana di semi tranquillità, poi ricominciai, proiettando le paranoie che avevo con lui su me stessa, ovvero “e se tutti mi prendessero in giro?”. Aggiungo che queste paure erano sostanzialmente immotivate, in quanto avevo e ho parecchi amici in università, e nonostante tutto appena sentivo una risata (che con me non aveva nulla a che fare) mi agitavo. Finite le lezioni del primo anno le cose sembrarono andare meglio, anche perché raramente uscivo di casa in quanto avevo molto da studiare per gli esami. Durante l’estate, però, le mie paure continuarono. Se per un giorno magari non sentivo nessuno per telefono, entravo in panico pensando di non avere amici, come se potessero abbandonarmi tutti da un giorno all’altro. Arriviamo ora al secondo anno, iniziato abbastanza bene, qualche piccola paranoia sulle “immaginarie” prese in giro, ma molto contenute, e da sola riuscivo a capire che tutto era frutto della mia fantasia. Dopo qualche mese conobbi un ragazzo, e ci fu subito sintonia. Era molto estroverso, e in poche parole me ne innamorai subito, senza più curarmi di quello che potessero pensare gli altri, e soprattutto senza pensare alle prese in giro, sia riferite a me e sia riferite a lui. Il problema sorse quando, già dai primi tempi in cui ci frequentavamo, mi accorsi che era un ragazzo non molto solerte a rispondere ai messaggi. Ci sentiamo sempre tutti i giorni, ma spesso non risponde subito quando gli scrivo. La paura ora è sempre che smetta di scrivermi del tutto, oppure che repentinamente possa decidere di non trovarsi bene con me. Oppure temo di essere troppo pesante a scrivergli più spesso, oppure a chiedergli di vederci, anche se in realtà lui è sempre molto contento. Senza farlo apposta, in ogni sua frase o azione, anche le più banali, o anche quando dice qualcosa di bello (esempio se mi dice “sei bella” io penso “perché dice solo bella? E poi gli interessa solo l’aspetto?”) mi sembra di cogliere un doppio senso negativo, come se si potesse stancare di me o fosse già stanco. Il problema è che facendomi tutte queste paranoie sto rovinando la mia serenità anche in questo periodo. È possibile che tutte queste paure siano collegate? Ovviamente cercherò un aiuto psicologico, però vorrei sapere qual è il modo migliore per affrontare questa situazione. Vorrei inoltre chiedere se queste paure, specialmente le ultime relative a questo ragazzo, possano essere considerate “reali”, o siano sempre mie esagerazioni.
Grazie ancora
Ludovica

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAR 2017

Gentile Ludovica,
il modo migliore per affrontare questa situazione è, appunto, quello di cercare quanto prima un aiuto psicologico.
Non si tratta di paure reali o di esagerazioni ma piuttosto di ansie di tipo fobico-ossessive (che tu chiami impropriamente "paranoie") che rischiano di rovinare questa e/o altre tue eventuali relazioni sentimentali.
Ti inviterei perciò a non sottovalutare il problema e ad attivarti al più presto ricorrendo alla psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAR 2017

Gentile Ludovica,
il modo migliore per affrontare questa situazione è, appunto, quello di cercare quanto prima un aiuto psicologico.
Non si tratta di paure reali o di esagerazioni ma piuttosto di ansie di tipo fobico-ossessive (che tu chiami impropriamente "paranoie") che rischiano di rovinare questa e/o altre tue eventuali relazioni sentimentali.
Ti inviterei perciò a non sottovalutare il problema e ad attivarti al più presto ricorrendo alla psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAR 2017

Ciao Ludovica, io sono dell'idea che le tue paure siano in qualche modo collegate, probabilmente a qualcosa che in questo momento non puoi vedere, ma non perché sei cieca, anzi probabilmente sei molto acuta e perspicace, ma forse perché non ne hai gli strumenti. Questi andrebbero costruiti attraverso l'aiuto di un professionista, che possa insieme a te creare uno spazio di costruzione e condivisione. Ti auguro di poter trovare la tua stada e la tua serenità.
Dott.ssa Stefania Filetto

Dott.ssa Stefania Filetto Psicologia e Psicoterapia Psicologo a Roma

11 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAR 2017

Cara Ludovica, la tua confusione, che ti impedisce di vedere le cose chiaramente e ti genera ansia, andrebbe riportata a uno psicologo con il quale fare un percorso. Sei troppo giovane per vivere questi disagi. Affidati con fiducia e vedrai che presto tornerai a vedere le cose nella loro giusta prospettiva. Auguri dr. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

805 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte